#Supernatural – The One You’ve Been Waiting For (S12E05) & Celebrating the Life of Asa Fox (S12E06) #Spn

Nonostante il ritardo e la successiva “overdose” da Supernatural, eccoci di ritorno.
Mea culpa, mea grandissima culpa.
Ma tornare a parlare di Supernatural non è mai stato così bello. E permettetemi di dire una sola cosa – o forse di lanciare una piccola frecciatina – a coloro che ritengono che questo Telefilm sia finito: avete sbagliato telefilm. Cambiate canale, seguite altre serie, ma non esprimete giudizi negativi su qualcosa che ha trovato il modo di riscriversi ed appassionare come il primo giorno. Abbiamo avuto alti e bassi nel corso delle passate stagioni, ma la dodicesima – così come l’undicesima – si sta rivelando una vera chicca per chi, come la sottoscritta – ama questa serie, sin dagli esordi.
Ricordatevi di passare dalla nostra Pagina Facebook e … let’s go!

tumblr_of288ywgla1ugoip6o1_540

The One You’ve Been Waiting For 

Classico episodio filler che ci riporta però ad un discorso affrontato nelle stagioni precedenti: I Thule.
La particolarità di questo “filler” è però quella di agire come un episodio portante, pur senza mantenere il filo diretto con il tema centrale di questa stagione: la caccia a Lucifer e i British Men Of Letters.
Il ritorno dei Thule non era preventivato. Pensavamo di aver visto l’ultima traccia di loro, nell’episodio della Stagione Undici, riguardante il ritrovamento della “Mano di Dio”.
Ci sbagliavamo.
I Thule esistono ancora – e sono particolarmente arzilli, per essere quasi dei centenari – e sono disposti a tutto, pur di riportare alla vita il loro unico ed amato leader: Adolf Hitler.
Persino a recuperare una discendente diretta e dissanguarla, per avere un apporto di sangue puro su cui mettere le mani.
Se ci aggiungiamo poi la presenza di un “Horcrux” – permettetemi la citazione da HP – contenente l’anima del Fuhrer, le cose diventano assai più pericolose.
Dean e Sam lo sanno e per questo motivo – con un piccolo aiuto da parte di Aaron, il proprietario del Golem, e del figliol prodigo di uno dei nazisti -tentano di impedire il ritorno al potere di un “mostro”.
tumblr_oggop1BDHw1ravgwio2_r1_500.gif

Penso che questa gif rappresenti in tutto e per tutto l’episodio. Perché i nostri eroi riescono a sconfiggere il Fuhrer appena rinato e tocca a Dean – in una scena memorabile – porre fine alla nuova esistenza del dittatore nazista.
E non mancherà di ricordarlo anche nei seguenti episodi, con risultati a dir poco esilaranti.

Come già detto in precedenza “The One You’ve Been Waiting For ” risulta essere tra i migliori episodi “filler” mai concepiti dai creatori della serie. A differenza di molti di essi – per di più presenti nelle season 6 e 7 – possiede un filo logico di un certo spessore. collegato ad eventi del passato dei Winchester. Ed a mio avviso è una scelta vincente.
Riportare gli spettatori ad affrontare il passato dei due fratelli ed a ricordare avvenimenti ormai superati, riesce in qualche modo a ravvivare l’interesse per la serie e ad accrescere l’attesa per gli episodi successivi.

“Celebrating the Life of Asa Fox”

Che Mary Winchester avesse dei segreti era chiaro a chiunque. Eravamo consapevoli, sin dall’inizio, di avere a che fare con una donna complicata, cresciuta a pane e caccia ed in parte incapace di abbandonare totalmente quel mondo.
Probabilmente verrò odiata da molti, ma inizio a pensare che anche nel caso in cui Mary fosse rimasta in vita e fosse stato John a morire, la vita dei due Winchester non sarebbe stata affatto differente.

In questo episodio scopriamo un aneddoto su Mary, che ci era stato tenuto gelosamente nascosto: la nostra cara “mamma”, infatti, non ha smesso di cacciare neanche dopo la nascita di Dean, ed ha salvato un ragazzino dall’attacco di un lupo mannaro: Asa Fox.

Il ragazzino, dopo l’incontro con Mary, sceglie di percorrere la strada della caccia.
Ed è proprio la triste dipartita di Asa ad essere la colonna portante di questo episodio.

Ritroviamo Dean e Sam – reduci dallo scontro con Hitler – a casa di Jody, pronti a passare un po’ di tempo in tranquillità insieme alla donna ed Alex e Claire.
Le cose non vanno però come previsto. La notizia di Asa getta Jody nello sconforto e costringe i due ragazzi, ad accompagnare la donna al funerale del cacciatore.

Non abbiamo mai avuto modo di osservare i Winchester – se non in pochissime e poco piacevoli occasioni – avere a che fare con altri cacciatori. In questo caso abbiamo modo di farlo ed apprendiamo che non sono poi così odiati, come invece pensavano.
Sono divenuti delle leggende – poteva essere altrimenti? – e le loro storie hanno fatto / letteralmente / il giro del mondo.
Ma il clima festoso – per quanto possa essere festoso un funerale – dura poco. L’arrivo di Mary  e l’attacco di un demone, portano l’intero gruppo di cacciatori, a confrontarsi gli uni con gli altri.
Si scoprono segreti, colpe e responsabilità che nessuno avrebbe mai voluto portare allo scoperto.

E la presenza di Billie non aiuta di certo a calmare gli animi.

Ma è proprio la Reaper a fornire un meraviglioso apporto all’episodio. Costringendo Mary a fare i conti con la propria coscienza ed a prendere una decisione finale: restare con i suoi figli.

L’episodio è di per se un buon episodio. Quello che ho apprezzato, soprattutto, è stato il modo in cui finalmente abbiamo ottenuto un confronto “pacifico” con altri cacciatori. In passato abbiamo visto solo il lato negativo di questi confronti, ma questa volta gli autori ci hanno permesso di fare un viaggio “tranquillo”.

Ho apprezzato moltissimo il fatto che Mary, per una volta, abbia scelto di non seguire l’istinto e abbia deciso con il cuore. Che non abbia seguito Billie e che abbia preferito l’amore dei suoi ragazzi.

Non ho apprezzato l’ennesima mazzata data a Jody, ma immaginavo che potesse esserci un simile riscontro, purtroppo.

In conclusione: Supernatural non smette mai di stupirci ed ancora una volta lo fa in positivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...