#DoctorWho – The Lie Of The Land (S10E08)

I Monaci hanno preso il controllo del mondo e istituito la loro dittatura. Il Dottore è con loro: toccherà a Bill e Nardole risolvere la situazione.

Si chiude la trilogia dei Monaci, e non lo fa benissimo ma quello che doveva comunicare arriva chiaro. Era inoltre un episofdio del giusto tenero a questo punto della stagione, con il finale che è davvero ad un tiro di schioppo.

Moffat non ci instaura nuove paure questa settimana, ma ribadisce un concetto molto importante di questi tempi ovvero le fake news e di come combatterle sia difficile. Ed anche una volta sconfitte… non lo sono veramente, perchè non si impara mai davvero la lezione.

Questo è il messaggio: sconfitti i Monaci, tutto torna alla normalità, loro sono spartiti nel nulla e non c’è una singola traccia del loro passaggio, si sono cancellati dai ricordi della gente. I danni però restano, quelli visibili come le statue ora distrutte spariranno col tempo… ma le persone morte non torneranno in vita, eh.

Non dite che per le fake news non si muore perchè invece succede: pensate al Pizzagate. Sì, il noem dfa ridere ma leggete QUI e ditemi se vi fa ancora ridere.

Tornando alla puntata, come ipotizzato abbiamo avuto la rigeneazione vista nel trailer della stagione…ma era una finta, parte di un complesso piano del Dottore per muovere attacco ai Monaci.

Parte del piano è quella di fingere di collaborare con i Monaci, diffondendo fake news, rinforzando la loro propaganda che li vuole al fianco dell’umanità da sempre mentre sono lì da sei mesi solamente. Chi non si adegua viene prelevato con la forza dalla polizia e portato in campi di lavoro (ed ucciso).

Bill in questi sei mesi è riuscita a passarla liscia, le menzongne non hanno attecchi su di le, anche se il peso inizia a farsi sentire. Ad aiutarla in questa resistenza il pensiero della madre: ed è già la seconda volta che è decisivo questo pensiero.

Come dicevo, la rigenerazione è una finta così come la collaborazione del Dottore coi Monaci: con l’aiuto di Nardole, Bill lo rinraccia convinta che sia un trucco  ma quando il Dottore si comporta freddamente con lei, criticando quanto fatto da Bill per ridargli la vista, lei smette di crederci e dopo aver rubato la pistola ad una delle gaurdie, spara al Dottore.

Ed ecco la trollata doppia di Moffat, che però ci ricorda di una cosa: il Dottore mente. Qui mente due volte visto che lo fa a Bill ed ai Monaci. Le guardie? Deprogrammate dallo stesso Dottore ed ora al suo fianco. parte così l’offensiva finale con l’aiuto di Missy, la quale dice come sconfiggere i Monaci (avendolo già fatto lei): bisogna eliminare ciò che ha permesso ai Monaci di prendere il potere.

In parole povere, uccidere Bill. Il Dottore si oppone e decide di trovare una via differente, come suo solito. Una mossa che funziona fino ad un certo punto perchè quando prova ad interrompere la diffusione del “pensiero unico” dalla base dei Monaci, questo si rivela esser troppo per lui. Ci pensa quindi Bill, la quale accetta di sacrificarsi e prova a rimuoverlo lei… riuscendoci, grazie all’ancora che il Dottore le ha fornito: l’immagine della madre, al ricordo idealizzato di lei, qualcosa che i Monaci non possono intaccare o cancellare.

Ulteriore indizio che Bill non è arriva lì per caso, visto che lui con quel regalo pensava sol di esser gentile? Probabile, ma c’è un piccolo messaggio in questo: fai del bene agli altri, e questo ti tornerà. In questo caso, a giovarne sono tutti.

C’è però un altro dettaglio intrigante e riguarda il dialogo tra Missy ed il Dottore circa l’essere buoni. Missy non è diventata buona, non del tutto almeno: mentre il Dottore lo è fino all’estremo, per la collettività, Missy fa capire che è ben disposta a sacrificare qualcuno per la causa.

Quell’ “ho appena salvato questo mondo perchè voglio cambiare” dice moltissimo. Siamo ad uno scontro tra due tipi di bontà? Sicuramente. Idealismo (il Dottore) contro Realismo (Missy), quindi? Ci può stare.

Bill (ottime le interazioni con Nardole) in questa puntata rafforza ulteriormente il suo status di companion forte, indipendente e che non si fa problemi di sorta. Deve sacrificarsi? Non ci pensa due volte, e considerando che c’è chi in passato per prende una decisione a momenti doveva leggere i tarocchi o consultare il pendolino, pensare, riflettere…

Non una gran puntata devo dirlo. Ci sono diverse cose che non si chiudono bene, basti pensare a come reagirà la gente alla morte dei cari, a chi ri torva in un campo di concentramento senza sapere come ci è arrivato. O anche come abbia fatto il Dottore a imbrogliare i Monaci ed a deprogrammare le guardie.

Non sono convinto della puntata, ma capita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...