#TheExorcist – Chapter Two: Lupus in Fabula (S1E02)

Dopo l’esordio di settimana scorsa durante il quale è stata tracciata una strada molto diversa rispetto a quella tracciata in precedenza dalla celebre pellicola del 1973, The Exorcist ritorna con un secondo episodio che non ha deluso le aspettative.

the-exorcist-season-1-episode-2-18-b9ae

Se la scorsa settimana l’argomento ‘possessioni’ è stato affrontato con un piglio più psicologico, in questo episodio abbiamo avuto un approccio prevalentemente fisico e visivo.. E non solo. Se fino ad ora siamo stati abituati alla possessione demoniaca come ad un qualcosa in grado di avere effetti materiali soltanto sul posseduto, in questo frangente è stato esplorato anche un concetto di ‘potere’, di capacità da parte del posseduto di influenzare attivamente ciò che lo circonda o che lo pone in una posizione di svantaggio ribellandosi ad esso con atti anche eclatanti.

L’imminente arrivo del Papa nella città di Chicago sembra aver fomentato l’attività demoniaca, che abbiamo visto prendere maggior potere e maggior forma attraverso i deboli, i meno abbienti e via discorrendo.. C’è una vera e propria manifestazione di massa di questo fermento infernale sulla terra, e il fatto che alle vittime siano stati asportati alcuni organi fa presupporre che dietro ci sia o qualcosa di prettamente fisico o un concetto di evocazioni demoniache. Direi che questo apre nuovi scenari raramente esplorati nel filone, che comunque danno un valore aggiunto alla serie.

Abbiamo anche potuto conoscere un po’ meglio quelle che, indubbiamente, saranno le figure di maggior spicco di questa serie: il cuore puro e tormentato di Tomas da una parte, il passato turbolento e ancora un po’ criptico di Marcus. Quella di Marcus è una figura che, personalmente, cattura molto interesse: già a dodici anni gli è stata messa in mano una bibbia ed è stato messo davanti ad un posseduto, il che fa presupporre che fosse una sorta di prescelto o di predestinato per fronteggiare il male in terra.
La differenza tra i due è abissale: se Tomas è un ‘sacerdote medio’ che si accontenta del poco che gli viene dato e tende ad attenersi alle regole, Marcus non si accontenta ed è costantemente alla ricerca di un segno, di una rimostranza divina per ciò in cui crede. Potremmo quasi dire che Tomas è più idealista, mentre Marcus è più concreto: è sicuramente un uomo e soprattutto un sacerdote con un bagaglio d’esperienza non indifferente, diametralmente opposto a quello di Tomas che sembra affacciarsi per la prima volta sul vero male e non riesce a dargli una vera dimensione.. Come se non si rendesse realmente conto di ciò che si trova davanti. Sarà molto interessante assistere alle interazioni tra questi due uomini di fede, così diversi e così simili al tempo stesso.

E’ assai interessante anche il fatto che venga analizzato step by step il percorso del posseduto, che si esplori il modo in cui egli venga circuito ed accattivato da una figura che soltanto lui può vedere. Le fasi iniziali della possessione sono analizzate in modo semplice ma comunque decisivo.

Il mio timore, dopo il buon esordio del pilot, era che l’enfasi e la buona analisi potessero andare scemando in questo secondo episodio. Invece, fortunatamente, sono stata smentita: sebbene l’aspetto più ‘horror’ sia stato un po’ sacrificato, l’approccio al soprannaturale e all’occulto non ne ha risentito anzi è stato amplificato. Apprezzabile anche il fatto che ci sia questa sorta di entità demoniaca a noi non visibile ma comunque percepibile che sembra spostarsi di persona in persona come a voler trovare una sorta di predestinato ad accoglierla.

Inutile ribadire, a maggior ragione rispetto a settimana scorsa, che questa serie mi piace e mi aspetto davvero molto da essa!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...