#Supergirl – Distant Sun (S02E17)

Kara si trova a dover affrontare grossi problemi quando una viene messa una taglia sulla sua testa e diversi aleini iniziano a darle la caccia. J’onnz intanto ricevo un ordine dalla Presidente degli USA difficile da rispettare…

La maggiore pecca di questa puntata è fatto che è l’ultima prima di un break di tre settimane. Nell’episodio in sé, di pecche rilevanti non ne trovo a parte una incoerenza in una scena a bordo dell’astronave, altrimenti direi che è una delle migliori puntate recenti dell’Arrowverse.

Parte di questo merito va sicuramente al registra, Kevin Smith che dimostra di sapersi destreggiare più che bene in questo ambito ma non è una sorpresa e non dovrebbe neppure esserlo vista la sua storia (ricordiamo che la figlia si chiama Harley Qinn Smith) e mi chiedo cosa aspettino a (ri)dargli un cinecomic da dirigere e/o scrivere.

La puntata, dovessi descriverla con un aggettivo, è stata decisamente fumettosa e sicuramente diversa dal solito. SI inizia con una serie di cacciatori di taglie che attaccano Supergirl per conquistare la taglia che qualcuno ha messo su di lei. Il primo fallisce quasi miseramente, il secondo si rivela essere un po’ più ostico poiché grazie al controllo mentale usa Mon-El come arma. Prima che lui venga interrogato dal DEO che lo cattura grazie a Winn (Winn! Non Jimmy che era presente, ma Winn!!!), Mon-El indaga velocemente e chiede ai genitori se siano sati loro a mettere la taglia su Kara: negano ovviamente, ma l’alieno messo sottopressione da J’onnz cede e rivela che la taglia è stata messa dal Rhea, la madre Mon-El.

La taglia verrà tolta solo grazie al sacrificio del principe di Daxam che accetta in cambio di tornare sul suo pianeta: quando però parlando col padre discute di cambiare le cose, di governare diversamente scopre quanto sia stronza la madre che lo fa mettere in cella. A questo aggiungiamo che Kara ha avuto uno scontro alla Fortezza della solitudine con Rhea da cui è uscita sconfitta a causa dei sai di kryptonite in possesso della regina.

Ci sarebbero già qui le condizioni per attaccare, ma J’onnz non può farlo per ordine della Presidente degli USA: la cosa verrà aggirata grazie alle pressioni di Alex e Kara ma soprattuto grazie al portale che avevamo visto in “Roulette” (sempre diretto da Smith) e che Winn ha riconfigurato. Grazie ad esso arrivano a bordo della nave, per liberare Mon El… più o meno.

Più o meno perché a compiere la missione sono J’onnz che si finge Kara facendo da diversivo, mentre Winn arriva alla zona delle celle dove libera il principe: non tornano subito sulla Terra ma vanno in soccorso di J’onnz, attaccato dal Re e dalla guardie, e di Kara che si è aggiunta all’ultimo: lo scontro termina con la decisione di Lar Gand di lasciare il figlio sulla Terra dove ha trovato una famiglia (ma soprattutto dopo una bella mazza presa). Una decisione che a Rhea non va giù ed infatti poco dopo  ne discute col consorte e lo uccide, aggiungendo che lei non ha ancora finito con la Terra.

La Presidente degli USA come ha preso l’attacco? Non benissimo, e minaccia sanzione a J’onnz ed al DEO: evidentemente l’aver agito in difesa non è una giustificazione. C’è però qualcosa di strano nei discorsi della donna, come il fatto che abbia informazioni sulla cui provenienza non dice nulla, è chiaro che nasconda qualcosa: chiuso il collegamento con il DEO vediamo che si trasforma nella sua forma aliena. Sì, sono decisamente ovunque e ce lo vogliono ricordare.

Sono davvero tante le note positive questa settimana. Persino gli aspetti romantici sono ben riusciti (forse più Maggie ed Alex di Kara e Mon El), ben amalgamati e non da romanzoe harmony (sì lo so è esagerato il paragone, ma ci capiamo). Perchè meglio Maggie ed Alex? Perchè la loro storia è totalmente slegata dalla trama principale, parla dei soliti problemi di fiducia di Alex (riafforati con l’arrivo della sua ex) eppure sembra starci benissimo.

Come dicevo, ci attendono ora tre settimane di pausa prima del rush finale di cinque puntate dove mi apsetto qualcosa che cambia le carte in tavola per la prossima stagione. Non è difficile, immaginare che Rhea sarà al centro di tutto lanciando, con J’onnz che magari verrà rimosso da capo del DEO e il lancio definitivo di Cadmus come nemesi per la prossima stagione.

Dai una su tre la indovinerò no?

Pensieri Sparsi

  • La grande incongruenza è quella dovuta alla rottura del vetro dell’astronave. Dove nessuno a problemi respiratori con il vuoto spaziale. Ok, non è l’unico cao nella sotria di cinema e TV, ma dpo che mi si parla di non finire nello spazio…
  • La parole di Alex a Maggie e di Mon-El a Kara sono quanto di meglio si potesse chiedere nelle rispettive situazioni sentimentali.
  • Citazione a Star Wars, come da dettami sindacali.
  • Per quanto prevedibile, la morete del Re era prevedibile. Però quello dell’abbraccio e della coltellata è ormai qualcosa di straabusato.
  • Jimmy utilissimo, eh! Guardian va pensionato, è evidente. Pure gli autori han gettato la spugna.
  • Teri Hatcher. Tanta roba.
  • “Non mi farete parlare, non aveti i mezzi..” Alex: “Datemi una chiave inglese”. Praticità, Danvers Style.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...