#AgentsOfSHIELD – The Man Behind The Shield (S04E14)

Missione di recupero per lo S.H.I.E.L.D. che viaggia fino in Russia per salvare Mace. Un posto che fa affiorare dei ricordi a Coulson…

aos-s4b

Sembrava una puntata tranquilla, senza particolari scossoni. Una missione in Russia, un salvataggio, si picchiano un po’ di nemici giusto per non perdere l’abitudine… insomma, cose da poco. Poi arriva il finale e quella sensazione che ti aveva preso pochi minuti prima, si rivela fondata: dopotutto una delle certezze in serie come Agents Of S.H.I.E.L.D. è che se le cose sono facili, c’è la fregatura.

E qui la fregatura è di proporzioni bibliche: praticamente l’intero Team Coulson è stato sostituito, e lo è stato in maniera quasi perfetta.

aos-s04e14-2Diamo atto agli autori di aver preso una decisione molto rischiosa, e per nulla scontata: sarebbe stato scontato sostituire uno dei membri del team, non quattro. Sostituire con degli LMD Coulson, Mack, Quake e soprattuto Mace è un bell’azzardo se si vuole portare la cosa avanti sul medio/lungo termine: se invece si punta a risolvere la cosa e stretto giro, come parrebbe, beh… ci  guadagnamo con una puntata molto frenetica e ricca di azionie (come si sta rivelando questa stagione).

La domanda da porsi è se Jemma e Fitz possano agire da veri agenti e non da semplici scienziati (soprattutto lui) ed è per questo che la puntata sarà interessante: a loro non è mai stato dato abbastanza spazio in primo piano e in azione, quindi è il loro momento. Jemam ci ha già dimostrato in qualche occasione che può far male, ma Fitz?

Se i flashback su una vecchia missione di Coulson e May non mi hanno particolarmente colpito (livello: Arrow Season4), non posso dire lo stesso di Anton che in questa puntata mi ha colpito. Certo continua ad essermi indigesto McGowan, ma qui non è andata affato male: impeccabile, perccato solo per la fine un po’ ignobile che fa, schiacciato sotto le macerie, in fin di vita e sbeffeggiato da AIDA che gli rivelege le stesse offensive parole che lui le aveva risevvato precedentemente: anche la feccia ha uno scopo.

Cosa vuol dire questo? Che Radcliffe ha piani ben delineati, ha un percorso preciso e cerca di apparire meno furbo di quello che è: non era pensabile che potesse lavorare per quello che si rivela esseer un criminale russo (e poco più), la cui ossessione per Coulson sconfina nel complottismo.

aos-s04e14Non a caso, lo stesso Phil gli dice di non sapere chi sia e neanche troppo velatamente lo cosparge di merda. Stava per ridendogli in faccia, per dire… Ecco se lui doveva essere il grande cattivo… Marvel, abbiamo dei problemi. Se invece il cattivo doveva essere Radcliffe, già meglio: fosse AIDA… OH HELL F’N YEAH. Anzi più di AIDA, l’esercito di LMD che si costruirà .

L’idea che mi sto facendo è che presto o tardi assiteremo ad una lotta nel mondo virtuale per sconfiggere AIDA e/o Radcliffe (il quale passa parecchio tempo nel Framework, immagino con Agnes): vediamo di quanto mi sbaglio (probabilmente di molto).

Infine parlaiamo dell’eroe involontario o quasi: Mace. Da fantoccio messo lì per una serie di fortunati eventi, a soldato pronto a tutto anche affrontare Anton ed a farsi pestare. Facciamolo cresce ancora e gli troviamo un bel ruolo come eroe a tempo pieno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...