#Arrow – Underneath (S05E20)

Intrappolati sotto nel bunker, la situazione trea Olly e Felicity si fa tesa. Lyla e John nel frattempo devono affrontare i loo problemi di matrimoniali.

…e non dimenticate di visitare la nostra affiliata,  Arrow e The Flash Italia!

Una puntata decisamente diversa dal solito quella di questa settimana per Arrow. Mancano i flashback relativi alla Russia, qui sostituito con quelli su un periodo in cui Oliver stava pensando di espandere il team. In realtà sa più di contentino per chi voleva vedere Felicity ed Ollie assieme, vicini ed innamorati anche se alla fine a parte una ciulatina veloce, c’è ben poco: teoricamente il motivo per cui non stanno più assieme è (ANCORA?!) la questione di William, il fatto che lui non le abbia detto nulla prima.

Non posso dare del tutto torto a Felicity, perché credo che dire alla propria compagna “sai ho un figlio…” non dovrebbe essere un problema (pure con tutte le attuanti del caso visto che siamo in Arrow). Come se il giorno del matrimonio, uno scoprisse che il partner è già stato sposato: sono quelle cose che tra un “Ti amo” e un “Tesoro sono a casa, che c’è per cena?” si potrebbero dire, ecco…  (a fondo recensione, la versione VM18 della frase.)

Oggi come allora tra i due non mancano i motivi di scontro. Fiducia? Sì, ma comunque fino ad un certo punto: è più un misto di segreti, bugie, fiducia e cose dette a metà. Inevitabile che poi le cose vado in un certo modo.

L’essere intrappolati nella Arrowcave è solo un pretesto per dirsi certe cose, fare il punto della situazione… farsi anche male nel caso di Oliver. Il quale (finalmente) rivela cosa è successo mentre Chase lo teneva ostaggio, rivela la sua vera spinta nell’essere un vigilante, ovvero che gli piace uccidere. Ovviamente Felicity controbatte sottolineando come gli ultimi 10 anni di vita di Oliver (che se ci fate caso è circa un terzo della sua vita) siano stati un tantinello incasinati. Cinque anni sull’isola, cinque anni a fare l’eroe, beh… hanno il loro peso sul mente e sul fisico di una persona.

C’è però qualcosa che non quadra nel bunker. Un piccolo buco narrativo,… beh forse non tanto piccolo. Ollie e Felicity assumo subito che ci sia Chase dietro l’esplosione che ha spento tutto quello che era elettrico (incluso il dispositivo che permette a Felicity di camminare). E se è vero che ci vedono giusto pechè lui vuole tenerli lì mentre colpisce l’unica persona che non ha ancora colpito (William), perchè non hanno pensato che fosse un colpo di Helix, visto che è da loro che arrivava il dispositivo? Sembra quasi che manchi una scena (brevissima) in cui ragionano e convengono sul fatto che Helix e Chase  sono collegati.

Cosa che non era poi completamente fuori dal mondo e campata in aria.

Questa parte (Oliver e Felicity) della puntata è stata, per me, un po’ altalenante. Alla calma dei flashback ha fatto da contrasto la durezza ed il ritmo più alto del presente. Un ritmo alto che si è mantenuto fuori dal bunker, prima col panico di cui è preda Quentin (potete immaginare quante criminali torneranno in libertà per Chase…) e poi con il con il nuovo confronto tra Lyla e John, in cui si inseriscono gli sforzi di Dinah, Curtis e Renè per liberare Felicity ed Oliver.

La coppia Curtis e Renè, funziona bene sia come azione che come comedy in certi casi. Chi ancora non sembra aver ingranato, ma è anche comprensibile è Dinah, che sembra ancora troppo distante dal gruppo: ci vorrà del tempo, ovvio… speriamo che la prossima stagione torni e venga usata meglio.

Le cose interessanti però vengono da Lyla, la quale rivela, ad esempio, che l’A.R.G.U.S. è in possesso di una copia delle T-Sphere create da Curtis, di cui c’era bisogno per capire come agire nell’aprire il bunker. Siamo allo spionaggio industriale, in pratica, ed ovviamente la cosa non è che piaccia a Mr Terrific ed anche di meno a John.

John che si rivela essere, come già la scorsa puntata, ipocrita. L’A.R.G.U.S. crea una prigione segreta ed è un problema, lui che sequesta Andy non lo è, la prigione sull’isola non lo è… Quello va bene perchè è il Team Arrow? Se proprio dobbiamo arrivare a parlare di legalità, Lyla lo prende a sberloni e calci.

E forse così la capisce. Un Diggle decisamente fastidioso in questa puntata (si salva per come libera Felicity ed Oliver).

L’unica cosa su cui ha ragione è quella delle T-Spheres, e sul fattoche l’ARGUS metta le mani sulla tecnologia altrui. Voglio sperare che sia, questa rivelazione, l’inizio di qualcosa di più e non una trovata estemporanea per salvare la situazione.

Sicuramente la puntata è servita per mettere un po’ di ordine in alcuni rapporti, oltre che a preparare il terreno per quel che verrà. Vale a dire molto casino e molta cattiveria: Chase ha fatto una cosa che nessuno avrebbe pensato.

E forse è questo che lo rende un villain ben riuscito.

*sono quelle cose che tra un “Ti amo” e un “Tesoro, smutandate che te aro!” (Trad: Tesoro, togliti l’intimo che ti faccio divertire).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...