#Runaways – #Doomsday (S01E09)

La scoperta di Molly ricompatta il gruppo dei ragazzi, ed è una scoperta che cambia decisamente il futuro dei loro mondi.

Una cosa doveva fare questo episodio e l’ha fatta decisamente bene. Ci doveva preparare all’inevitabile constro tra genitori e figli? Bene, lo ha fatto. Ed ha pure incasinato lo scenario cambiando un po alcuni legami.

Nello specifico, ha cambiato il ruolo di Frank Dean (noto anche come inutilità) facendolo diventar quel tipo di personaggio che vorresti vedere morire tra la più atroci sofferenze, tipo facendogli ascoltare la discografia di Gigi D’Alessio.

Karolina si fida di lui, di lui padre, e gli rivela tutto quello che hanno scoperto e quello che avevano intenzione di fare prima che Chase distruggesse il computer di Alex: lei si fida, vede in lui un alleato contro il Pride e la chiesa di Gobborim che non lo vogliono.

Errore enorme: Frank riferisce tutto a Jonah, per filo e per segno. Cosa non si fa per un po’ di gloria eh? Oddio, c’è anche parecchia voglia di rivalsa, ma schierarsi dalla parte di chi ti ha trombato la moglie… è un po’ strano.

Abbiamo anche alcune risposte, finalmente, su quello che è il piano generale e sui genitori di Molly, forse anche sui poteri della stessa Molly.

  1. I genitori di Molly avevano capito che il lavoro del Pride era pericoloso, e metteva a rischio l’umanità. Si parla di energie alternative, una fonte di energia sotto Los Angeles (proprio dove ha il cantiere Wilder), qualcosa in grado di causare esplosioni importanti.
  2. La loro morte è stata causata non da Tina come era facile pensare e come tutti sospettavano: ad ucciderli causando un esplosione, è stata Leslie. Un’altra che quanto a stronzaggine è da competizione.
  3. Tra le scoperte fatte, c’è anche una strana roccia: nelle ultime immagini relative all’icidente vediamo Molly che ci giocherella e dopo l’esplosione è abbracciata ad una grande pezzo di essa. Potrebbe essere questa l’origine del suo potere?

Ma vedere Jonah che mette in riga tutti con la storica frase “It’s 10 PM…” beh.. non ha prezzo. E non ha prezzo neppure il fatto che i genitori, tutti, cadono dal pero scoprendo che i ragazzi sono andati al ballo della scuola come copertura portandosi via quello che serviva loro per la missione:

  • Alex: pass di accesso al cantiere del padre;
  • Nico: il bastone
  • Chase: Fistigons
  • Gert: la dinosaura (e datele il nome cavolo!)
  • Molly: scappa di casa
  • Karolina: è lei stessa un’arma, come Molly

E pensare che poche ore prima erano un gruppetto allo sbando sul punto di mollare: tutto merito di Molly che grazie al video dei genitori (dolorosissimo per lei) li riavvicina, ma anche merito di Gert che in segno di sfregio verso quella zoccoletta di Eiffel (perchè chiamarla Paris era troppo mainstream) che ci prova con Chase e regalandogli un biglietto (dopo aver detto ad Alex che per lui non c’è posto) per il ballo e senza troppe allusione gliela offre. Lui non avrebbe intenzione di andarci e così Gert compra 5 biglietti per tutto il gruppo.

Se deve essere l’ultima serata assieme, che sia memorabile, che significhi qualcosa.

Eccome se significherà qualcosa… non tanto, non ora, per la lotta contro i genitori, ma per quello che viviono i ragazzi quella sera. Non dico che sia qualcosa di scritto in maniera epica e memorabile, qualcosa che stravolge illumina le menti: è qualcosa di semplice, che funziona bene e diverte.

Quello dei balli è un momento importante per gli americani, il non prendervi parte può segnare profondamente (prendete l’agente Lee di Fringe…), e qui ha un’importanza ancora maggiore: se il mondo può fanire, inutile tenersi tutto dentro.

Per un attimo persino Chase sembra non essere l’idiota che chiaramente è (lo dimostrerà in seguito anche), ed ammette che lui per Gert ha sempre avuto un debole, anche se lei lo prendeva a male parole. Al tempo stesso, Get trova il coraggio e si fa avanti con Chase, e così i due combinano. Impossibile non tifare per Gert, che porta in alto il valore di chi viene visto come uno sfigato.

Non vedendoli arrivare, gli altri si preoccupano: Nico decide di andare a vedere e friendzonato brutalmente Alex, ci va con Karolina. La quale a sua volta trova il coraggio e ci prova con Nico: e le va bene pure a lei.

Ed ora immaginate gli l’imbarazzo dei quattro quando si incrociano poco dopo, prima della loro vera missione.

Una missione che come non va bene perchè grazie a Frank che fa la spia tutti i genitori si trovano al cantiere decisi a fermare i figli: siamo allo scontro frontale ed ora le verità devono emergere.

Ed il fatto che Leslie abbia paura della figlia (e non sapeva del suo potere), è decisamente strano.

 

Annunci

Un pensiero su “#Runaways – #Doomsday (S01E09)

  1. mi piace, leggerò il tuo blog un poco alla volta, ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.