DC Comics: nuove serie in arrivo a breve?

Se la Marvel ha preso d’assalto il cinema e lo streaming (con la stretta collaborazione con Netflix), la DC Comics ha un notevole vantaggio per quanto riguarda le serie tv.

dc-coming-soon

Il presidente della DC Comics, nonchè acclamato autore, Geoff Johns ha recente affermato che arriveranno molti nuovi show, ed uno sarà annunciato a breve. Di cosa si tratterà?

Le ipotesi sul tavolo sono molte: da una nuova serie legata all’Arrowverse, ad una nuova serie che vada su altre reti, potrebbe essere qualcosa dell’etichetta Vertigo, oppure qualche annuncio ufficiale (data della premiere) per qualcosa già in cantiere o una nuova serie animata (come Teen Titans Go!, Justice League Action, DC Superhero Girls e Young Justice).

Non avendo nulla da perdere o da guadagnare, proviamo quindi fare dei nomi, tenendo presente che serie come Preacher, IZombie e Lucifer sono proprietà della DC Comics con il brand “Vertigo”.

Ipotesi Arrowverse

ArrowVerseTitle

Qui ci si può sbizzarrire molto, ma bisogna prima pensare a quanto e quando troverà spazio su The CW una quinta serie, tenendo presente che la rete ha solo cinque prime serate (il weekend è a copertura locale) e dieci slot alla settimana: se fosse ancora Arrowverse, ipoteticamente vorrebbe dire occupare metà delle caselle, e non sappiamo quali serie salteranno a maggio (a parte The Vampire Diaries: ma qui userie un Riverdale se avrà successo come sostituto).

Questo ovviamente se parliamo di stagioni lunghe, di 22 episodi (e diamo per scontato che l’Arrowverse sarà solo su The CW): se andando controcorrente usassero la tecnica The 100, ovvero 13/16 episodi come già con Legends Of Tomorow, le cose cambierebbero un po’.

E già vederte quante variabili ci sono in ballo solo in questo caso. Ad ogni modo, a chi potrebbe capitare una serie dedicata? Quelli che seguono sono i miei candidati, alcuni dei quali sono più che altro speranze.

  1. Superman: il suo ingresso in Supergirl ha fatto centro, funziona è divertente anche se è comunque un comprimario. A suo sfavore gioca il fatto che la serie sarebbe un doppione di Supergirl.
  2. Nightwing: l’ex Dick Grayson, azi la sua città Bludhaven, è stata citata più volte in Arrow e il personaggio è molto amato dai lettori. Può andare molto bene, e porterebbe una po’ della Batfamily nell’Arowverse portando un po’ di novità.
  3. Human Target: lo abbiamo incontrato in questa stagione di Arrow, ma sarebbe alla terza serie tv a lui dedicata. Un’idea come un’altra, sia chiaro. Però, perchè no?
  4. Lanterna Verde: Questione delicata qui. Al cinema ha fatto un flop assurdo, e vedrà una nuova luce tra qualche anno con un nuovo film (che potrebbe però essere sul corpo delle lanterne verdi). Il più noro Lanterna Verde è Hal Jordan, e sappiamo che Berlanti è un suo fan (il film dopotutto er a suo…) e ha messo più volte riferimenti a lui in Arrow. Difficile che possa per le questioni politiche e le divisioni cinema e TV, anche se c’è una scappatoio: il primo Lanterna Verde era Alan Scott, era parte della Justice Society Of America e potremmo vederlo in Legends Of Tomorrow.
  5. Booster Gold/Blue Beetle: Altri due personaggi amati da Berlanti, che però sta lavorando ad un film su di loro. Un cambio di rotta è difficile, ma visto che per il cinema sono in ballo già almeno una decina di nuovi titoli, un cambio di destinazione non è da escludere.
  6. Terra 2: o qualunque altro numero (sono tra la due e la tre). Una serie ambientata su un’altra Terra potrebbe far sviluppare nuovi eroi, si cambierebbe magari un po’ l’approccio. Un rischio, certo, ma perchè no?
  7. Constantine: Ok, qui siamo al grande sogno, ma rivedere John Constantine non mi dispiacerebbe affatto.
  8. Jonah Hex: Altro personaggio che è piaciuto molto quando si è visto. Ma è abbastanza per una serie?
  9. Teen Titans: Con tutte le nuove reclute e arrivi in questa stagione perchè non usarli in un unico gruppo?
  10. Kid Flash: No, scherzo. Se è vero che sarebbe bello vederlo in azione magari su Terra2, il problema sarebbe lo stesso di Superman: un doppione.

Ipotesi Animata

dccomicsyj

Qui le possibilità sono infinite. Possono creare una nuova serie dei Superfriends oppure una serie  demenziale e folle. Uno show su Batman? Dal punto di vista dell’animazione han sempre prodotto bene, anche in tempi recenti (The Killing Joke, Flashpoint Paradox, Throne Of Atlantis,…) per cui credo che si possa star rilassati.

Ipotesi “Annunciata”

Qui sono soprattutto due le possibilità. Una è che venga presentata ufficialmente Krypton, che andrà in onda su SyFy.

Ambientata secoli prima della distruzione del pianeta di Superman, ci mostrerà il nonno di Kal-El, Seg-El, la cui casata è ostracizzata dalla comunità e lui lotterà per riportarla in alto. Ci sarà anche il nonno del nonno. Vi giuro ovrei essermi inventato sta cosa, ma il pilotè stato girato e andrà in onda.

Se sapete che cacchio si son fumati per pensare a sta cosa, ditelo. Ma forse visto che è un’idea di Goyer non sono coinvolte sostanze illegali.

L’altro pilot che è stato girato e di cui si parla da un po’ è quello per la FOX incentrato su Black Lightning (su cui lavora Berlanti quindi potrebbe essere ancora Arrowverse), il primo supereroe di colore della DC Comics.

Allargando all’etichetta Vertigo, ci sarebbe Scalped che andrà in onda su WGN ed avrà un cast composto da nativi americani: si tratta dopotutto di una serie ambientata in una riserva indiana.

Ipotesi Vertigo

vertigo

Chiudiamo con tre titoli targati Vertigo che potrebbero esssere adattati per la tv. Mi limiterò a qualcosa di sintetico non conoscendo abbastanza bene da scendere nei dettagli la produzione della casa editrice.

  • American Vampire: la serie presenta i vampiri come una popolazione composta da diverse specie segrete, mostrando i conflitti ad essi legati nel corso dei secoli. La storia principale è ambientata nell’america del 1800, nel Far West dove un famigerato criminale di nome Skinner Sweet si risveglia dalla morte ed è il primo di una nuova specie: più forte, maggiori riflessi, immune alla luce
  • DMZ: Dell’adattamento di questa serie, disegnata anche dall’italiano Riccardo Burchielli, se ne parlava già un paio di anni fa. Ambientata in u prossimo futuro, dopo la seconda guerra civile americana che ha reso l’isola di Manhattan una zona demilitarizzata (da cui il titolo), chiusa tra l’esercito degli USA e quello dei Liberi Stati. Nel mezzo, 400.000 abitanti.
  • Y: The Last Man: Una catastrofe nel giro di pochi istanti stermina tutti i mammiferi di sesso maschile sulla faccia della Terra (e rende inutilizzabili embrioni e sperma congelati nelle cliniche). Unici a salvarsi Yorick Brown, un escapista dilettante con problemi di autostima ed Ampersand, la scimmia-cappuccino che sta tentando di addestrare come animale domestico da affiancare ai disabili.

Menzioni d’onore: Fables, FBP: Federal Bureau of Physics, Codename: Knockout, Astro City, 100 Bullets, Transmetropolitan.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...