#AgentsOfSHIELD – Let Me Stand Next to Your Fire (S04E04)

Reyes e Daisy uniscono si imbattono nello S.H.I.E.L.D. per fronteggiare quello che scoprono essere un nemico comune. E intanto i Watchdogs continuano la loro caccia…

aos-s04

La storia è sempre quella. Non, non “fai merenda con girella”. Il nemico del mio nemico, è mio amico.

Ecco il punto chiave della puntata di questa settimana di Agents Of S.H.I.E.L.D. in cui assistiamo a quella che fino all’altro giorno sembrava qualcosa di azzardato: lo SHIELD, Daisy e Ghost Rider sotto lo stesso tetto.

aos-s04e04-2Le carte, nella semplicità, vengono giocate abbastanza bene. La parte debole, è il “rapimento” di Simmons da parte di Skye, ma anche se si rivela essere il motivo per cui, alla fine, le forze si uniscono. Se da una parte è Daisy a tenderle una “trappola” facendole avere un annuncio per una appartamento (dove ovviamente si traferirà con Fitz), per prima farsi curare e poi obbligarla a collaborare, lei finge di cedere al fatto di avere una pistola puntata contro, le fa prepare tutto un piano per rubare i dati… e poi la aiuta facendo di testa sua. Motivo? la persona a cui doveva rubare i dati è una sua sottoposta.

Quali dati? Quelli sui metumani a cui i Watchdogs stanno dando la caccia: lei ha solo dei numeri e da questi deve risalire ai nomi per salvarli: l’ultimo della lista è quello di qualcuno che già conosciamo, ovvero Hellfire. Il quale lavora in un negozio di fuochi d’artificio, perchè si sa… la sicurezza prima di tutto.

Solo che, sopresa: Hellfire è in combutta con i Watchdogs e così Skye e Jemma finiscono in una trappola, da cui scappano grazie a Phil, Mack… e Reyes.

Mentre le due ragazze si cacciavano nei guai, Coluson inftti faceva visita allo zia del Ghost Rider senza però ricavare niformazioni utili sui fantasmi: dopo averlo catturato, Coulson gli propone un accordo. Collaborare perchè vogliono entrambi la stessa cosa, le stesse informazioni: scoprono così del misterioso libro, di come quegli scienziati giocarre a fare Dio… ma prima che Robbie venga lascaito liebro, ecco che devono fare una deviazione per salvare le ragazze.aos-s04e04-3

Ghost Rider contro Hellfire, finisce con la netta vittoria del primo… che si prende pure la catena prima di conseganre l’Inumano allo S.H.I.E.L.D.: sul volo di ritorno, Coulson dice che quale sia il libro misterioso che il fanstasma sta cercando, un libro che neppure il Teschio Rosso o Fury riuscirono a trovare, il Darkhold.

Nel terzo filone narrativo, non succede molto. May viene visitiata da Radcliffe, Fitz e AIDA i quali spiegano anche cosa sia successo esattamente. Terminati i test, con qualche rischio che saltasse fuori la verità, Jemma. Mack e Phil li raggiungono per riunire il team…e prepararsi alla missione successiva. May non vuole neppure sapere di cosa si tratta ed aderisce subito.

aos-s04e04-4Jemma, assistendo alla conversazione tra AIDA e Coulson mangia òla foglia e dice a Fitz che sa che è un androide. Lui svuota il sacco dicendo che ha aiutato e le ha tenuto nascosta la cosa perchè non può permettere che il boss lo scopra: Jemma dovrà quidni mentire al poligrafo, test a cui è ciclicamente sottoposta. E il test è il giorno successivo. E, avendo aiutato di nascosto anche Skye, beh… avrà diverse bugie da raccontare. Una più, una meno che volete che sia?

Dunque cosa mi è piaciuta dalla puntata? Nel complesso tutta. Il tradimento di Hellfire è stata una sorpresa più nelle motivazioni, ma era prevedibile ad un certo punto.  Mi chiedo solo quando sia coinvolta la sentraice però..

Altro punto a favore, lo scontro tra Hellfire e Ghost Rider soprattutto per il “furto” della catena. E poi vedere Hellfire trasinaoto fuori come un se nulla fosse… priceless.

Sottotono invece la prima parte con Skye e Jemma, e trascurabile nel complesso quella di May, che però bene si inserisce nella trama generale chiudendo il cerchio.

Pensieri Sparsi

  • aos-s04e04Non puoi fare tappa a Los Angeles e non correre sull’ LA River: è obbligatorio.
  • LOLA WINS. – FATALITY! –
  • Alzi la mano chi pensa che May non si sia bevuta la spiegazione di Fitz sulle origini di AIDA.
  • Il fantasma, Lucy Bauer, non convince ancora come villain. I Watchdogs invece sì.
  • Capisco la paronia, ma la macchina della verità ogni mese? Eddai su…
  • Chiunque abbia scritto i dialoghi va premiato. Non sapre decidere quale battuta sia la migliore.
  • Incredibile la compostezza di Mack durante l’inseguimento a Reyes.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...