#OnceUponATime – A Wondrous Place (S06E15)

Dopo esser stato allontanato da Storybrook per mano di Gideon, Hook deve t rovare un modo per tornare da Emma ed avvisarla del pericolo.  Non sarà facile ma troverò l’aiuto di alcune vecchie conoscienze.

Non sarà stata una puntata memorabile, soffrirà della fretta degli autori nel risolvere alcune questioni e di alcune assenze, ma non è stata una brutta puntata. A maggior ragione poi, se consideriamo che al centro di tutto vi sono i personaggi secondari e non quelli principali.

Sì, c’è Hook. Vi sfido però a dire che sia al centro della puntata. No, Hook in questo caso è il pretesto con cui rivediamo alcuni volti dopo molto tempo.

Lasciando spazio ai secondi, ci sono meno fronzoli nella storia e ci si perde di meno: in più questa settimana, e visto chi c’è dietro l’episodio non è un caso, si attinge a piene mani dal classico Once Upon A Time, quello che era lo spirito anche combattivo degli inizi.

Il dover aiutare Hook a tornare a Storybroke è solo un espediente per ribadire la forze delle principesse di OUAT. Può piacere o meno, ma è il gentil sesso ad essere prendere la scena. In questo caso c’è la grande nota doelnte della puntata, ovvero la risoluzione in maniera velocissima della ricerca di Agrabah, e di conseguenza la ritorvata libertà di Aladdin con sconfitta di Jafar.

Fa un po’ ridere come Jasmine abbia ritorvato il suo regno: era in un anello, quello che avrebbe avuto dandosi in sposa. E l’anello era in tasca, arrivatole quando avea espresso il desidero ad Aladdin: è proprio vero, le cose che cerchiamo a volte ce le abbiamo sotto al naso.

Sì avviene tutto velocemente, segno ulteriore (ed accadeva pure in Lost) di come a volte gli autori navighino a vista, dando magari ascolte a voci errate: per come è andata sino ad ora, Jasmine ed Aladdin sono due personaggi inutili, a maggior ragione se resteranno ad Agrabh come tutto fa pensare.

A cosa sia servito poi tirare in ballo Ariel, non lo so. E con lei, siamo a tre personaggi che più voci dal pubblico volevano, ma almeno lei son fiducioso che la si rivedrà e magari sarà pure utile a qualcosa, tipo riportare a casa Hook.

E mentre avviene il ritrovamente di Agrabah, a Storybrooke, Emma cerca di elaborare la sparizione di Hook, dopo aver comunque detto al padre “Sai, il tuo futuro genero ha ucciso il nonno”. Ok, non avrà usato queste parole, ma la sostanza è quella.

Per qualche strano motivo, David reagisce con un semplice: devo elaborare la cosa. Strane reazioni, ma dopotutto vista la serie…

Il meglio però arriva da Regina e Snow che portano Emma a bere al var, ma siccome non vuole le fanno credere che ci sia una rissa da sedare. Il barista è Esopo, il locale è Aesop’s Table: come ovvio che sia, lei si sfoga col barista, rispettando il luogo comune che vede tale ruolo dedito a dispensare consigli e consolare. Perchè arriva da loro il meglio? Perchè il quadretto che si cre è qualcosa di assurdo, vista la storia dei personaggi.

Aggiungiamo poi una Snow che non regge l’alcool ed è ubriaca già prima di finire il primo drink ed attacca discussione con dei vichinghi per poi sfidarli a lanciare i coletelli contro il bersaglio delle freccette, ed il quando è completato.

Ovviamente c’è l’inghippo in questa serata al pub: Esopo non era Esopo ma Gideon, il quale raccogliendo le lacrimi da fazzoletto con cui Emma se le era asciugate, ha ora un modo in più controllarla. La rivelazione arriva mentre lei è “al telefono” (in realtà è una conchiglia) con Hook, e porta con sè un ricatto: poichè con quelle lacrime può impedire il ritorno di Hook bloccando i portali, lei dovrà aiutarlo nella sua missione uccidendo la Fata Corvina.

Bah. Nulla di memorabile (ok, Snow ubriaca un po’ lo è). Nulla di consistente, di spettacolare… Mi aspettavo di più, molto di più ma devo riconoscere che nel suo è comunque strutturata come si deve. In più doppio bonus per avermi ricordato Lost in due occasioni: la sparizione ed apparizione di Agrabah (come l’isola) e la telefonata tra Hook ed Emma come le comunicazioni dall’isola.

Per il resto, il declino continua.

PS: se avete notato qualcosa di strano nei cammelli usati è perchè, a quanto leggo sono dei lama. Costava troppo usare dei veri cammelli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...