#The100 – The Otherside (S04E11)

Con la presa del bunker, Clarke si trova a dover affrontare le pesanti conseguenzi della decisione presa.

Non dimenticatevi la nostra affiliata The 100 Italia.

Ok qui siamo alla follia totale. “Questa è follia!” “No, questo è DE CIENTO!” (sulle note della Champions League). Dopo una puntata che è sicuramente tra le migliori (se non la migliore), eccone una che riesce a tenere botta con le sue conseguenze, cosa non facile da fare: ed ovviamente, ci sono dei dolori da affrontare.

Prima di guardare al cuore della puntata però, volgiamo lo sguardo verso Raven ed anche verso chi è rimasto ad Arkadia.

La follia in Raven è legata alle sue condizioni di salute che sappiamo essere più che mai precarie. Qui gli autori hanno il colpo di genio di farci vedere il suo conflitto interiore di lei, affiancando a Becca… Sinclair. Becca la spinge verso il suicidio, è inutile girarci tanto attorno: Sinclair invece la spinge a restare in vita, a lottare e a salvarsi in ogni modo possibile.

Per farlo… va vicinissima al suicidio. SI tratta di fare un reboot del cervello (sarebbe una cosa utile per molte persone…) motivo per cui si immerge nel ghiaccio, perde i sensi, si risveglai ed usa il defibrillatore per lo shock necessario.

Raven ha scelto di vivere e lottare quindi. Sinceramente non so quanto sia conveniente vista la situazione che si è creata, ma prepariamoci altre sofferenze con lei. Devo esser sincero, mi stavo preparando alla sua morte prima del finale di stagione: ora, forse, la rivedremo l’anno prossimo.

A fare da contraltare alla scelta di Raven, i ragazzi di Arkadia guidati da Jasper. Loro sono rassegnati, demoralizzi e depressi. Aspettano la fine del mondo tra feste, alcool e droga nonostante Monty insista per farli ragionare, dicedno che potrebbe salvare alcuni di loro se volessero seguirlo prima che sia troppo tardi: nulla da fare, anzi la morte di Riley dà a Jasper l’idea perevitre la sofferenza.

Riley, personaggio utile quanto Ilian, anzi pure meno, muore per un’overdose di “the” creato da Jasper, il quale impedisce a Monty di rianimarlo e decide di trovare la dose giusta per… un suicidio di massa. Ovviamente l’ultimo a morire, guardando il sole è proprio Jasper il quale dice ha un (troppo) lungo addio con Monty priam che questo scopra quanto successo: tutti morti tranne Harper, che fino a poco prima lo volve lmandare via ed ora invece se ne andranno assieme verso il bunker.

Una cosa che non mi aspettavo di vedere in una serie tv era il suicidio di massa per la fine del mondo (vera o presunta che sia). The 100, lo ha fatto ma non è stato abbastanza di impatto come avrebbe meritato, anche se è vero che qui erano in ballo le terze e quarte linee di Arkadia. Jasper, come giò detto,  era al capolinea da un po’ ed il suo addio più che doloroso è stato palloso: personalmente salvo solo le immagini usate.

Sentire la mancanza di Jasper? Jasper chi?

Il Bunker dunque, il centro della puntata. Siamo ad uno stand-off, Octavia con l’aiuto di poche forze cerca di rallentare la scoperta del tradimento di Skaikru, mentre all’interno dell’unica salvezza per il genere umana vediamo che di fatto è stato compiuto un colpo di stato da parte di Jaha.

Non che reputi Clarke innocente, attenzione: è colpa sua se è accaduto, se lui è tornato ad avere un ruolo importante. Il fatto che faccia portare via Bellamy e chiuderlo in carce è la dimostrazioen di come lui controlli l’esercito e lascia presagire le peggio cose. Per fortuna che Clarke ci ripensa in tempo, perchè quando Bellamy, con la complicità di Abby riesce a scappare inizia la caduta, si spera DEFINITIVA di Jaha: Clarke ha la possibilità di uccidere Bellamy, ma non lo fa e gli lascia aprire la porta del Bunker giusto in tempo per l’arrivo degli altri Clan, i quali hanno scelte 100 persone ognuno da portare in salvo.

Questo è quanto ha deciso Octavia: WonClan. Un unico popolo.

La stessa cosa dovrà fare Clarke ora: scegliere 100 persone da salvare, anzi 98 visto che Octavia pretende un posto per suo fratello (contato che un posto vada a lei). Sì, c’è un po’ la sensazione che si sia fatto tanto in questa stagione per poi tornare al punto di partenza, a quella lista che causò tanto malumore ad Arkadia.

Credo che possiamo considerare Jaha come candidato a restare fuori, e sinceramente non potrei esser più contento nel vederlo morire e soffrire. Sarà invece più intressante capire cosa ne sarà di Raven, Monty ed Harper e su quali basi poggerà la quinta stagione.

Un’altra buona puntata, davvero. Vedere Abby e Bellamy nei panni dei ribelli, con Murphy che torna ad essere lo stronzone che abbiamo amato (a proposito: in base a cosa Emori dovrebbe restare ora?) è stato bello.

La leadership, ed è un punto interessante da sviluppare, di Clarke è però indebolità mentre è netta l’ascesa di Octavia. Non c’è bisogno di dire da che parte mi schieri.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...