Ravenswood – My Haunted Heart (S01E10) #Ravenswood

E siamo giunti all’atteso finale di Ravenswood! Sapremo finalmente chi si nasconde davvero dietro il patto e se c’è modo di sfuggirgli? Queste le domande principali che speriamo troveranno risposta nel corso di questi ultimi 40 minuti.

ravenswood

Apriamo la puntata nella mansione Collins, dove troviamo il nostro caro inquietante-zio intento a tagliare una ciocca di capelli di una donna deposta in una bara. La signora Grunwald lo approccia e gli confida di essere venuta a conoscenza del fatto che l’uomo ha parlato con Dillon, e che nutre dubbi sulla capacità del ragazzo di portare a termine il suo compito. Collins le risponde dicendo che a volte bisogna fidarsi di forze più forti e confidare che queste forze agiscano da spinta.

Una mini sorpresa viene svelata immediatamente, al minuto 3 di puntata: Hannah è venuta a far visita a Caleb! Il ragazzo chiaramente non se l’aspettava, e si vede. E si vede inoltre che ha tenuto la propria ex all’oscuro su tutto ciò che è successo nella cittadina, tanto è vero che Hannah chiede dove sia Miranda.

Bfl3AcSIAAAqBYc

A questo punto Caleb è costretto a raccontare ad Hannah la verità. O perlomeno una parte. Le rivela infatti che Miranda è morta ormai da tempo, ma che è comunque ancora tra loro sotto forma di fantasma e che Caleb riesce a comunicare con lei. Hannah è convinta che il ragazzo menta e se ne va, ma dopo un breve incontro con la Grunwald decide di rimanere comunque in città e dare una possibilità a Caleb.

Remy, nel frattempo, risale all’identità del ragazzo-fantasma visto la sera prima, e scopre che anche lui è stato vittima del patto.

Hannah, dopo aver appurato che quanto detto da Caleb è la verità, si reca nella camera di Miranda (o così pare) e parla con lei nonostante non possa vederla. La scena è molto bella e toccante, con un bel cambio d’atmosfera rispetto ai toni cupi a cui siamo abituati, e infatti anche Miranda sembra contenta del modo con cui Hannah si rivolge a lei.

ifaojfa

Tornando a Remy, la ragazza, con l’aiuto di Luke ed Olivia, trova un collegamento con il padre dei Matheson, e vanno nel suo ufficio per cercare qualche indizio. Qui rivedono lo spettro del ragazzo già incontrato da Remy, e a seguire assistono ad una “visione”, cioè la scena dell’omicidio del padre. Scoprono che l’assassino non è loro madre, ma Dillon. Esatto, proprio lui! Il ragazzo si avvicina all’uomo dicendogli che non voleva finisse così, ma non vuole essere lui a morire.

Ovviamente tutti e tre sono molto shockati, e soprattutto Olivia. C’è però una minima speranza: quando stava lasciando l’ufficio, Dillon aveva fatto cadere un libro, e nel recuperarlo da terra ha lasciato su di esso una propria impronta con il sangue di Matheson addosso.

erq

Dillon si rende di nuovo protagonista poco dopo, quando si presenta a casa di Remy e tramortisce la ragazza prima di trascinarla via. Appena venuto a conoscenza della sua sparizione, Caleb pensa subito a Raymond Collins e si fionda nel suo studio per chiedere spiegazioni. L’uomo, però, non era nemmeno a conoscenza del fatto che Dillon avesse ucciso Charles Matheson, e sembra sinceramente estraneo alle morti dei giovani colpiti dalla maledizione del patto. Patto di cui è a conoscenza, ma che non può fermare. Si mostra inoltre dispiaciuto del fatto che l’ultima interazione avuta con la nipote sia stata negativa, con lui che le ha sbattuto la porta in faccia.

l

I ragazzi ricevono un messaggio dal telefono di Remy e si recano sul posto indicato nel messaggio: la chiesa di Ravenswood. Qui trovano anche Dillon, e quando tentano di fuggire, un’entità appare nel luogo sacro… che il patto si compirà, ora che i giovani sono riuniti in un solo posto?

L’entità si rivela essere Abaddon, l’uomo che ha creato il patto stesso. Dillon stava collaborando direttamente con i piani alti, a quanto sembra. L’uomo sembra evocare un altro tipo di maledizione, e secondo Remy sta cercando di riportare in vita Miranda. Dillon, spaventato, fugge all’esterno, e qui trova la bambina in rosso (quella inquietante, sì.) che gli dice di voler aiutarlo ad uscire da quel posto; il ragazzo si fida e la segue… e finisce per ritrovarsi bloccato su delle rotaie, con un treno in arrivo. Non riesce a liberarsi e sembra che il momento di salutarlo per sempre sia arrivato.

lu

Tornando nella chiesa, Collins arriva improvvisamente e ferma Abaddon. Caleb comincia a protestare, dato che dal suo punto di vista l’uomo stava aiutando Miranda, ma Raymond gli rivela che la sta portando in vita soltanto perchè in questo modo può uccidere tutti e cinque: il patto vuole infatti che i giovani debbano morire tutti insieme.

Com’era prevedibile, però, Abaddon non è uno che rinuncia facilmente, e ci riprova una seconda volta. Al suo pari, nemmeno Collins lascia perdere, e minaccia il reverendo di “liberare” una persona. Non sappiamo chi sia, ma sembra funzionare. Collins libera comunque l’anima che custodiva, mettendo in fuga Abaddon, e in seguito ci viene rivelato che la persona liberata è niente meno che Caleb Rivers. L’antenato del nostro Caleb.

lo

L’episodio (e la stagione) si chiude infatti con il nostro Caleb che saluta Hannah, in procinto di tornare a Rosewood, e il caro vecchio (in tutti i sensi) Caleb che trova Miranda, e tra i due sembra esserci subito un feeling particolare.

Beh, che ne pensate? Lasciatemi i vostri commenti sull’episodio e su questa stagione di Ravenswood! E speriamo di avere presto notizie su un rinnovo!

Annunci

Ravenswood – Along Came A Spider (S01E09) #Ravenswood

Un consiglio spassionato prima di cominciare l’articolo: se soffrite di aracnofobia, non guardate questo episodio di Ravenswood.

ravenswood

Comincio la recensione con l’elencare le cose stupide dell’episodio, che sono più di una… che Ravenswood inizi a prendere esempio da Pretty Little Liars? Qualcuno li fermi. ORA.

Come dicevo, cosa stupida numero uno: ho perso il conto delle volte che la signora Matheson è stata arrestata. Mi spiegate il senso di questa cosa? A meno che la polizia di Ravenswood abbia bisogno di un incremento di arresti per avere delle agevolazioni di qualche tipo e quindi per ogni persona arrestata le fanno fare avanti e indietro dalla prigione 750 volte, oppure non c’è spiegazione. Visto che il season finale è settimana prossima, forse (e ripeto: forse) quella che abbiamo visto stanotte è stato l’ultimo arresto… deo gratias.

Cosa stupida numero 2: Caleb nella scuola superiore. A parte il fatto che è l’unico di tutto il gruppo che sembra andarci, ma poi vogliamo parlare dell’ironia dell’osservazione delle ragazze che lo vedono parlare da solo e gli chiedono se la sua scuola precedente era un istituto per malati mentali? Cioè, è tipo l’unica persona di Rosewood che non è passata per Radley o robe simili! (Questa la capite solo se guardate Pretty Little Liars)

Cosa stupida numero 3: Olivia che dice a Luke che conosce Dillon meglio di lui. Lasciamo da parte il fatto che sia vero, ma è stupendamente ridicola la motivazione: perchè lei ci è andata a letto. D’ora in poi non fate domande sulla vita, non passate del tempo con una persona… andateci a letto, risparmierete tempo e fatica!

Cosa stupida numero 4: Dillon. Fine, questa è la cosa stupida, non servono ulteriori commenti.

Passiamo invece ora agli aspetti un po’ più sensati dalla puntata, e di conseguenza più utili. Inizio con Remy, che è quella che ha avuto  meno screentime, (e la cosa è abbastanza comprensibile se consideriamo che la scorsa settimana è stata lei la protagonista principale) e l’unica cosa degna di nota è il fatto che stia cercando di farsi dire da Springer tutto ciò che il ragazzo sa su Dillon e sul patto, e per fare questo arriva a pubblicare un articolo sul giornale che scagiona sì il padre del ragazzo, ma che contemporaneamente fa andare su tutte le furie suo padre, il proprietario del giornale, che la licenzia. Il loro rapporto era uno dei migliori dello show, spero davvero non venga rovinato da questa cosa, e temo che la risposta l’avremo solo se una seconda stagione verrà ordinata.

Passando a Luke e Olivia, i due si sono concentrati sul cercare di capire se Dillon sta nascondendo qualcosa o meno. Passando oltre la stupidità di Olivia che crede alla scusa patetica di Dillon sul perchè sia scomparso per una settimana, la cosa più interessante è stato il confronto tra Luke e il ragazzo. Dillon rivela che era venuto a conoscenza di essere stato “marchiato” e che sarebbe quindi stato vittima del patto, prima che questo si rivelasse, e che ha fatto un patto con un qualcuno (di cui non conosciamo l’identità ma che lo show vuole farci credere sia Collins, e che per questo motivo non credo sia lui) per salvarsi: e per fare questo ha scambiato se stesso con Olivia, che infatti era sulla macchina con gli altri quattro ragazzi. Inizialmente quindi era solo Luke il prescelto della famiglia Matheson, mentre Olivia è stata tirata in mezzo in seguito dal suo fidanzato. Complimenti per il fidanzato!

Arriviamo infine a Caleb e Miranda, che in questo episodio è servita come da spalla per varie scene. I due, visto che non hanno imparato una beneamata cippa, entrano da soli in una cappella abbandonata, e ovviamente sono in compagnia di qualche spirito, che illuminando una piastrella, mostra loro i cognomi delle persone che hanno firmato il patto. Problema: i cognomi sono sei, mentre dovrebbero essere cinque, come il numero dei ragazzi colpiti ogni volta dalla maledizione. Inoltre, notano che tra loro cinque l’unico cognome presente è quello di Caleb. Quelli di Remy, Miranda, Olivia e Luke mancano, mentre è presente Sanders, che è il cognome di Dillon. Mentre quest’ultimo fatto può essere spiegato da ciò che lo stesso Dillon ha rivelato, non si spiega come mai i cognomi di Remy, Miranda e Luke manchino. Che Dillon non sia il solo ad avere scoperto ed aggirato il patto? Chi sono le altre persone ad aver tradito i nostri e averli sacrificati al loro posto?

La buona notizia è che settimana prossima andrà in onda l’ultimo episodio della stagione, e quindi sicuramente avremo alcune risposte. La cattiva notizia è che settimana prossima andrà in onda l’ultimo episodio della stagione, e quindi dovremo aspettare mesi per averle tutte, SE le avremo. La serie infatti non è ancora stata confermata per una seconda stagione. Non ci resta che incrociare le dita!

Ravenswood – I’ll Sleep When I’m Dead (S01E08) #Ravenswood

Escludendo gli ultimi dieci minuti, puntata abbastanza blanda quella andata in onda martedì per quanto riguarda Ravenswood. Cosa, tra l’altro, piuttosto prevedibile se consideriamo che il season finale è lontano solo due episodi: la tipica puntata di ‘riepilogo’, se così possiamo dire, prima dell’accelerata finale. E come dicevo inizialmente, gli ultimi dieci minuti sembrano promettere bene, ma procediamo con calma.

ravenswood

Nella prima mezzora ci sono stati pochi sviluppi nella trama generale ma dei piccoli passettini in avanti che ora vi andrò ad elencare.

Il blocco principale ha riguardato Remy, che avevamo lasciato la scorsa settimana in preda ai suoi soliti sogni che la portavano al sonnambulismo. O, per meglio dire, ad un sonnambulismo un po’ strano, dato che oltre a camminare nel sonno la ragazza è arrivata perfino ad impugnare un coltello e quasi uccidere prima Luke, e poi il padre. Come conseguenza di queste azioni la troviamo in un centro adibito ai disordini nel sonno, dove verrà esaminata la sua mente e i cambiamenti che la stessa subisce mentre la ragazza dorme e, più nella precisione, mentre sogna. Grazie alla dottoressa che la segue da tempo, Remy scopre che il pugnale visto nel sogno del patto è lo stesso pugnale che aveva disegnato in una rappresentazione di un sogno fatto a 7 anni, e per questo motivo Remy accetta di continuare la terapia: potrà in questo modo affrontare i suoi demoni, e scoprire di più riguardo all’omicidio del padre di Luke. La terapia ha parzialmente successo, dato che Remy torna effettivamente nel mondo dei sogni, e più in particolare nel mondo DEL sogno, ma successivamente entra in una dimensione più profonda e i dottori non riescono a svegliarla, e nemmeno capiscono il motivo. Quel che in realtà sta succedendo è che Remy nel sogno incontra il Reverendo Abaddon, colui che aveva stipulato il patto, ed è proprio l’uomo che la sta trattenendo in quella dimensione: è infatti intenzionato a portare a termine la “profezia” anche in quest’ultimo caso, e Remy sembra essere la prima che andrà a raggiungere Miranda. Proprio quest’ultima, però, riesce in qualche modo a raggiungerla e a farla tornare nel mondo reale. Pericolo scampato, dunque… per ora. Qualcosina è stato però scoperto: i ragazzi vittima del patto non sono scelti casualmente tra tutti gli adolescenti, ma sono scelti con un criterio. Sembra che tutti i ragazzi, o meglio, le loro famiglie, abbiano avuto un debito con Abaddon.

Caleb, nel frattempo, decide di affrontare Raymond Collins, lo zio di Miranda, utilizzando proprio la ciocca di capelli che la ragazza era riuscita a recuperare. Mentre inizialmente l’uomo fa finta di non sapere nulla di nulla, quando Caleb minaccia di aprire la boccetta e liberare quindi l’amica, Collins reagisce immediatamente, intimando però al ragazzo di farsi gli affari suoi e stare lontano da pericoli. Caleb poco dopo libera comunque Miranda, che infatti comincia a vedere la sua immagine riflessa,  il suo corpo che prosegue nella fase di decomposizione e anche la ragazzina bionda nel cappotto rosso. Sarà stata una buona idea?

Per finire, Olivia, insieme all’amica Tess, cercando di visitare l’amico Springer in ospedale, dopo che il ragazzo era stato investito da una macchina poco dopo aver cercato di recapitare un messaggio importante proprio ad Olivia. La madre del ragazzo, però, impedisce a quest’ultima di entrare nella stanza o di avvicinarsi alla sua famiglia, dato che i Matheson distruggono qualsiasi cosa gli stia intorno. Parlando con il padre di Remy, che si trova allo stesso ospedale, Olivia scopre che il padre di Springer è in prigione per colpa di suo padre, che era un famoso avvocato di Ravenswood, ed è proprio questo il motivo per cui Springer non lo ha mai conosciuto. Quando però si sveglia e trova Olivia a fianco del suo letto, le rivela che non ha nascosto il pugnale nel suo giardino per una qualche vendetta personale, ma perchè qualcuno lo ha costretto… e più precisamente perchè Dillon, il fidanzato di Olivia, lo ha costretto.

La puntata si chiude con un’immagine di Abaddon che modifica il disegno fatto da Remy anni fa, facendolo sembrare come una vera e propria minaccia.

Ritmo abbastanza lento come dicevo, ma di avvenimenti ce ne sono stati, e sono stati tutti concentrati a fine puntata. Se gli ultimi due episodi terranno il ritmo degli ultimi minuti di questo, la scelta sarà stata azzeccata. Ho però il timore che Ravenswood e i suoi autori decidano di allungare il brodo troppo a lungo, come sta succedendo con la serie madre Pretty Little Liars… speriamo di no!

Ravenswood – Home is where the Heart is (S01E07) #Ravenswood

Beh, se c’è qualcosa che a Ravenswood proprio non manca, sono i personaggi inquietanti… nonostante Raymond Collins sia presente dal pilot della serie, e quindi lo vediamo da ormai 7 settimane (sparse, ma tant’è), ogni volta che compare sullo schermo mi da sempre quella sensazione di… turbamento? Non so spiegarlo, ma è molto, molto inquietante! Gran bel lavoro del team di autori quindi, era il loro obiettivo. Aggiungete a lui anche la bambina che in quanto ad essere inquietante non ha nulla di che invidiargli, e siamo a posto. Siamo pronti per partire!

ravenswoodMister Collins sembra aver preso residenza presso la casa di Luke ed Olivia, dato che il ragazzo se lo ritrova accanto alla madre all’una del mattino, intento a bere un tè come se nulla fosse. Ovviamente Luke non la prende benissimo.

Dove c’è Collins ci sono buone notizie… e infatti la mattina dopo la polizia si presenta a casa della signora Matheson (la madre di Luke e Olivia) con un mandato di perquisizione. Un coltello insanguiinato è stato infatti trovato da qualcuno nel giardino sul retro, sepolto sotto alcune piante. Chi non sotterrerebbe l’arma del delitto nel proprio giardino dopo aver commesso un omicidio? Risultato, la donna viene arrestata e Luke la segue a ruota, dato che ha aggredito un ufficiale. Dettaglio che però sembra interessante: il coltello trovato nel giardino è identico a quello disegnato da Remy mentre cercava di mettere su carta più ricordi possibili del suo sogno indotto. Insieme al coltello, nel sogno ha anche disegnato una scritta: “Non dovevi vedere”.

Nel frattempo, a Ravenswood arriva il padre di Caleb per completare la combriccola, e sembra che sia intenzionato a restare. Henry Rivers, l’uomo morto per lo spavento, ha infatti lasciato in eredità ai due la sua casa… ma Caleb non ne è per nulla felice. Intima infatti al padre di lasciare la città e tornare in Pennsylvania, e per convincerlo gli dice che uno dei motivi per cui ha rotto con Hanna è che il padre lo spingeva a fidanzarsi con lei. L’avrà convinto?

Remy, dopo il suo sogno indotto, sembra sia ricaduta (e di peso) nel tunnel del sonnambulismo. Una mattina si sveglia con l’intera casa tappezzata di disegni fatti da lei, tutti abbastanza inquietanti, e il cui luogo centrale è l’edificio dove il patto era stato firmato. Il padre decide quindi di affidarsi di nuovo a una cura psicologica per lei. Inizialmente Remy è contraria, ma dopo aver quasi ucciso Luke durante il sonno, forse ci ripenserà…

Miranda, invece, torna a casa Collins per cercare di affrontare di nuovo la Grunwald, ma al capezzale della donna trova il famoso e misterioso spirito che l’aveva attaccata le volte precedenti, che in realtà si rivela essere la madre della governante. La ragazza, morta adolescente, era stata lei stessa vittima del patto che ora sta minacciando i nostri quattro protagonisti. Collins aveva collezionato anche una sua ciocca di capelli, e su richiesta della donna la tiene bloccata in questo mondo per far sì che rimanga vicina alla figlia. Miranda viene comunque affrontata dallo spirito, che le dice di non avere idea a cosa stia andando incontro, e che è meglio che lei si accontenti della protezione che le è stata riservata e lasci perdere il resto.

Quando vede che la ragazza non è proprio recettiva, passa alla pratica: le consegna la sua ciocca di capelli, dicendole di rompere la boccetta ed andarsene, lasciandoli in pace.

L’episodio si chiude su questa scena, lasciandoci onestamente con molti interrogativi a cui, per fortuna, non dovremo aspettare molto per avere risposte. Sembra infatti che il numero definitivo di episodi sarà fissato a 10… ancora tre alla meta quindi!

Ravenswood – Revival S01E06 #Ravenswood

E ri-buongiorno a tutti! Dopo Almost Human, eccoci per il secondo appuntamento di giornata per quanto mi riguarda, con Ravenswood. Vi invito comunque a non lasciare il nostro universo, anzi! Visitate la nostra pagina facebook e fate un salto a trovare le nostre affiliate… e per restare in famiglia, a breve troverete online le recensioni di Intelligence e Agents of SHIELD. Come si dice… “piatto ricco, mi ci ficco”!

ravenswoodDopo la breve incursione di Caleb a Rosewood (la cittadina in cui si svolge gran parte di Pretty Little Liars), il ragazzo ritorna dopo tre giorni in quel di Ravenswood e scopre di essersi perso qualcosina. Ma prima, facciamo un recap proprio grazie alla voce narrante dello stesso Caleb: “Nel 1917, a Ravenswood venne firmato un patto segreto: da allora, nessun soldato proveniente da Ravenswood è morto in battaglia. Il prezzo per questo miracolo tuttora in corso? Cinque giovani devono morire. Ad ogni guerra. O almeno così è sempre stato fin quando io e Miranda siamo arrivati qui. La buona notizia? Beh, quattro di noi sono sopravvissuti. La cattiva? Miranda non ce l’ha fatta. Ed ora è bloccata qui: un fantasma che non ha possibilità di andare oltre. Le uniche persone che possono vederla sono i quattro giovani, che rimangono obiettivi della maledizione: Remy, Luke, sua sorella Olivia ed io. Qualcuno, o qualcosa, è determinato a rendere la nostra vita un inferno, fino a quando ci ucciderà. Miranda ha capito cosa la tiene bloccata qui: una ciocca di capelli, toltale dallo zio. Una ciocca per ogni vittima della maledizione. Miranda è stata la prima a liberarsi. Ma questo per lei era solo l’inizio. Per me, salvare Miranda ha quasi rappresentato la fine. La morte. Ancora non sappiamo cosa stiamo affrontando, ma qualcuno potrebbe aiutarci: due antenati, Thomas Rivers e Ester Collins, che si sacrificarono per far sì che dei loro discendenti, me stesso e Miranda, potessero vivere e porre fine alla maledizione.”

Tornando al presente, i nostri amici sono impegnati a cercare di capire qualcosa in più della maledizione dal diario tenuto da Ester, l’antenata di Miranda. Remy riesce a risalire ad anni prima, quando nella città di Ravenswood venne stilato il patto ormai diventato famoso. Ester si espresse in maniera palesemente contraria, non ritenendo giusto sacrificare vite di giovani innocenti. Quando Caleb prende tra le mani il diario e pronuncia ad alta voce il nome del predicatore che creò la maledizione, Gabriel Abaddon, lo stesso diario prende fuoco, lasciando i ragazzi ovviamente molto sorpresi.

La puntata prosegue poi facendo un po’ il punto della situazione sui ragazzi, su cui non mi sembra il caso soffermarmi perchè non rilevanti, mi sembra siano state usate queste scene come riempitivo. Quel che c’è di interessante è invece il ruolo dello zio di Miranda, Raymond, che diventa sempre più misterioso, insieme a quello della governante, la signora Grunwald. La tomba di Miranda, infatti, è stata profanata durante l’assenza di Caleb, e i ragazzi ritengono che la colpa sia di Collins. Siccome Luke e Olivia hanno trovato l’uomo prendersi cura delle piante a casa della madre, Olivia chiede l’aiuto di Miranda per trovare le boccette contenenti le ciocche di capelli. Davanti ad una cosa del genere infatti, la madre non potrà che convincersi delle cattive intenzioni di Raymond. Miranda, però, non sa come convincere lo zio e decide quindi di fare un tentativo tramite la signora Grunwald.

Tentativo (anzi, tentativi) che fallisce… la donna, infatti, capisce lo stato d’animo di Miranda ma sostiene che l’unica strada sia quella che viene percorsa in quel momento. Successivamente, Grunwald ferma lo spirito che attacca Miranda ogni volta che entra in casa Collins. Spirito che torna a farle visita a fine episodio… e a cui la donna rivolge un “ti amo anch’io”… wtf??

Per concludere, vediamo che i sogni di Remy erano ben più di semplici sogni. Utilizzando una tecnica suggeritale dalla madre, cerca di governare lei stessa i suoi sogni, per capire come mai a un certo punto questi vengano sempre interrotti. Scopre, infatti, che il suo sonnambulismo la porta sul luogo dove decenni prima era stato stipulato il patto che oggi rischia di minare le vite dei ragazzi. Oltre a questo, Remy vede una cosa sospetta: il predicatore, una volta che il patto viene firmato, consegna la pergamena a un uomo che non viene mostrato, ma che è su una carrozza su cui compare il nome dei Collins. Che Raymond c’entri qualcosa?

Non ci resta che attendere e sperare di avere presto qualche risposta! E speriamo che la qualità dello show continui a migliorare, questo episodio mi è piaciuto davvero molto, e sono curiosa di scoprire sia il ruolo dei Collins che quello del ragazzo di Olivia, che ancora una volta abbiamo visto in compagnia della bambina super inquietante. Beh… a settimana prossima allora!

Ravenswood – Scared To Death (S01E05) #RAVENSWOOD

Bentrovati all’ultimo appuntamento del 2013 per quanto riguarda Ravenswood. Già, la produzione ha deciso che questo sarebbe stato il “fall finale”, per poi trasmettere il resto degli episodi a gennaio, quando tornerà sugli schermi anche la serie madre, Pretty Little Liars

ravenswood

Il titolo è “Spaventato a morte”, e già questo dovrebbe farci capire che tipo di episodio è stato. Dovrebbe, e deve, perchè le aspettative non vengono deluse.

Parto però dalla cosa che non mi è piaciuta, per toglierla subito dal discorso e passare poi alle parti positive che sono comunque state in maggior numero. Caleb e Miranda. Speravo, e continuo a sperare, che evitassero di andare a concludere il tutto con una relazione tra i due, ma dopo questo episodio qualche dubbio mi è venuto. Si è infatti scoperto che i ‘vecchi’ Caleb e Miranda erano due anime gemelle, sacrificatasi di modo che, molti anni dopo, due nuovi Caleb e Miranda avrebbero potuto sopravvivere alla maledizione ed essere finalmente felici. Abbiamo anche visto, ad un certo punto, Caleb in bilico tra la vita e la morte e dire a Miranda che gli sembrava la cosa giusta quella di essere lì con lei, nell’aldilà. Ora… fermi un attimo. La maggioranza delle persone che guarda Ravenswood arriva dal bacino di spettatori di Pretty Little Liars, ma anche non fosse così la sostanza non cambia. Hanna è sempre stata nominata durante gli episodi, e proprio in quest’ultimo abbiamo visto una telefonata ad alto livello zuccheroso tra Caleb la stessa fidanzata, con i due che si assicuravano amore reciproco. Mi fermo qui, dato che questa è la conoscenza minima che gli spettatori hanno. Se guardate PLL sapete benissimo che Caleb non ha mai dato motivo ad Hanna di non fidarsi di lui, e che il loro legame è uno dei più profondi dello show. Non mi spiego quindi questo improvviso cambio di rotta. Una frase come “è la cosa giusta restare qui con te”, detta da Caleb, scusatemi ma è fuori luogo. Possono anche fare in modo che i due ragazzi si avvicinino, e anzi abbiamo già visto che Miranda si sente legata al ragazzo, ma il tutto deve avvenire in modo graduale, se vogliono farlo sembrare credibile. Capisco l’influenza dell’essere venuti a conoscenza della maledizione e del sacrificio fatto da quelli che sembrano essere proprio loro stessi anni prima, ma il tutto non spiega comunque il modo in cui si è sentito Caleb. Ma tutto è bene quel che finisce bene per ora, e al momento rimangono tutti vivi e vegeti.

(Tranne Miranda ed Henry, il parente di Caleb, morto letteralmente di paura)

Ma andiamo ora alle cose positive. Lo show mi sembra un giusto mix di originalità e di collegamenti alla serie da cui è stato estratto. I due cappotti rossi visti nello scantinato, la stessa bambina (inquietante), sono elementi che vanno a collegarsi a Pretty Little Liars, ma che hanno comunque un senso anche per chi non l’ha mai vista. Anche il ritmo mi sembra molto sostenuto, senza essere affrettato, e speriamo che continuino su questa strada. Un primo colpo di scena l’abbiamo già visto, e considerato che è solo il quinto episodio direi che possiamo essere soddisfatti! Ora bisognerà capire se vogliono seguire le orme di quel che accade in Rosewood e cominciare una serie di risvolti e controrisvolti che ci confonderanno le idee fino a portarci alla pazzia, e quindi Dillon si scoprirà non c’entrare nulla, o se terranno questa linea del “traditore infiltrato”.

La buona notizia è che la serie è andata migliorando, e quindi non possiamo aspettarci che altri miglioramenti. La cattiva è che dobbiamo aspettare due mesi! Per il momento vi saluto, e vi invito a restare con me per le altre mie recensioni; mi troverete di nuovo online domani per Revolution e The Tomorrow People!

Ravenswood – The Devil Has A Face (S01E04) #RAVENSWOOD

Bentrovati per la recensione di questa settimana di Ravenswood. Comincio però con lo scusarmi per l’assenza della recensione di Sleepy Hollow che di solito è programmata per il martedì. A causa di problemi di salute non ho potuto scriverla, ad oggi, ed ho preferito non ritardare anche con gli altri show che ho in lista. Oggi quindi l’appuntamento con Ravenswood è confermato, mentre per Sleepy Hollow vi rimando al più tardi a martedì prossimo quando l’articolo conterrà la recensione di entrambi gli episodi. Spero comunque di riuscire a mandarla online entro il weekend!

ravenswood

Cominciamo dunque. Vi ricordo che questo è il penultimo episodio di Ravenswood dell’anno. Il prossimo infatti sarà il quinto e nonostante la serie sia tutt’altro che al termine, gli autori hanno deciso di rimandare la messa in onda del resto della serie a Gennaio, di modo che vada di pari passo con la serie madre Pretty Little Liars.

Nel corso dei 40 minuti di puntata abbiamo assistito a vari sviluppi, soprattutto in campo amoroso. Devo dire, in generale, ho sempre un po’ di timore quando vengono introdotte nuove coppie/sentimenti in una serie perchè la maggiorparte delle volte si finisce per stravolgere il personaggio, rendendolo praticamente schiavo della sua metà. Partendo da questo presupposto, però, devo dire che 2/3 delle possibili coppie sembrano avere prospettive interessanti. Parto con il parlare di Luke, che è diventato in poco tempo il mio personaggio preferito, perchè il più reale. E’ infatti più che naturale che un ragazzo che ha da poco perso il padre abbia una gran voglia di tranquillità, normalità e serenità. Cose che Remy, per colpe sicuramente non sue, al momento non può dargli. L’unica cosa che avrei evitato è questo intreccio con l’amica/nemica della sorella, Olivia; spero non ci saranno le solite liti degne dell’asilo ma che diano il giusto spazio ad ogni personaggio. L’altra coppia che mi crea molta curiosità è quella formata dalla madre di Luke e Liv e dallo zio di Miranda, Raymond. Non è una coppia vera e propria a dire il vero, ma da alcune frasi sembra che tra i due ci sia stato del tenero negli anni passati, almeno da parte dell’uomo. Vedremo quindi a cosa porterà questo amore non corrisposto… o magari non così tanto non corrisposto. Per un personaggio come Raymond Collins, che sembra insensibile a qualsiasi cosa, è infatti strano pensare che abbia dei sentimenti per qualcuno senza delle basi. Senza, infatti, che questi siano rimandati.

Arriviamo ora alla nota dolente: Miranda e Caleb. Avrei un solo commento: no. Ora, capisco che una storia d’amore è la cosa a cui si appiglia qualsiasi autore per movimentare le cose… ma questi due ragazzi si conosco da meno di una settimana (se consideriamo che l’incidente era avvenuto un giorno e mezzo dopo l’arrivo di Caleb e Miranda a Ravenswood), e trovo quindi alquanto improbabile che la ragazza abbia dei sentimenti così profondi per Caleb, a tal punto che si ritrova a piangere. Sensi di colpa per averlo fatto rimanere a Ravenswood, okay. Paura per la sua situazione attuale, okay. Ma più di questo, al momento, è una cosa che sa di finto e di telefonato.

Per quanto riguarda la storyline generale della serie, alcuni passi in avanti ci sono stati. Continuo a sostenere la teoria a cui mi riferivo la settimana scorsa, e cioè che ci sia la stregoneria di mezzo. Soprattutto il fatto che Collins tenga una ciocca di capelli per ognuna delle vittime degli strani e, ormai famosi, incidenti, mi ha fatto pensare al fatto che tenendo un qualcosa di loro impedisce che la profezia, o il patto, venga realizzato fino in fondo. Il motivo per ora è impossibile, almeno per me, da capire: troppo pochi elementi. Altro elemento da segnalare è la conversazione tra Caleb e il… nonno? Non si è ben capito, comunque con un suo lontano parente. Dopo un’iniziale scetticismo, infatti, l’uomo si presenta alla porta di casa del ragazzo e gli consegna una chiave appartenuta al fratello Henry e dicendogli che lui “nonostante non l’avesse cercato, non aveva comunque potuto fare nulla ed era andato incontro alla sua morte”. Di cosa stava parlando l’uomo? Sappiamo che ci stiamo riferendo ancora ad un’occasione in cui un militare torna miracolosamente a casa salvo, e in cambio cinque ragazzi della città muoiono in misteriose circostanze. Che quindi quella cosa non cercata sia il “patto dei cinque”? 

Ravenswood – Believe (S01E03) #RAVENSWOOD

Se pensavate che Ravenswood potesse essere una serie TV un po’ più reale rispetto alla sorella Pretty Little Liars… beh, questo episodio vi ha risposto come meglio non poteva.

Ricapitolando in maniera veloce, Caleb arriva nella cittadina di Ravenswood per cercare la fidanzata Hanna, ma decide poi di restare per aiutare Miranda, un’amica conosciuta durante il viaggio in bus, a trovare l’unico parente naturale di cui sia a conoscenza. La ragazza, infatti, proviene come Caleb dal sistema di affidamento e adozione. I due trovano lo zio di Miranda, ma colui si dimostra poco amichevole e contento del rivedere la nipote, ma gli permette comunque di rimanere in casa.

Durante un breve spostamento in macchina, alla cui guida c’è Remy e nella quale sono presenti anche Luke e Olivia, i cinque ragazzi hanno un incidente dalle cause misteriose, e Miranda purtroppo perde la vita. Noi però non perdiamo la sua presenza, dato che lei rimane bloccata tra questo mondo e quello dell’aldilà e si manifesta a Caleb come un fantasma. Il ragazzo è infatti l’unico che può vederla.

ravenswood

Con il passare degli episodi il tutto sembra prendere forma a Ravenswood. Veniamo infatti a conoscenza di molti dettagli che ci aiutano a capire un po’ di più la direzione che la serie potrebbe prendere. Come abbiamo già visto, di aspetti soprannaturali ce ne saranno abbastanza. Fantasmi, oggetti che si spostano da soli, strani rumori… di tutto e di più!

Comincio con gli aspetti positivi della puntata: sicuramente il tema centrale di tutta la serie, e cioè questo circolo vizioso per cui ogni volta che un soldato si salva miracolosamente e torna a casa, cinque giovani moriranno. Grazie all’evocazione da parte dei ragazzi dello spirito di Abbie, una ragazza morta anni prima in un incidente (una di cinque, guarda caso), vediamo comparire la scritta “cinque patto” sul tavolo utilizzato per il rito. Ovvio quindi pensare che il tutto sia collegato… ma come potrebbe essere? Sappiamo che, appunto, ogni volta che c’è un incidente e un soldato si salva nonostante tutti lo dessero ormai per spacciato, entro una settimana un altro incidente avverrà a Ravenswood di cui saranno vittime 5 giovani. E’ già stato così cinque volte in passato, ma stavolta qualcosa è andato storto. E poi c’è questo patto, cosa vorrà dire? La mia opinione è che si tratti di qualcosa collegato alla stregoneria. Una sorta di sacrificio derivato da un patto stipulato in origine da cinque ragazzi e poi protrattosi negli anni. Sembra infatti che la morte ricorrente di 5 giovani sia uno scambio, un qualcosa da sacrificare per un bene comune e per qualcosa di più importante, anche se al momento non abbiamo alcun elemento per capire cosa sia. Potrei scommettere, però, che Grunwald e Zio Collins c’entrino qualcosa.

Passiamo ora alle parti meno positive. Sperando comunque che questi siano interrogativi a cui verrà data una risposta nelle prossime settimane, al momento mi trovo di fronte a molti dubbi e buchi. Ad esempio, come mai Caleb è stato l’unico a vedere Miranda, almeno fino alla fine di questo episodio? E come mai Olivia, che fino ad ora non aveva manifestato alcun tipo di collegamento con il soprannaturale, d’un tratto avverte la presenza del fantasma di Abbie ed arriva persino a vederla?

Avrei inoltre apprezzato una via di mezzo tra il post-incidente nella scorsa puntata e questa. Nella scorsa sembrava che a nessuno fregasse molto del fatto fosse morta una ragazza, e anzi, tutti erano andati avanti con le loro giornate. Questa volta, invece, mi sono sembrati tutti molto colpiti. Com’è giusto che sia, per carità, ma stona un po’ se paragonato al menefreghismo della settimana passata.

Episodio che si assesta comunque sopra alla sufficienza, e che conferma il fatto che Ravenswood ha molto da offrire. Sia dal lato ‘normale’, con il mistero della morte di Luke ed Olivia da scoprire, e la maschera misteriosa di Collins da far cadere, sia da quello soprannaturale, con gli sviluppi collegati ad Abbie e soprattutto con l’evoluzione di Miranda, che con l’abbandono della vita terrena non sembra avere abbandonato le proprie ansie e preoccupazioni. Sembra infatti che non sia tutto “senza pensieri” l’aldilà, almeno a giudicare dalle voci dei fantasmi che le urlano di andarsene ogni volta che si ritrova nella dimora dello zio…

Ravenswood – Death and the Maiden (S01E02) #RAVENSWOOD

Dopo aver scoperto, negli ultimi episodi Pretty Little Liars, che una città più inquietante di Rosewood esiste e si chiama Ravenswood, prepariamoci ad addentrarci proprio nella suddetta città per il recap di questa settimana!

L’episodio è il secondo della prima stagione, e il titolo è “Death and the Maiden”, letteralmente “Morte e la Cameriera”.

ravenswood

La scorsa settimana c’eravamo lasciati con i 5 ragazzi che si avviavano verso casa nella macchina del padre di Remy. Mentre stavano per attraversare un ponte, però, Miranda aveva visto qualcosa in mezzo alla strada ed aggrappandosi al volante, aveva fatto sterzare l’auto, facendola cadere dal ponte dritta nel lago sottostante.

Con nostra (e non solo) grande sorpresa, scopriamo non tutti si sono salvati dall’incidente. Qualcuno, infatti, ci ha lasciato la vita. Chi è questo qualcuno? Forse l’ultima persona che vi aspettereste… Miranda. Sì, esatto! Colei che sembrava la protagonista di questa nuova serie. Mi puzza un po’ questo fatto, non vorrei che Ravenswood si collegasse alla propria serie madre con gli omicidi che poi diventando misteri che poi diventano resurrezioni. Guarderemmo Dragon Ball se ci interessasse quello. (E lo facciamo, ma dettagli!). E ovviamente Caleb, che è abituato ai labirinti di Rosewood, nonostante la morte dell’amica che apparentemente era la sua unica ragione per la sua permanenza a Ravenswood, decide di rimanere nella cittadina.

1

L’episodio è di per sé ricco di avvenimenti, anche se forse un po’ ammassati e resi troppo velocemente per essergli fatta giustizia. Dopo l’incidente e la morte di Miranda, infatti, nessuno sembra turbato a parte Caleb. Remy continua a frequentare Luke nonostante il padre le intimi di nuovo di stare lontana da lui; e anche il ragazzo e la sorella Olivia continuano tranquillamente con le loro vite, come ad esempio il fatto che Liv sia stata incoronata Reginetta del ballo… hello?? E’ morta una ragazza la sera prima! Questa è forse l’unica cosa che non mi è piaciuta, non è sembrato credibile.

A parte questo comunque non trascurabile dettaglio, si comincia forse a intravedere qualcosa nella storyline di questa serie. Remy, infatti, fa una ricerca su internet e scopre che ogni volta che un veterano torna a casa (in questo caso proprio sua madre), in città 5 adolescenti muoiono. In questo caso però, 4 si sono salvati… perchè? E c’è qualche collegamento? Effettivamente vengono fatti dei riferimenti allo zio di Miranda. In particolare, la cameriera gli chiede quanti corpi si aspettava di trovare una volta giunto sul posto, lasciando intendere che non sarebbe stato sorpreso di trovarne 5.

2

E, cosa importantissima… Miranda torna! No, fermi. Non risorge! La ragazza è morta, ma a quanto pare Caleb può vedere e sentire il suo fantasma, che decide quindi di rimanere accanto al ragazzo perchè sente la presenza di qualcuno “lì fuori con lei”, e che è convinta che l’entità che ha visto sul ponte stesse aspettando proprio loro cinque. Che quindi la ‘profezia’ sia vera e che dovessero morire tutti e cinque? E che a salvarli sia stata quindi proprio Miranda? E se così fosse, grazie a quale abilità lei è riuscita a vedere questo spirito mentre gli altri non hanno visto nulla?

3

Tante (troppe!!!) domande ci vengono alla mente mentre l’episodio si chiude con un bel tour panoramico del cimitero locale. Le basi che sono state messe sono potenzialmente buone, per cose interessanti… mi piace questa svolta che lo show ha preso con la morte di Miranda ma la sua presenza che continuerà ad esserci. Un po’ Final Destination, un po’ Supernatural. Speriamo che lo show trovi una sua identità e che diventi un po’ Ravenswood.

 

Ravenswood – Pilot (S01E01) #RAVENSWOOD

Ciao a tutti, e buon mercoledì! Da oggi si aggiunge una nuova serie a quelle recensite da me e dai miei colleghi: Ravenswood!

Rinuncio in partenza a spiegarvi la serie da cui è stato estratto questo spin-off e cioè Pretty Little Liars, in due parole: un delirio. Quindi lasciamo a PLL quel che è di PLL e partiamo subito con il pilot di Ravenswood!

Caleb Rivers, fidanzato di Hanna Marin (uno dei personaggi principali di PLL), è arrivato nella cittadina di Ravenswood per aiutare la fidanzata. Durante il viaggio, sul bus conosce Miranda, una ragazza con cui scopre di avere in comune la difficile infanzia, passata soprattutto nelle case famiglia o affidatarie. Caleb, dopo essersi assicurato che la sua ragazza non è in pericolo e proprio su suo suggerimento, decide di rimanere in questa città tetra e misteriosa per aiutare Miranda a rintracciare lo zio e a scoprire la storia della sua famiglia naturale. Quando era piccola, infatti, venne abbandonata dallo zio dopo che i suoi genitori morirono. Sia Miranda che Caleb fanno una macabra scoperta nel cimitero di Ravenwood: tra le altre, sono infatti presenti anche le loro tombe.

E con l’intro ho chiuso, pronti per questa nuova avventura? Io sono molto curiosa di vedere come gestiranno questa storyline! Non indugiamo oltre allora, e partiamo!

ravenswood

I due ragazzi arrivano alla casa di questo misterioso zio, ma l’incontro è probabilmente il contrario di quel che Miranda sperava: l’uomo, infatti, le chiede immediatamente che cosa ci faccia lì, senza mostrare un minimo segno di felicità.

Dopo essersi sistemati nell’abitazione, e aver ammirato la bellissima vista sul cimitero che la loro finestra offre, Caleb e Miranda vedono una donna pulire una tomba. Appena l’inquadratura ce lo permette, scopriamo anche il motivo: qualcuno ha infatti scritto sulla parte che un giorno sarà sua “Vedova Nera”. I figli cercano di convincerla a segnalare la cosa, ma la donna è esasperata da quel che la gente pensa di lei, cioè che sia stata lei ad uccidere il marito, e si rifiuta.

1

Caleb è intenzionato a fotografare la tomba che lo raffigura, per convincere lo zio di Miranda, ancora reticente a credere alla storia, che esiste. Quando arriva al posto in cui la sera prima i due avevano visto la foto di Caleb impressa su una tomba, scoprono che la fotografia, il nome e le date sono cambiate, e che ora non c’è più traccia del sepolcro. Il ragazzo decide quindi di consultare i registri della città per scoprire cosa si nasconde dietro questo improvviso cambiamento.

A quanto pare, una delle storie sulle quali si svilupperà la serie è proprio quella della famiglia che abbiamo visto poco fa nel cimitero. Conosciamo infatti il ragazzo e la migliore amica di Liv, la figlia della donna accusata dell’omicidio del marito, e la ragazza di Luke, il figlio. Caleb conosce quest’amica nella sua ricerca tramite gli archivi della città, e penso proprio che di conseguenza arriverà a conoscere anche Luke.

Tornando a Caleb, a lui e Miranda stanno accadendo cose strane all’interno della casa. La ragazza, infatti, è convinta di sentire dei rumori e vedere oggetti che si spostano. Caleb, invece, viene attaccato da qualcuno mentre si sta rilassando con un bagno caldo.

Successivamente, in città si sta svolgendo una manifestazione. Mentre Caleb e Miranda raggiungono Remy (la ragazza di Luke) e le confidano che anche Miranda ha visto il proprio nome su una tomba. I tre si rimettono quindi alla ricerca di informazioni.

Durante la manifestazione, invece, un ragazzo con il volto nascosto rovescia addosso ad Olivia della vernice rossa, probabilmente altro particolare legato all’omicidio di suo padre. La ragazza, sconvolta, fugge mentre gli amici cercano di capire chi sia stato.

2

Mentre scappa, Olivia incontra suo fratello Luke, e lo prega di non dirle che l’aveva avvisata. Ma il ragazzo non fa nulla di tutto ciò, anzi, le offre la sua giacca per coprirla e si avvia con lei verso casa.

I due vengono poi raggiunti sulla strada da Remy, che sta dando un passaggio a Miranda e Caleb e si offre di accompagnare anche loro. Su suggerimento di Olivia, Luke accetta anche se non si fida di Caleb (che ha incontrato poche ore prima in un bar).

Mentre stanno attraversando un ponte, Miranda vede in mezzo alla strada la figura di una donna, e aggrappandosi al volante per far sì che non venga investita, porta la macchina a scontrarsi contro il guard rail e precipitare nel fiume.

3

L’episodio si chiude così, con i ragazzi che tentano di uscire dall’auto che sta lentamente affondando e con quella misteriosa figura a guardarli dal ponte.

4

Beh, che ne pensate? Inquietante abbastanza per i vostri gusti? Per i miei, sicuramente!

Avete già qualche teoria sulla serie? Chi sarà la misteriosa figura? E cosa nasconde Raymond, lo zio di Olivia? Speriamo di avere risposte al più presto!