#Avengers #InfinityWar – La Recensione

La fine è qui. Dieci anni di film e di avventure trovano il loro culmine in Infinity War, il film più atteso del 2018. Tante aspettative… quante delusioni?

Continua a leggere

Annunci

Verona, La Sagra dei Fumetti

Con un immenso ritardo ecco una brevissima recensione della Sagra dei Fumetti di Verona…che più che recensione è una carrellata di foto.

Comunque posso dire che è una bella fiera, non è molto grande, ma è molto ben organizzata, con tanti ospiti, una bella area artisti e tante attività, per non parlare dei concerti serali e poi che dire, questa volta sono particolarmente compiaciuta e soddisfatta perchè ho finalmente incontrato tanti cosplay in tema Marvel!

la-sagra-dei-fumetti

Come ospiti abbiamo incontrato Omar Fantini e Scintilla comici di Colorado Caffè, Pietro Ubaldi grandissimo doppiatore, Amanda Connor e Jimmy Palmiotti entrambi disegnatori prima per Marvel e ora della DC (per farla breve i disegni del fumetto DC Harley Queen sono loro) , Sio, Gianni Fantoni e tanti altri.

Poi che dire CRISTINA D’AVENA, immensa come sempre!

Posso davvero dire che vale la pena farci un giro! Dopo il salto, le migliori foto.

Continua a leggere

#Atlantis – Pandora’s Box (S01E09)

Una missione suicida attende Ercole ed i suoi amici: recarsi agli Inferi per recuperare un oggetto, qualcosa di molto potente.  Ci riusciranno in un solo giorno? O Falliranno? Comunque vada, una cosa è certa: nessuno può sfuggire al proprio destino…

vlcsnap-2013-10-08-20h09m50s1

Trama

Ercole confessa a Medusa, al chiaro di luna, che le voci sentite dalla ragazza su di lui (Beve, gioca d’azzardo, si indebita ed è un donnaiolo) sono vere, ma, aggiunge, da quando ha conosciuto lei è cambiato. In quel momento, qualcuno colpisce in testa il nostro eroe e rapisce entrambi.

Il mandante di questo atto è Kyros, uomo a cui Ercole (tanto per cambiare) deve dei soldi. Il nostro eroe sta per essere decapitato quando l’uomo gli propone uno scambio: dovrà compiere una missione per lui ed in cambio non solo sarà lascaito in vita ma i debiti verranno cancellati. La missione è semplice (da dire) recuperare uno scrigno. Dall’Ade. Ercole no vuole accettare, perchè recarsi nell’ade vuol dire morte certa, tanto varrebbe ucciderlo subito. Kyros è d’accordo ma non sarà il primo, visto che dovrà assistere alla morte di Medusa: Ercole cede ed accetta la missione, dopodichè viene nuovamente colpito in testa e perde i sensi.

   vlcsnap-2013-12-03-22h23m12s106

Al mattino, Pitagora e Jason escono per comprare il pane (quello in casa infatti è muffa con il pane) e trovano Ercole a terra legato ed imbavagliato. Una volta liberato, spiega loro la situazione. Pitagora propenderebbe per andare a liberare Medusa, maErcole gli dici che non sa dove la tengano e soprattuto che se ci provasse, la ucciderebbero. Decidoon quidni di trova un modo discendere all’ade, Pitagore li informa che c’è qualcuno che è tornato dall’Ade e per sapere come devono trovare Eunapio, lo ierofonte, uno dei seguaci di Persefone, la moglie di Ade.

Giunti al suo eremo, i nostri tre eroi chiedono all’anziano uomo come possono fare per ottenere quello che vogliono. Sulle prima si rifiuta però di dare le informazioni, allora Ercole sguaina la spada e…sorpesa, ci son odiversi arceri pronti ad adtaccare in difese dello ierofonte. Jason controbatte dicendo chesono disposti a tutto, Eunapio ordina di ucciderlo, ma Jason colpisce una freccia al volo tra lo sorpresa di tutti ed il gruppo otitne così le informazioni per accedere (ed uscire) dagli inferi sottopondendosi ad un rito che lascia però Pitagora fuori dal regno dei morti perchè sarà lui che dovrà risvegliare gli amici dal sonno in cui cadranno.

vlcsnap-2013-12-03-23h02m30s90

Ridestatsi nell’Ade, Jason ed Ercole attraversano l’Acheronte (grazie a “Caron dimonio, con occhi di bragia”)  ma nel frattempo nel mondo dei vivi, le cose per Pitagora non vanno bene. Avrebbe dovuto sveglaire i suoi amici quando avrebbe sentito i corvi (messaggeri della morte) gracchiare ma la sua attenzione viene attrata dal verso di una gazzaladra (ad occhio). Per scopreire che non si strattave di un corvo, Pitagora si era arrampicato sul tetto di casa passando dalla finestra, da lì era caduto a terra per poi esser copito da un pezzo di legno, mentr e in casa divampa un incendio. Insomma, la Legge di Murphy applicata ad Atlantis.

Dall’altra parte dello Stige, Jason ed Ercole vegono accerchiati dalle anime di alcuni defunti con fare minaccioso e vegono salvati da Cyrus, che con l’oro aveva combattuto nell’arena contro il toro. Ercole gli spiega la loro missione: vista la pericolosità, Cyrus si offre di fare loro da guida.

Pitagora viene svegliato da una donna che gli chiede se si sia buttato dalla finestra pe scampare alla fiamme: vedendo il fumo uscire dalla casa, il matematico corre in casa, ma non trova più i corpi degli amici: i becchini hanno già preso i corpi per la sepoltura.

Dopo essersi creati delle torcie Cyrus, Ercole e Jason continuano il cammino verso il Tartaro, a parte più buia degli inferi ed una volta giunti al termien del pozzo che porta al suo ingresso, vi entrano: Cyrsu li avverte di fare attenzione a non farsi scopre dalle anime che vi trovano o per loro sarà la fine.

Pitagora giunge da un becchino, il quale però non sa nulla dei corpi di Jason ed Ercole e  gli dice di andare dall’altro becchini, al lato opposto della cità: Thanos.

Mentre i niostri si aggirano alla ricerca dello scrigno non si accorgono che qualcosa li sta seguendo, ma giugono ugualmente nell’antro di Campe: lo scrigno è lì, a portat di mano. Jason prova a prenderlo ma viene fermato da dei rumori: è Campe che sta custodendo lo scrigno, e non è un bel vedere (pensate ad uno scorpione gigante antropomorfo…NdR).

vlcsnap-2013-12-03-23h34m02s65

Scatta quii la lotta tra Campe ed i tre temerari: Jason riesce alla fine ad ottenere lo scrigno ed ha ferire la creatura. Campe li avverte di non parirlo, perchè si dice che fosse appartenuto a Pandora, la prima donna sulla terra. Zeus lo gettò nell’Ade dove risede il male per tenerlo lontano dagli uomini. Una votla aperto lo scrigno infattti, verrebbero casuate molte sofferenze. Campe non può quindi permettere che lascino l’Ade con lo scrigno e desta con un urlo le anime dannate del Tartaro: è tempo di correre! Jason non vuole suonare il corno per fare ritorno (con l’aiuto di Pitagora stando al rituale) per non lasciare Cyrus lì, nella zona più buia degli inferi, ma alla fine si vede costretto a farlo.

Anche Pitagorea deve continuare a Correre: Thanos gli dice che deve andare al ceancello occidentale della città (è a quello a Settentrionale) perchè è lì che sono stati sepolti: uscito dalle pompe funebri, vedo un corvo e capisce che è meglio darsi una mossa. Giunto al campo di selpoltura inziia a scavare per dissotterrare i corpi, mentre nell’Ade i nostri continuano a scappare, ma all’ultimo moento Pitagoria li fa tornare tra i vivi.

vlcsnap-2013-12-03-23h51m35s104

Una volta a casa, Jason suggerisce di no consegnare lo scrigno a Kyros, visto quanto detto da Campe, e di crearne uno simile da consgnargli al suo posto. Ercole non è d’accordo, visto che in ballo c’è la vita di Medusa. Alla fine però cede e decidono di trovare un falegname per portare a compimento il piano.

Scocca la mezzanotte, l’ora pattuita per la conssegna a Kyros dello scrigno. L’originale viene nascoso in casa, nella botalo che a suo tempo nascose Jason, ed Ercole si reca a fare il suo dovere.

Lo scrigno viene dunque consegnato a Kyros, il quale trova una sorpresa una votla aperto (qualcosa che attendeva da anni): una vipera. Medusa intatno è stata “riconsegnata” ad Ercole ed i nostri eroi si trovano ora a correre inseguiti dagli sgherri di Kyros. Ercole esorta Medusa ad attenrli a casa, mentre nello scontro Jason uccide Kyros (e pitagore si fa valere a sua volta). Quandi Jason scopre che Medusa è stata mandata a casa, corre a raggiungerla per impedire che possa trovare lo scrigno vero.

Dalla botola, la ragazza sente dei rumori e decide di guardare a cosa siano dovuti trovando lo scrigno…ed aprendolo prima che Jason, Erocle e Piatagora arrivino ad impedirglielo. Una volta giunti però non la trovano più, trovando solo lo scrigno. Sentono delle urla provenire dalla strada ed accorrono per vedere… trovando delle statue. Pitagora si chiede da dove vengano, e Jason dice che non sono statue…Medusa si è trasformata. Ercole gli ordina di dirgli cosa voglia dire, ma prima di aver una risposta corre alla ricerca di Medusa sentola urlare.

vlcsnap-2013-12-04-00h15m40s220

Ercole la raggiunge e le chiede di mostrarsi, ma lei si rifiuta dicendo che è un mostro e lo supplica di andarsene. Ercoel le dice dche qualunque cosa sia successa, la possono sistemare, in quel momento Jason li raggiunge con uno scudo (trovato a terra) e gli dice di non guardarla direttamente, ma di farlo tramite il riflesso sullo scudo.

Medusa non vuole mostrarsi, ma Ercole insiste: Medusa si mostra per come è divenutoa ora, con dei serpenti al posto dei capelli.

vlcsnap-2013-12-04-00h21m48s70

EWrcole non si da pace, giurando che troverà un modo per spezzare la maledizione mentre Medusa gli dice che deve scappare e di non pensare più a lei, di considerarla morta.

Jason consegna lo scrigno all’Oracolo dicentole di nasconderlodove non possa essere trovato, poichè ha visto il male che è in grado di fare. Jason le chiede anche se ci sia un modo per sconfeggere la maledizione ed tra i due nasce una accesa discussione: alla fine l’Oracolo rivela a Jason che arriverà un momento in c ui dovrà uccidere medusa, senza alternative di scelta perchè se non lo farà ci saranno migliaia di morti ed Atlantide verrà distrutta. I loro fati, insomma, sono legati. Jason lascai il tmepio di Poseidono maledicendo l’Oracolo e gli Dei, dicendno loro (sull’ngresso del tempio) “Fate del vostro peggio”.

vlcsnap-2013-12-04-00h30m54s153

Special Guest

Jemma Jones: Campe
Thanos: Richard Clews
Eunapio: Julian Glover
Caronte: Trevor Allan Davies
Kyros: Anton Lesser

Trivia

Thanos, il secondo becchino, è una variante di Thanatos, il nome del Dio che personifica la morte nella mitologia greca.

Lezione Di Mitologia – Il Vaso Di Pandora

Nella mitologia greca, il vaso di Pandora (chiamato anche scrigno di Pandora) è il leggendario contenitore di tutti i mali che si riversarono nel mondo dopo la sua apertura. Secondo il racconto tramandato dal poeta Esiodo ne Le opere e i giorni, il vaso era un dono fatto a Pandora da Zeus, il quale le aveva raccomandato di non aprirlo.

Pandora, che aveva ricevuto dal dio Ermes il dono della curiosità, non tardò però a scoperchiarlo, liberando così tutti i mali del mondo, che erano gli spiriti maligni della vecchiaia, gelosia, malattia, pazzia e il vizio. Sul fondo del vaso rimase soltanto la speranza (Elpis), che non fece in tempo ad allontanarsi prima che il vaso venisse chiuso di nuovo. Prima di questo momento l’umanità aveva vissuto libera da mali, fatiche o preoccupazioni di sorta, e gli uomini erano, così come gli dei, immortali.

Dopo l’apertura del vaso il mondo divenne un luogo desolato ed inospitale simile ad un deserto, finché Pandora lo aprì nuovamente per far uscire anche la speranza, ed il mondo riprese a vivere.