#Powerless: No Power, More Problem

Nell’era in cui DC Comics e Marvel si scontrano a colpi di film e serie TV, può capitare che ci sia almeno un colpo a vuoto. Ecco, questo colpo a vuoto ha una nome: Powerless, la prima comedy basata sui personaggi della DC Comics.

– ATTENZIONE SPOILER –
(Oh, ve lo dice pure Medioman! ME-DIO-MEN!)

Come tutte le prima, Powerless aveva l’arduo compito di convincere. A dispetto del cast con un paio di nomi di rilievo come la Hudgens e Alan Tudyk, fallisce miseramente nonostante l’idea di base fosse originale e potenzialmente intrigante.

Una compagnia che si occupa di aiutare la popolazione creando prodotti che li metta al sicuro dagli attacchi dei cattivi e dai danni collegati, una sorta di visione dal basso delle gesta dei supereroi: questa è la premessa di Powerless, qualcosa di effettivamente diverso.

Il primo problema in cui si imbatte la serie è che, per l’ennesima volta, è scollegata dalle altre produzione televisivi targate DC Comics: non è un problema di per sè per una serie come Gotham (vedremo se sarà lo stesso per Black Lightning), la differenza sta proprio nel soggetto che non ha la forza necessaria per stare in piedi.

In Gotham abbiamo Bruce Wayner, per quanto giovane, abbamo Penguin, Riddler, Gordon… tutta serie di personaggi che per quanto siano rielaborati sono riconoscibili. In Powerless i grandi eroi vengono solo citati marginalmente, non appaiono mai sullo schermo. In più siamo in una città creata appositamente per la serie (Charm City) con eroi di Serie D e noti forse solo ai più accaniti lettori delle produzioni DC Comics come Green Fury, The Olympian, Crimson Fox, Doctor Psycho…

Ad aggravare la cosa il fatto che la serie sia ambinenta all’interno della Wayne Security, una compagnia di Bruce Wayne dove però il capo è il cugino (decisamente scemo) Van Wayne.

L’umorismo? Poco convincente, quasi forzato, a tratti demenziale con batttute che non hanno particolare impatto.  Le scrittura poi sembra non riuscire ad usare a dovere le qualità del cast, che si reggi praticamente solo sulla Hudgens (con una prova dignitosissima) e in parte Tudyk.

Già, il cast. Ecco quello principale.

  • Vanessa Hudgens: Emily Locke, direttore della Ricerca & Sviluppo alla Wayne Security. Entusiasta del suo lavoro, ostinatamente ottimista.
  • Danny Pudi: Teddy, dipendente di Emily, passa il tempo a inventare scherzi ai colleghi.
  • Christina Kirk: Jackie, l’assistente di Van Wayne.
  • Ron Funches: Ron, collega di Teddy. Tutti pensano che sia di Atlanta, in realtà è di Atlantide.
  • Alan Tudyk: Van Wayne, il cugino di Bruce, a capo della Wayne Security. Il suo scopo è di lasciare Charm City per andare al quartier generale di Gotham.

Certo, la serie ha avuto un po’ di sfortuna anche come quando in Canada e diverse zone degli USA (ed in streaming) è stato mandato in onda il nono episodio al posto del settimo perchè questo parla di un attacco col gas, a poca distanza da un vero attacco gon armi chimiche in Siria. Non tutte le reti affiliante della NBC hanno saputo per tempo del cam,bio di programmazione e quindi… alcuni l’han visto ed altri no. Insomma un bel casino.

 

Gli ascolti poi non l’hanno premiata per nulla, motivo per cui dopo nove episodi è stata tolta dalla programmazione: i restanti tre? Sono stati distribuiti on line da TVNZ OnDemand in Nuova Zelanda, dalla NBC nessuna notizia.

Eccome quale è stato l’andamento degli ascolti (media di 2.30, serie tv meno vista sulla NBC)

Ma non c’è davvero nulla da salvare di Powerless? Ci sono pochissime cose.

  • L’idea di una comedy nel mondo dei fumetti è buona, ed è probabile che in casa Marvel prenderanno appunti per la possibile serie sulla Damage Control (se ne parla da un paio di anni, quindi non è detto si farà);
  • La prova della Hudgens. Sarà che avevo poche aspettative su di lei, ma ha reso bene. Resta da capire se è per la pochezza del resto (magari perchè non tutti son sfruttati ed usati come meritano) o meno;
  • La sigla. Ok, non è molto, lo so. Ma i titoli di testa creati usando le storiche copertine delle pubblicazioni DC (come il primo numero di Superman).

Per il resto, davvero poca roba. L’ennesima battuta a vuoto della DC, ma son cose che capitano quando si fanno questi esperimenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...