#Supergirl – Ace Reporter (S02E18)

L’invito di Lena Luthor a Kara per attendere ad un conferenza stampa sulle nanotecnologie riaccende in lo spirito della repoter portando alla luce un grande pericolo…

Quando Kara è stata licenziata da Snapper Carr una grande nuvola nera si era palesata sulla CatCo. Ci si chiedeva se Kara sarebbe mai tornata a fare la giornalista ed eventualmente quando/per quanto. Il fatto che il titolo di questo episodio fosse già stato rivelato ci dava un indizio.

Ora sappiamo che Kara è tornata non solo a fare la reporter, ma lo fa con un grande scoop e torna alla CatCo.

Il ritorno di Supergirl è una puntata con tanti eventi molto condensati in poco tempo: qualcosa di originale da fare con tutte queste pause che abbiamo nelle serie TV, potrebbe avere una sorta di montaggio in cui ci vengono mostrati gli venti nel tempo trascorso, considerando come la tendenza è quella di far coincidere gli eventi della serie con il mondo reale.

Abbiamo due storie in questa puntata, anzi due e mezza.

Una riguarda Jimmy, Lyra e Winn. No, per fortuna nessun triangolo. Si tratta di Lyra che vuole fare anche lei la vigilante e Winn chiede all’amica di affiancarla. La domanda è… perchè? Posso capire che Lyra sia attratta da quel mondo, anche per star più vicina a Winn (anche se è quasi ossessiva), ma perchè James che oltre a muovere i pugni fa solo cazzate?

Ed infatti il primo intervento ne è l’esempio: non avendo spiegato nulla, Lyra lo raggiunge ad un rapina in un negozio dove il ladro è un ragazzino. Jimmy non attacca come farebbe di solito, Lyra picchia come un fabbro. La reazione di Jimmy, di non volerla, provoca una grande lite tra Lyra e Winn, con lei che mostramoltra aggressività verso Winn e soprattuto verso Jimmy.

Una frattura insanabile? No, perchè in poco tempo Jimmy fa ammenda dicendo che ha sabglaito a non mettere delle regole e a non spiegare le cose (ma va?). E quindi è pace fatta pure con Lyra, che si unisce alla ronda.

E ti pareva che non potesse stare senza far minchiate…

Tolta di mezzo la parte dolorosa, andiamo a quello che più conta.

L’ex di Lena, Jack Spheer, con cui lavorava prima di trasferirsi a National City, presenta Biomax, una rivoluzionaria cura a… beh tutto. Si tratta di una serie di Nanobot che andrebbero a sostituire vaccini, farmici, anestesia, cerotti. Presenziare (con Lena) alla conferenza stampa è salutare per Kara visto che la rimette sulla strada del gionalismo.

Quello che emerge è infatti uno scoop enorme, visto che Biomax non è stata testata a dovere come indicano i documenti dati all’FDA (è l’ente americano che autorizza la commercializzazione di cibi e medicine) perchè sono falsificati. Kara lo scopre grazie ad un ex dipendente, Carr (presente anche lui all conferenza) intervistando un soggetto che si era sottoposto al test.

Entrambi vengono uccisi dai nanobot sotto gli occhi di giornalisti, che rischiano a loro volta: se Kara è prova di attacco (esplode la macchina sui si trovava con la fonte), Carr viene salvato dal suo intervento.

Come detto, gli eventi si susseguono molto rapidamente e cos ì tornata a casa Kara scopre da Mon El che Lena è a cena col suo ex. Convinta che lui sia un pericolo, li raggiunge al loro appuntamento e l’imbarazzo non manca, viste le dom,ande da giornalista che fa Kara. Congedatisi dopo un po’, grazie al pass sottratto a Jack da Mon El, i due eroi entrano nella sede dell’azienda e scoprono quello che è tenuto nascosto.

Ecco qui è da elogiare l’uso di Mon El. Non è stato invadente come nel resto della stagione, ha avuto lo spazio che si deve ad un comprimario, è stato usato per quella dose di humor che era richiesta.

La verità nascosta è alquanto interessante. I test su Biomax eran stati fatti effettivamente, ma solo su una persona: Jack Spheer stesso. Piccolo effetto collaterale: è trasformato in un sciame di nanobot lui stesso (un po’ come i nanobot di Brie Larvan in Flash e Arrow).

Ed esattamente come quello sciame, è controllato in remoto. Non è lui ad uccidere, consapevolmente, ma lo fa su commissione: a dare l’ordine è la responsabile finanziare della ditta, Beth  che non voleva perdere soldi ritenendo un successo l’operazione.

Beth controlla Jack via bluetooth e gli può far fare qualunque cosa. Ad esempio attaccare Lena che chiedeva chiarimenti dopo che kara le aveva rivalato il segreto sugli esperimenti mostrandole un video: Beth punta ad infettare anche Lena così da poter controllare due colossi industriali ed avere più potere, non solo economico.

Fortunatamente interviene Kara a salvare Lena, ma i nanobot puntano lei ora: in un interessante scambio di ruoli (e non è il primo), è Lena a salvarlo dopo aver steso Beth e disattivato i Biomax, anche se questo ha voluto dire la morte per Jack.

Un colpo che per Lena è duro da accettare, anche se Beth è in carcere e verrà condannata (piccola consolazione). La vediamo davvero a pezzi, distrutta e scosolata, come se non sapesse gestire i snetimenti che prova: Kara la consola e le dice che le sarà sempre vicina.

E già sento le fans dellacoppia Lena/Kara urlare dal piacere a vedere questa scena. Un consiglio agli autori: non scherzate troppo su sta cosa, che vi trovare lettere anonime e minacce di morte. Va comunque detto che la scena è ben fatta, colpisce al punto giusto e trasmette quello che deve trasmettere.

Il twist arriva proprio sul finale della puntata quando Rhea fa visita a Lena e le propone di fare affari assieme. Per l’ennesima volta avremo l’amicizia tradita come fattore scatenante? O Lena si rivelerà essere più furba? Vado come vada, Rhea è decisamente un minaccia da non sottovalutare.

Come dicevo all’inizio, Kara torna ad essere giornalista. L’articolo che Carr pubblica su Biomax infatti porta anche il nome di lei, visto che è stata lei a dare un input non da poco alla cosa. Kara fa anche ammenda, dicendo che  ha capito di aver sbagliato e chiede scusa a Snapper per aver fatto le cose alle sue spalle: con effetto immediato, Kara è riassunta alla CatCo e riprende il lavoro di reporter.

Perchè allora questa pausa? Bella domanda. Credo che sia stat fatta per sviluppare la parte su Mon El ed al tempo stesso sperimentare qualcosa. Non sembra che abbai funzionato particolarmente bene, ma vedremo l’anno prossimo.

Nonostante la velocità con cui avvengono gli eventi, è stato un buon ritorno. Tutto quello che serviva per la gran corsa finale c’è, la puntata è stata comunque piacevole. Ora non ci resta che attendere la prima mossa di Rhea contro la terra sfuttando Lena: ecco la Lexcorp potrebbe essere il nemico della terza stagione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...