#Supernatural – Keep Calm and Carry On (S12E01) #Season Premiere #Spn

Avete presente la spiacevole sensazione di “vuoto” all’interno del vostro stomaco, che viene a formarsi nel momento in cui percepite la mancanza di qualcosa di importante?
E l’attesa? Quell’attesa senza fine, condita da tonnellate e tonnellate di ansia, che per mesi attanaglia la vostra gola?
Ecco.
Questa è l’esatta rappresentazione delle mie sensazioni, durante lo hiatus di Supernatural!
Ma l’attesa è finalmente finita.

tumblr_of288ywgla1ugoip6o1_540

Prima di passare alla recensione vera e propria, vi ricordo di passare a dare un’occhiata alla nostra Pagina Facebook

Ci siamo.
Sono tornati.
E non potevano farlo in maniera migliore.
Dopo un cliffhanger durato mesi e mesi, finalmente abbiamo le risposte necessarie sulla sorte del nostro caro Sam Winchester.

Sam è vivo e vegeto. Conciato male e segregato contro la sua volontà, ma pur sempre vivo.
E penso sia questa la cosa importante. Il sapere che Sam è ancora in vita e che è ancora disposto a lottare per mantenersi tale.
Perché – ammetto di non essere mai stata una fan di Sam Winchester – nel corso delle ultime stagioni, Sam aveva decisamente perso gran parte della sua voglia di combattere. Non fraintendetemi: entrambi i fratelli sembravano essere sul perenne punto di gettare la spugna.
Ma Sam mi ha stupito in maniera piacevole.
Il suo tenere testa a Toni e a Ms. Watt, rifiutandosi non solo di fornire loro le informazioni richieste, ma sopportando ogni genere di tortura, lo ha decisamente fatto risalire nella mia scala delle preferenze.
Il fatto di non avere ceduto e di aver specificato che ogni tortura non potrà mai essere peggiore di quelle subite da Lucifer, dovrebbe fare riflettere su quanto questo personaggio sia stato in grado di crescere durante le varie stagioni.
E ricordiamoci una cosa: non è ancora al corrente del fatto che Dean è vivo e vegeto.
Dunque sta lottando per se stesso e per tutto ciò in cui lui e suo fratello, hanno sempre creduto.
Kudos to Sam.

E parliamo di Toni e di questi fantomatici British Man of Letters.
Sapevamo che qualcosa in loro non era del tutto chiaro, ma non avremmo mai pensato ( o almeno io non avrei mai pensato) che potessero rivelarsi dei pezzi di merda così infidi.
Non condivido le loro parole e le loro scelte. Certo, i Winchester hanno causato diversi problemi nel corso degli anni, ma sono sempre stati in grado di rimediare anche a costo delle loro stesse esistenze.
Il fatto di avere la presunzione di sminuire il loro lavoro, vantandosi di essere migliori, solo perché in grado di studiare e stare comodamente seduti a costose scrivanie, con il culo fasciato in completi firmati, me li ha fatti odiare sin dal primo istante.
Perché vantarsi di non essere dei barbari, quando si è disposti a macchiarsi di rapimento e tortura, ai danni di qualcuno che ha fatto molto più di voi?
E soprattutto: per quale motivo vantarsi quando poi si è costretti a farsela sotto, nell’istante in cui le cose non vanno secondo i piani?
Pensate davvero che Toni sia in grado di affrontare un demone? Perché a quanto ho visto, non penso abbia mai avuto l’occasione di mettere il naso fuori da un ufficio.
Una ragazzina viziata ed arrogante, che spero abbia la stessa sorte di Ms. Watt.
Prima però vorrei capire chi è dietro a tutto questo.

Vi starete chiedendo il perché io non abbia parlato ancora di Dean e del ritorno di Mary.
Semplice: volevo prendermi tutto il tempo necessario per farlo e non bruciare immediatamente le tappe.

Ero consapevole del fatto che Mary Winchester fosse cazzuta almeno quanto i figli, ma non pensavo di poterlo osservare così chiaramente.
Ho apprezzato il fatto di aver messo in evidenza le sue / comprensibili / debolezze e di aver mostrato quel lato fragile che / ovviamente / è emerso dopo il ritorno in vita.
Quella donna ha passato oltre 30 anni in una tomba. In senso metaforico, visto che il suo corpo è andato in fumo, ma sempre di tomba si tratta.
Si è risvegliata in un mondo che non è più il suo e non solo ha compreso che i suoi figli sono cresciuti come cacciatori ( cosa che MAI avrebbe desiderato), ma che uno di essi è stato rapito e segregato da qualche parte.
In quanti sarebbero riusciti a resistere a tutto questo, senza impazzire?
Questo dovrebbe darci una vaga idea di quanto possa essere cazzuta e forte questa donna.
E ammetto di avere amato non solo le interazioni con Dean, ma anche quelle con Castiel.
In fondo chi meglio di Castiel può comprendere il suo essere spaesata?

E Dean?
Dean si conferma essere, ancora una volta, il mio personaggio preferito.
Forte e determinato, ma capace di sciogliersi come un budino al sole, nel momento in cui realizza di avere davvero sua madre di fronte a se.
Credo di avere versato qualche lacrima durante il loro incontro. Perché ho visto, negli occhi di Dean, una gioia ed una dolcezza, viste pochissime volta prima d’ora.
Ho visto, per qualche istante, il Dean bambino tornare alla ribalta e godersi quell’abbraccio inaspettato con Mary.
Per qualche istante non c’era paura e non c’era dolore. C’erano solo una madre ed un figlio, finalmente riuniti dopo troppo tempo.
E ho amato, lo ripeto a grandi lettere “AMATO”, il modo in cui ha affrontato il rapimento di Sam.
Non abbiamo di fronte il Dean spericolato e impulsivo delle scorse stagioni, ma un Dean completamente differente e forse MOLTO più pericoloso.
Un Dean capace di uccidere in maniera metodica e non farsi alcuno scrupolo.
E Toni lo sa.
Lo ha compreso.
Ha capito, durante quella telefonata, di non avere di fronte uno sprovveduto ma di avere appena risvegliato qualcosa in grado di distruggerla.
E non vedo l’ora di vederla distrutta.

Castiel mi ha intenerito. La sua reunion con Dean è stata una cosa dolcissima e ammetto di essermi fatta scappare una lacrimuccia anche in quel momento.
Ricordiamo com’era finita la scorsa stagione? Le parole di Dean?
Quindi, possiamo solo immaginare la gioia dell’angelo, nel vedere l’amico sano e salvo.

Ed ora passiamo alla questione Crowley/Lucifer.

Sapevo che Lucifer non poteva essere morto. Era impossibile che Amara lo avesse eliminato in quel modo, senza darci modo di dire lui addio.
Quello che non avevo intuito era il fatto che si sarebbe divertito a saltare di tramite in tramite.
Crowley non ha detto una balla. Lucifer è debole, almeno al momento, ed ha bisogno di un tramite degno di contenerlo.
E qui arriva il mio dubbio: tornerà a tormentare Sam?
Da quanto ho potuto apprendere dai numerosi “promo”, non credo, ma rimane il fatto che non esistono molti tramiti “degni” della sua essenza.
E Crowley?
Crowley sembra essere deciso a riprendersi il Trono. Bisognerà vedere in che modo sceglierà di mettere i bastoni tra le ruote a Lucifer e come si approccerà ai due fratelli.
E soprattutto: in che modo verrà coinvolto in questa nuova missione contro i Men Of Letters Britannici.

Un episodio da 10 e lode.
Ammetto di essere piuttosto fiduciosa per questa nuova stagione e spero / vivamente / di non essere smentita in alcun modo.
Hanno tra le mani un buon potenziale e mi auguro che non gettino tutto all’aria.
Da quanto abbiamo potuto apprendere dalla Premiere, abbiamo un graduale ritorno al tema portante di Supernatural: La Famiglia.
Quindi, sono quasi certa che anche questa stagione non sarà in grado di deluderci.

Vi do appuntamento alla prossima settimana!

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...