#LegendsOfTomorrow – Moonshot (S02E14)

Per recuperare l’ultima parte della lancia del Destino, il team deve rintracciare Commander Steel negli anni 60 dopo che ha ftto carriera nella NASA… e scopriranno di dover sistemare una piccola aberrazione riguardante l’Apollo 13…

Quando l’intro della puntata è affidata a Mick, sappiamo che la puntata sarà interessante. Questa settimana, non sono tanti i momenti divertenti, ne abbiamo solo uno (e qualche battuta sparsa)  quando Stein inizia a cantare “Day Oh” nella sala controllo della NASA con Mick a fare da support, ma è talmente fuori di testa che va bene così.

Non è una puntata leggera quella di questa settimana e finalmente vengono affrontate in maniere più decisa le conseguenze dei viaggi nel tempo. Fino ad ora non era mai stata affrotnata la questione, abbiamo sempre visto le leggende rimediare ai casini che eran stati fatti, spesso creandone di altri come dice Mick nell’intro.

Ne abbiamo un doppio esempio in questa puntata. L’esser stato portato nel futuro ha fatto sì che Hank non potesse conoscere il figlio, il padre di Nate, innescando così quegli eventi che hanno prtato Nate a diventare Steel, il quale vorrebbe riportarlo nel passato: cambierebbe la storia, glielo dice pure Amaya, non solo Rip. Nate è quello che è proprio per questo, se le cose andassero diversamente potrebbe avere com conseguenza il fatto che la Waverider resti in fondo all’oceano.

Non che Hank non abbia pensato, vedendo completato la sua missione, di poter tornare anche lui ma a differenza del nipote capisce che non è possibile: la storia è una bene superiore e da buon militare si sacrifica. Letteralmente perchè si farà risucchiare nello spazio. Certo, crudelmente, visto che apre il portellone davanti al nipote ma era inevitabile.

Mentalità militare appunto, quella di Hank: sacrificare un vita per salvarne molte altre. la stessa mentalità che mostra adottare Amaya quando vuol far ragioanre Nate sul fatto di salvaer hank e riportarlo nel passato. Qui però interviene il primo vero casino di un certo livello, visto che le accenna, per quanto vagamente, del futuro che la attende. Lei sembra tenere botta e non cambiare idee, ma alla fine cheida a Gideon di mostrarle il futuro e scopre così quello che accadrà dopo il suo ritorno nello Zambesi ed inizia a vacillare.

Le cose quindi non sembrano mettersi particolamente bene, quindi. Credo che Amaya possa essere il motivo per cui la Legion Of Doom riuscirà a riscrivere la realtà, perchèè inevitabile che le cose vadano così: e in tre puntate si fa in tempo a creare il casino, vicvverci un po’, cambiarlo e lancaire la terza stagione. Ok, forse un po’ troppo in fretta, lo so.

Thawne in questa puntata mi ha sorpreso. Lo sappiamo quanto è stronzo, eppure mostra un lato parzialmente diverso: vuole vivere, gli manca lo spirito di squadra che aveva provato lavorando con Cisco e Caitlin… soprattuto non pensa a più modi per avere la meglio su Ray. Gli offre tutte le ecessarie per sistemare il modulo lunare, senza che ci possano essere soprese. Certo, non può correre nello spazio, ma potrebbe inventarsi altri modi per avere la meglio: quando può farlo si trova davanti Ray con il fucile che può rallentarlo, e si trova davanti al dilemma: scappare dal Black Flash o cercare il pezzo della lancia? Ovviamente scappare, anche se viene da chiedersi perchè Ray non abbia sparato ponendo fine così al problema: niente Thawne, niente Legion Of Doom.

Ray ed Amaya saranno quindi i due colpevoli del disastro? Possibile, quasi certo per me. Avrei detto fino ad un certo punto che sarebbe potuto essere anche Rip, visti i contrasti sul comando della nave con Sara ma visto come si sono chiariti i ruoli, lo eslcuderei.

La situazione di Rip si è capovolta, e Sara glielo fa notare con molto tatto (altri un po’ meno…): si sente fuori posto, un reietto… beh, le Leggende sono questo.

E non possiamo darle torto: è il punto forte della serie. Un gruppo di personaggi secondari nel migliore dei casi che diventa protagonista di uno show che funziona molto bene.

Pensieri Sparsi.

  • Prego per la presenza di Garber nel musical di The Flash. E non sono particolarmente religioso.
  • La scena con cui Stein distrae la sala controlo è stata fantastica. Cantare Day-Oh è un’improvvisazione niente male.
  • Ah, voglio la versione estesa delal scena come extra sul dvd.
  • Il look di Rory? Beh… è qualcosa.
  • Delusione per non avere visto anche Dahrk e Malcolm.
  • Ray sulla Luna? Un bambino in un negozio di giocattoli e dulcimi. La scena in cui prende la bandiera, soprattutto nella foto che vedete qui, sarebbe perfetta per una copertina di un fumetto.
  • Altra scena niente male, quando Rip si presenta in sala stampa e viene accolto da un destro di Hank. “Non ha le credenziali giuste”. E tutto mostrano il pass. Tranne Ray, “Sorpresa! Siamo tornati”.. con quel filo di voce… Adorabile coglioncello!
  • Amaya e Sara accolgono da bassiste carismatiche Thawne sulla nave. Nemo problemo!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...