#Arrow – Spectre Of The Gun (S05E13)

L’ennesimo violento attacco in città colpisce il municipio e fa riafforari vecchi ricordi dal passato di Renè.

Arrow

…e non dimenticate di visitare la nostra affiliata,  Arrow e The Flash Italia!Ftl

Per la seconda volta questa stagione, mettiamo da parte i flashback sulla Russia per esplorare altro. Diciamo pure, questo è un episodio speciale.

Non perchè sia una cifra tonda, dopotutto la soglia del 100° l’abbiamo superata nel crossover,  ed ora di arrivare a 150 ce ne vuole di strada. Si tratta di un episodio speciale perchè, come accadeva periodicamente in certe sit com degli anni 90 (Blossom, Bayside School, etc etc) viene affrontato un tema molto delicato: se all’epoca i temi erano bullismo, violenza domestica, droga, alcolismo e via dicendo, Arrow affronta un tema più maturo ed in linea con il suo pubblico più maturo, quello del controllo della armi.

Non ci riesce benissimo in questo, nel senso che non fornisce una soluzione definitiva, soprattutto perchè non c’è: quello in cui riesce è però nello stimolare un confronto e nel far capire che ci sono sempre dei compromessi che si possono fare. Per questo tutta la questione dei supereroi finisce in un angolino, diventando praticamente inestistente: l’eroe per una volta non è Green Arrow, ma il Sindaco Oliver Queen.

vlcsnap-2017-02-16-20h00m32s168L’attualità è rappresentata da un uomo che fa irruzione in municipio ed inizia sparare causando 9 morti tra lo staff del sindaco. Questo fa ricordare a Rene un evento tragico del passato, la morte della moglie, e la conseguente discesa nel baratro dell’alcool per lui: nel mezzo, la figlia gli viene tolta ed affidata ad una casa-famiglia. Uscirà da questa fossa vedendo gli eventi della caduta di Dhark, pendendo così la decisione che lo ha portato a diventare Wild Dog.

Come è morta la moglie? Aggredita in casa da uno spacciatore a cui doveva dei soldi (dopo aver negato a Renè di esser nuovamente tossicodipendente) mentre marito e figlia sono ad una partita di hockey. Rientrati quando l’aggressione è ancora in corso, Rene manda la figlia in camera vedendo il caos nella stanza ed affronta la questione: cerca di prendere la pistola, ed ecco la tragedia.

La figlia torna al piano inferiore, l’aggresso spara e ferisce Renè il quale riesce a prendere la propria pistola ugualmente ed uccide l’aggresso: cadendo parte un colpo dalla sua arma che uccidee la moglie di Wild Dog.

Quali sono gli eventi che invece han portato all’attacco al municipio? Il colpovole (scoperto dal Team Arrow) è Edlund, un uomo che ha perso la famiglia in un attaco ad un negozio. Poco prima una disposizione municipale sul controllo delle armi era stata abrogata e con essa il registro delle armi. Come capirà Oliver, il fine dell’attacco è proprio quello di far tornare una regolamentazione: è un caso a in Green Arrow non serve, ci vuole il sindaco in priam persona che agisca e lo fa nella maniera più semplice possibile, ovvero… parlandogli, proprio mentre Edlud sta per fare uan seconda strage, questa volta all’ospedale.

vlcsnap-2017-02-16-20h35m20s88Un gesto quello del sindaco che riesce: Edlund si arrende, veiene arrestato e si dichiara colpevole. Così si può tornare alla normalità? Beh, non proprio. Per portare avanti le trattative, Ollie ha mollato un incontro con la consigliere comunale che ha abolito il registo delle armi: è un muro contro muro, con il sindaco che cerca di farle capire che c’è una via dimezzo tra la sua posizione, di difesa dell’uso delle armi, e la regolamentazione. Ed attenzione: Ollie non è contrario all’uso della armi (dopotutto come potrebbe), è solo più aperto al confronto ed al dialogo di lei.

Grazie anche all’intervento di Rene (pure lui a favore delle armi), viene redatto il documento che può accontentare tutti: viene accettato ma Oliver si sente anche dire che presto o tardi dovrà concedere qualcosa alle richieste della consigliere.

Ovviamente non sappiamo quali siano le misure prese, e la puntata si chiude con una fiaccolata sulle scale del municipio in memoria di chi è morto nell’attacco, ma non è questo il punto. Quello che contava era il messaggio che confrontarsi non è un male, anzi: persino all’interno del Team Arrow si sono scontrati sulla cosa con Renè e Dinah a favore della libertà delle armi mentre Curtis e Lance son per una regolamentazione delle stesse.

vlcsnap-2017-02-16-20h39m13s112Non esiste bianco o nero, non è un aut aut: si tratta di capire cosa si può fare per vivere pacificamente, in sicurezza senza ledere i diritti costituzionali. E lo stesso registro ve venne abrogato non sarebbe servito a salvare la famiglia di Edlund, visto che le armi furono acquisite illegalmente. Insomma per ogni punto a favore per una parte, c’è la risposta pronta dall’altra.

Berlanti & Co non avevano intenzione di dare un risposta quanto piuttosto di  almeno provare ad aprire un dialogo. Non ci riuscirà a livello istituzionale forse (in questo rappresentato da Ollie che come sindaco non si espirme in maniera netta), ma forse a livello di comunità sì: e non è una questine solo sulle armi, è qualcosa di più ampio.

Pensieri Sparsi

  • Lode a Berlanti. Come lui stesso ha dichiarato, le serie TV hanno abbandonato i temi sociali facendo critica e dando dei messaggi, e forse dovrebbe tornare a farlo in maniera più frequente. Fosse anche un episodio su 22, va bene. Legends Of Tomorrow questi temi li tocca molto spesso, ma in maniera diversa.
  • Discutibile per quanto mi riguarda, la teoria di Renè che se avesse avuto la pistola, la moglie sarebbe ancora viva. E se sparando all’aggressore colpiva lei? Non è diverso dal dire che un registro (e basta) fermerebbe la violenza con le armi da fuoco: se uno la prende illegalmente… Come vedete, non basta una sola idea, la cosa è più complessa di quanto si pensi. Personalmente, son dalla parte di Quentin.
  • Il Team Arrow era così diviso. Favorevoli al controllo: Quentin e Curtis. Contrari al controllo: Rene e Dinah. A Felicity non sembra interessare molto la cosa, Ollie non ha un’idea valida e vuole ascoltare tutti. Diggle non pervenuto.
  • Leggo di una certa insofferenza per il mancato interesse di Felicity sulla questione armi visto che rimase paralzzata a causa di esse. E se invece si fosse stato di un modo per uscrie dal disagio dell’argomento?
  • Povera Thea, si assenta scopre che Rene è assistente del vicesindaco. Però almeno è tornata, yuppie!
  • Bel gesto quello di Curtis di voler aiutare Reneè a riprendersi la  figlia. Ma siamo sicuri che sia la cosa giusta?
  • Ollie non può esser così stupido da non capie che la Williams sia un pericolo. Oppure è così brava a letto che non capisce più una cippa.
  • Interessante mossa per la carriera di Dinah: entrare nella polizia di Star City.
  • Vigilante: non pervenuto neppure lui, presenza impalpabile.
Annunci

Un pensiero su “#Arrow – Spectre Of The Gun (S05E13)

  1. Pingback: #Grimm – The Tree People (S06E09) | TV And Comics

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...