Cancelled! – Le Serie TV Sparite Più Velocemente

Alle volte la messa in onda di uno serie tv non è particolarmente fortunata. Ci sono dei casi in cui la serie dura una stagione (lunga o corta che sia), casi in cui viene troncata dopo pochi episodi per gli ascolti bassi.

E casi, più rari, in cui vengono cancellate dopo un solo episodio. Questa è la loro storia.

Precisiamo subito una cosa: non ci sono i pilot rifiutati dalle reti o i pilot trasmessi come film per la TV. Qui si parla di flop clamorosi.

Quindi se pensate che la cancellazione di Doubt sia stata affrettata dopo due sole puntate… beh, think again.

Iniziamo non con le reti americane, ma con la BBC. Nel giugno del 1975 andò in onda The Melting Pot, una sitcom dove il protagonista “Mr Van Gogh” è un immigrante pakistano illegale che appradato sulle spiagge inglesi, si fa strada fino a Londra. Erano previsti sei episodi: i restanti cinque non videro mai la luce. Si dice che la cancellazione fu dovuta al fatto che le tematiche razziali erano trattate in maniera poco sensibile.

Nel 1979 alla CBS provarono ad imitare il successo di Animal House con la sitcom Co-Ed Fever, ambientata in un dormitorio del Baxter College, una scuola femminile da poco aperta anche ai ragazzi. Andato in onda come anteprima dopo la messa in onda di Rocky il 4 febbraio (il debutto effettivo sarebbe stato il 19), non ebbe seguito: i sei episodi andarono in onda solo in Canada (e solo a Vancouver), nel tardo pomeriggio del sabato. Il set del dormitorio venne riutilizzato per Il Tempo Delle Mele (Facts Of Life), lo spin-off di Arnoldo.

Il canale inglese Galaxy, con l’intento di prendere in giro le sitcome anni 60 degli americani decide nel 1990 di mandare in onda Heil Honey, I’m Home! dove i protagonisti erano delle caricature/parodie di Adolf Hitler ed Eva Braun. E già qui, ci si dovrebbero fare delle domande. Poichè la storia prevede che le loro vite vadano avanti beatamente fino a quando non arrivano i nuovi vicini: e sono ebrei. In uno dei 10 episodi mai andati in onda, gli Hitler painificano di uccidere i vicini.

In parte per gli ascolti pessimi, in parte per pura sfortuna, South of Sunset con protagonista Glenn Frey degli Eagles nei panni di investigatore privato non durò oltre la prima puntata. La sfortuna fu che quel 27 ottobre del 1993, la programmazione sulla west coast venne rivoluzionata a causa degli incendi nell’area di Malibu. Evidentemente la CBS non ritenne fosse il caso di dare una seconda possibilità ad una serie il cui debutto era già stato rinviato per ritardi alla produzione: dei sei episodi altri 4 verranno trasmessi su VH1 un anno dopo durante una programmazione speciale dedicata agli Eagles.

La CBS colpisce ancora tre anni dopo con Public Morals dove Bill Brochtrup riprende il proprio personaggio da NYPD Blue, John Irvin, dove sarebbe tornato dopo la cancellazione passato da ricorrente a regolare. Qui la situazione è ancorap iù strana perchè il primo episodio andato in onda… non era il pilot, ma uno degli altri 13 prodotti perchè diverse reti affiliate si rifiutarono di trasmetterlo! I restanti 12 episodi di questa serie sulla buoncostume non sono stati trasmessi. Nel cast, il futuro Harvey Bullock di Gotham, Donal Logue.

Lawless non è una serie incentrata su quella gran donna di Lucy Lawless. Si trattava di una serie il cui unico episodio andò in onda il 22 marzo 97 dove il protagonista, l’ex giocatore NFL Brian Bosworth, era un ex membro delle forze speciali diventato investigatore privato (e motociclista) a Miami. Nel cast anche Janet Hubet, la prima zia Vivian de Il principe di Bel Air. Capisci che la serie è brutta quando 1) va in onda il sabato sera 2) va in onda sulla FOX e 3) viene cancellata con 5 milioni di spettatori.

Emily’s Reasons Why Not è un’altra sitcome cancellata immediatamente. Questa volta il canale è la ABC, che approvò la sere senza neppure vedere il pilot. Heather Graham interpreta la protagonista autrice di libri di autoaiuto che, ovviamente, non ha fortuna in ambito sentimentale. Dopo l’ennesima delusione, decide con l’aiuto degli amici di adottare un nuovo sistema: se trova cin motivi per cui non uscire con una persona, la scarica. Già da questa premessa avrei dei dubbi sulla serie, aggiungiamoci poi i vari sterotipi sui gay e davvero viene da chiedersi perchè mandarla in produzione: vennero prodotti altri sei episodi al momento della messa in onda. La cancellazione (2006) fu talmente improvvisa che alcuni giornali si trovarono ad avere storie da copertina per uno show cancellato.

La NBC provò nel 2008 ad usare un serie nata su Myspace trasferendola sul piccolo schermo: Quarterlife era questo. Fallì miseramente: i restanti cinque episodi vennero mandati in onda in una maratona sull’emittente sorella Bravo un mese dopo. Nel cast, Bitsie Tulloch, Brie Turner (Juliette/Eve e Rosalee in Grimm) e Majandra Delfino (Maria Deluca in Roswell).

Il primo tentativo, nel 2002, di Animal Planet di produrre una sitcom non andò particolarmente bene: Beware of Dog venne cancellato dopo due puntate trasmesse come una sola. L’accento mettetelo dove meglio preferite. La serie era incentrata sui commenti (in stile Senti chi parla) di un cane adottato da una famiglia.

Identico debutto con doppio episodio per Anchorwoman (un mix tra reality e comedy) nel 2007. Protagonista Lauren Jones (ex valletta dell’edizione america di Ok, il prezzo è giusto! brevemente apparsa negli show della WWE) nel ruolo di sè stessa dove si rimette in gioco tentando di diventare una giornalista tv. La serie era prodotta dalla FOX, andava in onda sulla FOX… ma veniva girata in una emittente della CBS. Non solo fece registrare solamente 2,72 milioni di spettaotir (ok, era agosto… ma non è una buona giustificazione), ma in alcuni mercati non vendette neppure un minuto di pubblicità per il mercato locale.

Due casi particolari ora.

Uno è quello di Hardwicke House, sitcom del 1987 per ITV incentrata su una scuola alla sbando dove non solo gli alunni sono scapestrati ma pure gli insegnanti non scherzano: uno è un pluriomicida, uno è lì per uno scambio ma il suo paese non lo vuole indietro ed il vicepreside  è interesatto agli alunni in modo poco professionale. Il primo episodio andò in onda, con durata doppia, il 25 febbraio mentre il giorno successivo andò in onda il secondo della durata canonica di 30 minuti prima che critica e pubblico si schierassero contro la serie, i cui 6 episodi previsti sono stati prodotti (e sono disponibili per l’acquisto di emittenti interessate).

L’altro caso particolare è quello di sono quelli di Viva Laughlin, serie ispirata a Blackpool della BBC con Hugh Jackman tra i produttori, che venne cancellata in asutralia dopo un solo episodio ma che la CBS cancellò solo al secondo. La prima puntata vide Gabriele Muccino alla regia. Facevano parte del cast Mädchen Amick (Riverdale), Eric Winter (Witches of East End), Ellen Woglom (Californication e prossimamente in Inhumans), Hugh Jackman e Melanie Griffith.

Non c’è da meravigliarsi quindi per una cancellazione repentina delle serie tv. Pensate che c’è un caso, quello di Turn On (uno show della ABC composto di sketch, non proprio una serie tv quindi) che venne interrotto in almeno una delle stazioni al primo intervella pubblicitario mentre le stazioni della costa ovest si rifiutarono di trasmetterlo.

Un record che è impossibile da battere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...