#Supergirl – Welcome To Earth (S02E03)

Il presidente, anzi LA presidente, degli Stati Uniti è a National City per parlare della politica sugli alieni e della loro accoglienza quando rimane vittima di un attentato ed il DEO deve intervenire.

supergirl

Nel quadro delle elezioni politiche americane si mette in mezzo pure Supergirl: ovviamente come serie, anche se ammetto che l’immagine di Trump che prova a molestare Kara mi diverte. Per come potrebbe andre finire, ovviamente.

Lo fa con un paio di mosse molto evidenti ed una un po’ più sottile.

  • Il presidente degli USA (da qui in avanti POTUS) è donna. Anzi è Donna, perchè è interpreta da Lynda Carter, la Wonder Woman dell’omonima serie TV, ma questo non è rilevante per la critica.
  • Il tema della puntata è l’immigrazione aliena, e la loro accoglienza negli USA.
  • Guardando lei, qualcuno si pone la domanda “come è possibile che abbiano votato per l’altro tizio?”

Fate vobis, eh…supergirl-s02e03-2

Certo poi c’è la sorpresina finale del fatto che lei sia un’aliena…ma è quasi il meno.

Se la minaccia della settimana, quella rappresentata da Scorcher, non è particolarmente temibile anche se comunque attenta più dio una volta alla vita del POTUS, in città per promuovere l’integrazione degli alieni nella società, quello che diovrebbe essere secondario si rivela essere interessante: in pratica la visita presidenzia è ciò che fa da catalista a tutto il mondo attorno.

Andando più nello specifico.

  • Kara ed il giornale: L’arrivo del POTUS richiede una copertura mediatica non solo dell’evento, ma anche di quello che è collegato ad esso. Kara vede la cosa come l’occaiosnep er mettersi in luce, ma il suo capo ovviamente la stronca sul nascere, mandandola ad intervistare  Lena Luthor.
  • Lena Luthor: La sorella di Lex sta lavorando adun dispositivo che permetta di identificare gli alieni con un semplice campione di pelle. Kara scrive un articolo, ovviamente di parte e carico di passione, motivo per cui viene come detto stroncata.
  • Mon El: il misterioso alieno dopo esseresi risvegliato scappa in strada. Inizia la sua ricerca e si ipotizza subito che sia lui il resposnsabile del primo attentato al POTUS. Quando viene localizzato grazie all’aiuto di una detective (con contatti in un bar particolare) si scopre che veine da un pianeta con cui Krypton era in lotta, rafforzando così le ipotesi che sia lui il responsabile. Catturato mentre cerca di mandare un messaggio di aiuto al suo pianeta, verrà scagionato dal secondo attentato e supergirl-s02e03-3Kara gli darà il benvenuto sulla Terra dopo avergli svelato la sorte del suo pianeta, Daxam.
  • Il Bar: Come detto, c’è un bar particolare a National City, frequentato solamente da alieni che cercano un posto in cui essere liberi. La barista, tra l’altro è una marziana (M’gann M’orzz AKA Miss Martian). Quando a fine puntata J’onn J’onnz vi si recherà i due si troveranno in imbarazzo prima di un faccia a faccia che fa pensare a conti in sospeso.

Oltra a razzismo ed immigrazione, viene accennato brevemente il problema dell’omofobia (con la detective, Maggie Sawyer). In più c’è tutto la gamma possibile dei pregiudizioni. Alieni contro alieni, umani contro umani, umani contro alieni… tutto il possibile insomma.

Tutto buono insomma, tranne una cosa: gli eventi alla CatCo da cui salvo per il rotto della cufia come Jimmy si sia supergirl-s02e03-4imposto su Snapper. Ma proprio per il rotto della cuffia: non so se son peggio i dialoghi o l’attore. Faccio decidere a voi.

Con questa terza puntata, Supergirl continua a rafforzarsi come serie. Ora abbia una potenziale comunità aliena da cui possono nascere nuove storie, nuove minacce e nuovi persaonggi. E che parrebbe dire che gli alieni sono sulla Terra da prima di Superman.

Pensieri Sparsi

  • Chissà da quanto tmpo ci sono gli alieni sulla terra… potrebbe essere un cosa da esplorare.
  • Miss Martian vs Martain Headhunter. Sì, no, forse?
  • Davvero un buon debutto per Maeggie Sawyer.
  • A quanto danno la una storia tra Sawyer ed Alex?
  • supergirl-s02e03Orgoglio Made In Italy a National City. Dopo le Jeep in Batman V Superman, qui vediamo Alex cavalcare una Ducati Monster. Il ftto che in questa foto ci sia in primo piano il culo di Alex non è voluto. Ma ci piace, lo stesso.
  • Questa è stata decisamente la puntata dei pregiudizi. A sorpresa, pure Kara ne ha verso chi viene da Daxam. Il che è strano visto che tendenzialem è compassionevole con tutti.
  • Jimmy Olsen come capo non mi convince, e Snapper è a stento divertente. Come però Jimmy ha preso a (metaforicamente) sberloni in faccia il giornalista non è stato malaccio.
  • A proposito di Jimmy: fate partire alla svelta la sua storia per diventare Guardian o mandatelo a Metropolis. Abbiamo capito che non sapete come usarlo.
  • Avere Kara come giornalista e non assistente è stata una mossa vincente. In questo mdo ha una scusa per esser vicina all’azione, e fare due lavori in uno. E c’è meno fatica a far convinvere le due identità di Kara.
  • Lena Luthor sembrava tanto tranquilla ed invece… si dimostra essere quasi degna del fratello. E palesamente xenofoba e populista. Lena Luthor sindaca di National City.
  • La mia fiducia in Lena è la stessa che ho in Jack The Ripper come chirurgo.
  • Non so se l’avevo rimosso o se è nuova, il tesserino del con carta psichica mi mancava.
  • Mon El. Quanto può restare in città e in quale ruolo? Entrerà nel DEO? No, non lo voglio come interesse sentimentale di Kara. Non ce ne è bisogno.
  • Se non mi rivelano qualcosa di più sul ruolo della Carter potrei incazzarmi.
  • Off Topic: un giorno smetterrò di scrivere Supergril al posto di Supergirl? Ditemi di sì vi prego ne ho bisogno…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...