#LegendsOfTomorrow – Fellowship of the Spear (S02E15)

Per recuperare le parti mancanti della Lancia del Destino, le Leggende devono inventarsi un piano che funzioni a dovere: si roveranno in francia durante la prima guerra mondiale do verranno aiutati da un soldato di nome… John Ronald Reuel Tolkien.

Alla fine, a tre episodi dalla conclusione della stagione ecco formarsi al completo la Legion Of Doom: dopo tanta attesa, ecco arriva Snart.

Ci sei mancato, stronzone!

La cosa divertente è che per avere la meglio sulle Leggende, Thawne & co. devono alla fine rivolgersi a lui, perchè ne stavano prendendo così tante che sembrava di vedere Brasile – Germania del 2014. No seriamente, un trio di inetti in pratica, nonostante tutto.

Come altro definire chi si fa rubare da sotto il naso la metà dell’oggetto che ambisce ad avere? Anche il vero inetto è Thawne solamente: alla fine lui era di guardia (mentre Malcolm e Dahrk devo recuperare un oggetto) nel covo segreto del gruppo, ovvero il Vanishing Point.

Queste son le cose non riesco a fami piacere più di tanto: i villain scemi. In una serie normale avrei staccato più bestemmie di un Mosconi incazzato, ma Legends almeno rimedia un po’ con l’ humor, con qualche trovata fuori dall’ordinario. Sì, butta molto in vacca ma non nasconde nulla la serie: questo siamo, questo saremo. Una banda di cazzoni.

La puntata fa quello che ci si aspettava, lo fa abbastanza ben, diverte quando serve e poi c’è tutto il gioco di riferimenti culturali che diverte. Prendiamo il titolo, ad esempio: la compagnia della lancia. E questo è solo uno dei tanti riferimenti alle opere che Tolkien deve ancora scrivere, soprattutto lo Hobbit e Il Signore Degli Anelli.

Una volta ricomposta la Lancia ecco il fgran dilemma cosa re? Come distruggerla? Perchè è ovvio che sia da distruggere, il suo potere è troppo grande: non la pensano così Amaya e Mick, ma se lei alla fine si adegua alla decisione della maggioranza, lui ci rimugina su.

Ed è qui che diventa lampante come sai l’anello debole.

Perchè quando la Legion Of Doom decide di passare al contrattacco, per poter riscrivere la realtà fa leva su di lui prelevando Snart da un momento precedente a quello in cui si è unito alle Leggende per spingerlo a tradire i nuovi amici, in nome della loro alleanza: cedere è facile quando ti senti messo da parte, trattato come un criminale semrpe e comunque, non ha la fiducia degli altri.

E così ti aggrappi a quell’unica certezza, a Snart che ti offre la possibilità di cambniare tutti: niente Leggende, niente Snart morto. E grazie agli sproloqui di Mick, che credeva che quello Snart che vedeva fosse una allucinazione, la Legion Of Doom scopre il piano ed entrano in possesso della lancia.

Le Leggende capiscono l’errore fatto con Mick quando è troppo tardi, quando ormai la Lancia del Destino è in mano nemica e pronta ad esser usata. “Forse non sanno come attivarla”, di Nate. Poco dopo, ecco che il misterioso oggetto che dovevano recuperare Malcolm e Dahrk, viene trovato: sono le “istruzioni”.

Nate, tu porti sfiga. Se ti incontra un gatto nero, si tocca le balle.

E così eccoci qui, pronti ad affrontare una nuova realtà…

Pensieri Sparsi.

  • La curiosità di sapere come viene riscritta la realtà è tanta. Presto, alla macchina del tempo!
  • Dopo molto tempo, tornano ad esserci dei piccoli rimandi a Doctor Who. Non solo Rip, ci viene svelato, è ghiotto di Jelly beans come il Dottore, ma ci dice che esistono degli eventi impossibili da modificare, dei punti fissi. In questo caso, nascita, vita  e morte di Cristo. Evento a cui il Dottore era presente, avendo preso l’ultima stanza libera a Betlemme.
  • Si potrebbe vedere Firestorm trasformare gli oggetti più frequentemente?
  • La base della Legion Of Doom è quindi il Vanishing Point. La soluzione più ovvia considrando la condizione di Thawne, eppure non ci avevo pensato.
  • Il Sacro Graal ed il sangue di Cristo, secondo alcune interpretazione, sarebbero la stessa cosa: Sacro Graal starebbe infatti per Sang Real, sangue reale. Curioso come questa interpretazione non sia stata presa in considerazione, ma sia stato usato come alternativa al calice con cui venne raccolto il sangue di cristo dalla croce.
  • Ma quanto cazzo è bello rivedere Snart?
  • Ed ora sappiamo come Tolkien o, come lo chiama  Mick, Hobbit Guy ha avuto l’ispirazione per molte parti del Signore degli Anelli.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...