#IronFist – Bar The Big Boss (S01E12)

Nel tentativo di liberarsi dalla sua prigiornia, Ward stringe un accordo che si ritorcerà contro chi ha a cuore mentre Danny e Davos dovranno fare i conti col loro passato.

Per rendere migliore il personaggio di Danny basta poco. Ad esempio fare in mondo che non si comporti da bambinetto petulante ma almeno un MINIMO da allenato guerriero quale è. In questa puntata Danny si comporta così, è come se gli fosse cresciute all’improvviso le palle, basta vedere come risponde incazzoso a Davos.

Come detto nella scorsa puntata, la ragione tra i due guerrieri di K’un L’un sta da ambo le parti. La differenza tra i due è solamente una, ovvero le origini: uno è natio di quella città e la vuole proteggere, l’altro è di New York, e vuole difenderla allo stesso modo dallo stesso nemico che è rappresentato dalla Mano.

Tutto il resto è solo un pretesto. Davos in realtà non ce l’ha con Danny anche per altri motivi, soprattutto l’aver lasciato la  Città Mistica senza dirgli nulla e forse meno di quanto ci si aspetterebber per il ruolo che ricopre. I due sono come fratelli, sono cresciuti assieme, si sono allenati ed affrontati più e più volte.

E giustamente Danny, quando finalmente i due vengono alle mani, gli ricorda che come gli faceva il culo a strisce allora, glielo fa oggi. Perchè lui è l’Iron Fist ed è Danny Rand: le due cose non sono separate, non ci si annulla solo perchè si riveste un ruolo.

Anzi, si implementa, si migliora quel ruolo essendo sè stessi. Facendolo proprio e diverso, personalizzandolo: di eroi fatti con lo stampo, duri e puri, ligi al dovere e ciecamente asserviti ad una causa possiamo fare anche a meno.

Con Iron Fist ci hanno impiegato un po’ troppo forse a capirlo, o a palesarlo, ma ora ci siamo direi: la strada è quella.

Ovviamente non ci sono solamente Davos & Danny, abbiamo pure Colleen che finalmente ha deciso da che parte stare: contro Bakuto, ad aiutare i due di K’un L’un nonostante Davos la voglia morta poichè è della Mano (e diventa una delle scuse per lo scontro tra i due). Con questa alleanza, più che mai fragile, si arriva all’eliminazione di Bakuto dopo na contro tra Sensei ed allieva. Peccato che poco dop Danny e Davos litighino e senza che nessuno se ne accorda il cadavere viene portato via dal luogo del combattimento.

A dargli il colpo di grazia comunque non è stata Colleen e neppure Danny che preferiscono essere diversi da loro ed affidarsi alla giustizia (ideale lodevole, ma guardate un po in che situazione siete), bensì Davos: ecco, lui è disposto a fare quello che gli altri non vogliono o non si sentono di fare. La sua impostazione mentale, il suo condizionamento è ben più forte di quello di Danny, almeno per i dettami dei monaci.

Torniamo questa settimana a rivedere Ward, il quale torna in libertà grazie all’intervento di Bakuto il quale gli fa una proposta: allearsi e togliere di mezzo Harold, e continuare come se nulla fosse. In pratica cambiano le persone, non le cose: una situazione con un sapore gattopardesco (tutto deve cambiare affinchè nulla cambi). Harold e Gao rimpiazzati da Ward e Bakuto quindi? L’idea era quella, ma come abbiamo visto è fallita.

L’uscita di scena fa però comodo ad Harold. Liberatosi di Bakuto (e quindi della Mano) ora può riprendere il controllo delle imprese Rand assieme ai figli e quindi punta a toglier di mezzo Danny. Lo fa incastrandolo con la DEA, l’antidroga americana, che fa irruzione nel Dojo di Colleen.

Il villain della stagione si rivela quindi essere quello che si pensava all’inizio ovvero Harold quindi. La differenza è che in questa missione è di fatto solo perchè 1) Ward avverte Danny della trappola tesagli e vuole elimniare il padre; 2) Joy non è un fattore perchè sotto i ferri (grazie ad un colpo di pistola di Bakuto). Lasciamo perdere il fatto che lui la porta in ospedale e nessuno si rende conto che sia Harold Meachum e che dovrebbe esser morto, preferisco ignorare sta cosa.

Emerge qui però l’Harold peggiore. Sì, peggio di quanto visto sino ad ora. Viscido, manipolatore, figlio di buona donna, disposto pure a sacrificare i figli per il potere: in certe serie sarebbe comunque ordinaria amministrazione…

La Mano è uscita di scena quindi? Not so fast. Bakuto potrebbe pure tornare per quanto ne sappiamo, ed ora sappiamo come eliminare Harold (e quindi chi come lui viene riporto in vita dalla Mano): decapitazione. Ok, non che servisse un genio, ci si poteva arrivare tranquillamente… Assisteremo ad una decapita la prossima puntata? Credo proprio di sì.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...