#TheWalkingDead – The Day Will Come When You Won’t Be (S7E01) #TWD #SeasonPremiere

L’attesa è stata lunga, lunghissima.. Funestata di rumors, di spoiler più o meno attendibili, di vere e proprie cospirazioni e di complottisti degni del miglior Adam Kadmon che analizzavano video, ombre e chi più ne ha più ne metta. Ma adesso basta rumors, basta chiacchiere e basta ipotesi: nel dare il bentrovati a chi abitualmente mi legge e nel dare il benvenuto ai nuovi, iniziamo questo nuovo e devastante viaggio. Non prima di invitarvi tutti a diventare fan della nostra pagina affiliata, The Walking Dead Italia, che ringrazio per il rinnovato supporto!

maxw-654

I 46 minuti più attesi e più temuti, infine, sono giunti. Un po’ per via del fumetto, un po’ per via degli spoiler con cui siamo stati bombardati, sapevamo a chi sarebbe toccato dirci addio.. E per quanto un po’ tutti sapessimo, tra sapere e vedere c’è un abisso non indifferente.
Il passo è stato fatto, l’asticella dei limiti che TWD si è sempre un po’ imposta è stata bypassata a piè pari. E non parlo solo del – benedetto – splatter che, in questa serie, sarebbe necessario vedere più spesso.. No, il tutto va ben oltre.. Qui si tratta di pathos, di tensione, di caratteri e caratteristiche che lasciano poco spazio al resto.. Anche al lutto.

Dunque, Glenn e Abraham ci hanno salutati. Glenn l’aveva scampata sin troppe volte, ammettiamolo.. E Abraham.. Con lui hanno fatto un po’ una bastardata: prima hanno fatto peste e corna per farcelo prendere in simpatia ed appena questo è accaduto BOOM!, mazzata [scusate, era sin troppo facile]. Di loro non resta altro che due macchie di sangue sul selciato, tristemente leccate da un walker nel finale di episodio.. Resta parecchia amarezza per Maggie, che ha perso chiunque potesse perdere [prima il padre, poi la sorella e ora il marito], e per Sasha a cui è toccata la stessa sorte, più o meno [il fidanzato, il fratello e il nuovo boyfriend]..
Ma è il gruppo per intero che fa le spese di questa nuova e devastante condizione: come ha giustamente detto Negan [di cui parleremo in seguito, non dubitate! Merita un paragrafo a parte tutto per sé] la loro idea di rimanere sempre tutti insieme felici e contenti era assai pretenziosa per il mondo in cui vivono. Per quanto sia stato un passaggio doloroso e brutale, era un passaggio necessario: non soltanto per il gruppo in sé, ma anche per chi segue la serie: occorreva far capire in modo diretto ed incisivo che tira una nuova aria, e che molte cose stanno cambiando.

Finora abbiamo pochi punti fermi: a parte i due lutti e a parte il fatto che Rick e gli altri lavoreranno per Negan, abbiamo la consapevolezza che quest’ultimo nutre una sorta di rispetto nei confronti di Daryl [o almeno questa è stata la mia interpretazione] tanto da volerlo separare dal resto del gruppo e portarlo con sé.. Forse teme che il suo essere “L’unico con le palle” possa portare il resto del gruppo alla ribellione, o forse gli serve una sorta di garanzia sul resto del gruppo.. Fatto sta che se l’è preso e se l’è portato via [e che mi rode da morire vedere la balestra di Daryl tra le mani di ‘testa di paglia’ Dwight, ma questo non interessa a nessuno.. Era per smorzare un po’].
Parlando di punti fermi.. Possiamo ancora considerare Rick uno di questi? Io credo di sì, nonostante tutto. Tralasciando che Andrew Lincoln ha superato sé stesso in ogni modo possibile [cacciate fuori ‘sto benedetto Emmy e consegnateglielo immediatamente], Rick è e rimane un caposaldo sia per i suoi che un riferimento per Negan. Una figura che, giustamente, ha avuto il suo crollo emotivo per gli eventi recenti ma che ha comunque il dovere di rimettersi in piedi e di essere ancora un punto fermo per la sua gente.

Ci sono state diverse prove di coraggio in questo episodio: quella di Abraham che, pur avendo la testa sfondata, ha rivolto un dolcissimo “Succhiami le p***e” a Negan; quella di Glenn che, nella medesima situazione, ha voluto rivolgere a Maggie le sue ultime parole; quella di Daryl che è stato l’unico abbastanza coraggioso – o incosciente – da alzarsi e tentare di suonarle a Negan.. E ovviamente quella da parte di Rick che ha affrontato morte, paura, dolore, walkers e per poco non si è trovato a tranciare la mano a suo figlio. Troppo, per chiunque.. Non poteva non crollare, non qui.

E infine c’è lui: Negan, il male incarnato. Al di là dell’altrettanto dovuto plauso a Jeffrey Dean Morgan, Negan ha mostrato tutto ciò di cui questa serie aveva bisogno: nervi [e palle] d’acciaio, sfrontatezza, terrorismo psicologico in piena regola e la capacità di piegare tutti al suo volere in modo assolutamente naturale, con il sorriso stampato sulle labbra e la dovuta irriverenza. Ciononostante, sono ben lontana dall’associarmi a chi lo ha definito un coercitivo: semplicemente, ha le capacità e i mezzi di ottenere ciò che vuole. E’ una mente rapida ed efficace: per quanto tutti sappiamo che alle spalle c’è una sceneggiatura minuziosa, il personaggio non mostra forzature nello scivolare in modo fluido e del tutto naturale da una bastardata all’altra come se fosse tutto pianificato da tempo immemore.
E’ molto astuto, lucido, non ha nulla da perdere e ha tutto da guadagnare.. Questo fa di lui non un villain, ma IL villain per eccellenza.

Che dire? Un inizio a dir poco magistrale per questa nuova stagione [tralasciando l’epic fail di quando hanno sollevato ‘il corpo’ di Glenn che avrebbe dovuto avere il cranio spappolato ma sul quale era evidentemente presente un cranio con una folta capigliatura scura], sebbene l’episodio sia sembrato più una ‘seconda parte’ del season finale [e ben venga anche questo].. Il carico emotivo è stato altissimo e reso molto bene da ogni singolo membro del cast. L’augurio è il solito delle ultime stagioni: che non sia soltanto l’inizio a far ben sperare, ma che prosegua in modo coerente e che non vada perdendosi tutto per strada.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...