#LukeCage – Manifest (S01E07)

Con l’arresto di Cottonmouth le cose cambiano ad Harlem. Tutti sono sotto controllo, tutti hanno dei segreti…e la situazione si complica  ancora di più.

lukecage

Uno si tranquillizza un attimo, dice che tanto ne han appena ammazzato uno, vuoi che anche un altra passi a miglior vita? Eppure CiccioMartin e Moffat, gente che si nutre di dolore, sentimenti e lacrime altrui dovrebbero averti fatto capire come van le cose…ma non ci vuoi credere. E così ti trovi di punto in bianco senza il tuo villain preferito, Cottonmouth. Pure se te lo aspettavi.

lukecage-s01e07-4Che poi fosse morto in uno scontro con a fuoco, un attententato, un regolamento di conti. No, Cornell muore perchè Mariah lo fa volare dal suo studio all’Harlem’s Paradise dopo una discussione accesa per poi infierire ancora visto che era “solo” in fin di vita dopo il volo. Con Shades che tra l’altro osserva e ne sembra compiaciuto, tanto da prendersi carico della situazione sottolineando che Mariah lo voleva in fondo, ora ha fatto uscire il suo lato oscuro e deve abbracciarlo, deve ricrodarsi da dove viene… insomma la istiga una volta di più, dopo averlo già fatto a casa di lei.

lukecage-s01e07-5Ovviamente per quanto successo, faranno ricadere la colpa su Luke, ma ci torneremo.

Questa è stata anche una puntata di faccia a faccia. Il primo è quello tra Cornell e Misty quando lui viene lasciato libero: diciamo che Stokes non è un lord inglese, e che comunque lei non ci sta tanto zitta quando si tratta di difendersi da insulti (bitch) e quant’altro. Uno scontro verbale nello stile di Cottonmouth fatto di parole ed atteggiamenti, ma che si stacca dal resto per la cattiveria sottintesa ed il maschilismo tipico gangsta: si stacca talmente tanto da risultare un po’ forzato, quasi fuori luogo. Poi ci si ricorda chi è che parla, però diciamo che così verbalmente cattivo non lo si era visto.

Un altro è quello che Misty ha col suo nuovo capo, uno scontro che la spinge ad indagare su Luke il quale è lukecage-s01e07già minacciato da Cornell per il suo passato: comunque vada, la questione è una bomba ad orologeria che esploderà alla grande.

Il passato viene esplorato anche con dei flashback sulla gioventù di Mariah e Cornell. Mama Mabel si prendeva cura di loro e al tempo stesso gestiva il criminle del quartiere con una regola da non infrangere: non si spaccia droga. Ovviamente qualcuno la infrange questa regola ed è Pete Stokes: la sua fine è quella di finire freddato da Cornell (che ha fatto la spia) per ordine di Mama Mabel. E se non bastava questo suo operare contro gli ordini di Mama Mabel, ci sarebbe pure le molestie e lo stupro di Mariah.

lukecage-s01e07-3Quello dello stupro sarà l’evento scatenante delal rissa in cui Cornell muore: quando lei gli rinfaccia di non avere le palle, di aver paura e rivanga quell’omicidio, lui dice che Pete era presente per lui, lo aiutava con gli studi di musica ma è stata lei ada vere un’educazione a suo discapito e che lo sturpo lei lo ha cercato perchè girava mezza nuda etc etc… insomma le solite affermazioni.

Tornando al presente, Luke si trova a dover rivedere la propri idea di essere eroe. Per lui l’unica cosa che conta è assicurare Cottonmouth alla giustizia e farlo condannare, lo dice a Claire e pure a Misty. Ovviamente è ignaro della fine che ha fatto Stokes per cui quando dice a Misty che se ne occuperà lui della questione, beh si inguaia perchè alla polizia arriverà una telefonata che annuncia quanto successo al club.

Per il momento lui ha recuperato le armi che erano state consengate a Domingo nel frattempo: il futuro però, come detto non promette bene. Mentre discute come detto con Claire della questione dell’essere un lukecage-s01e07-2supereroe e del ricatto di Stokes sul suo passato (Chi si fiderebbe di Luke se sapesse che è stato in galera?), viene colpito dal proiettile Giuda, quello su cui Cottonmouth voleva mettere le mani per uccidere lui il suo rivale.

A sparare il colpo è però qualcun altro ovviamente… Diamondback. E Luke cade a terra sotto lo sgaurda di Claire che prova a soccorrerlo.

Un’altra buona puntata, anche se con alcune cose prevedibili come la morte di Stokes (era destino, non me l’aspettavo così presto, ma è riuscita bene la cosa), ed un interessante sguardo al passato di Cornell e Mariah (il cui futuro criminale è scritto ormai) che rivela tutta una serie di intrecci e ci fa capire meglio certi comportamenti tenuti da loro.

Arrivati all’episodio centrale della stagione, si cambia decisamente la si situazione. Fuori Cornell, dentro Diamondback con il suo piano per Cage.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...