#Xmen: #Apocalisse – La Recensione #XMenApocalypse

Si conclude la nuova trilogia degli X Men. L’arrivo di Apocalisse porta il mondo nuovamente sull’orlo della guerra, ma…

XMenApocalypse

Ero un po’ prevenuto negli ultimi giorni circa il film, avendo letto titoli titoli che non erano generosi con la pellicola che veniva definita come la più debole dei X Men, sicuramente riferito alla nuova trilogia. Beh dopo averlo visto, posso dire che non è così.

XMenApocalypse (4)Apocalisse è davvero un buon cinecomic che chiundendo una fase apre a molte altre possibilità: si può chiedere di più? Non sarà perfetto d’accordo, ma con gli X Men abbiamo visto almeno un paio di trasposizioni ben peggiori: si vede che chi si occupava dei film prima è stato defenestrato e mandato altrove a far danni.

Quando uscirono le prime immagini del film, il look di Apocalisse venne deriso dicendo che lo faceva sembrare un cosplayer di bassa lega dimenticando che in post priduzione viene fatto un lavoro extra sui look; poi è stato criticato l’attore perchè… troppo basso. Che Isaac non sia uno spilungone è vero essenso altro un metro e 74, ma mi spiegate che problema è? Non ci si è mica lamentate per Hugh Jackman nel ruolo di Wolverine: nel fumetto Logan è alto mezzo metro e mezzo, Jackman è un metro e 90. Discussione chiusa, su questo.

Il punto, come ha detto lo stesso Singer, è che per il ruolo ci voleva un attore che sapesse recitare (e Isaac lo sa fare, eccome): Apocalisse deve convincere, non solo con la voce ma anche con la postura e questo è qualcosa che non va di pari passo all’altezza (anzi spesso è inversamente proporzionale).

Quindi com’è stato il Villain? Esattamente quello che doveva essere: una minaccia non leggera, anzi una divinità davvero che solo uno sforzo congiunto ha potuto sconfiggere. Ci sono voluti infatti due dei suoi quattro cavalieri (Tempesta e Magneto potenziati ulteriormente da lui) e del nuovo team degli X Men composto da Ciclope, Bestia, Nightcrawler, Jean Grey, Pietro, Raven ed ovviament Xavier (anche se indebolito): fate i conti ce ne son voluto NOVE, e sul campo è rimasto Havoc (in un attacco alla x Mansion) e Angelo tra i cavalieri di Apocalisse durante lo scontro: Psylocke infatti si da alla fuga quando la situazione inizia a precepitare.

XMenApocalypse (3)A fare il grosso del lavoro contro Apocalisse, togliendolo di mezzo effettivamente e facendo il grosso del lavoro sfruttando il fatto che indebolito dal restare nello stesso corpo così a lungo, è Jean Grey, che spinta da Xavier usa il proprio potere al massimo rivelando quello che 1) i fan del fumetto sanno e 2) si era visto nella prima trilogia: il potere delle fenice incombe su di noi. Non viene mai espressamente detto, ma la paura che ha Jean nell’usare il proprio potere e soprattuto l’immagine che forme l’energia che spirgiona attaccando Apocalisse lo indicano apertamente.

L’interesse per sviluppare la Saga della Fenice c’è, così come quello di fare un film dei mutanti nello spazio: essendo le cose collegate, possiamo star tranquilli che sarà così.

Tra le tante (per me) note positive, non posso fare a meno di inserire le citazioni alla prima trilogia: la più bella (ed esplicita) è sicuramente nel dialogo finale tra Xavier e Magneto che è lo stesso a cui assistiamo nel primo film, che ha ormai 16 anni (sì, mi sento vecchio).

Unico peccato il fatto che i due spendano poco tempo asssieme sullo schermo, vista la qualità recitativa di McAvoy e Fassbender: al pari loro, anche Hoult e la Lawrence hanno poco spazio, o comunque meno di quanto si pensasse), ma se questi quattro fanno un passo indietro, è per l’inserimento dei nuovi X Men. E dico X Men e non mutanti, perchè non sappiamo chi sarà nel film X-Men: The New Mutants.

Il punto di forza del film è proprio la coralità, l’aver trovato quell’equilibrio tra i personaggi vecchi e nuovi che non era tanto presente nel precedente capitolo (che non è stato comunque brutto) che permette un passaggio del testimone che non risulto forzato: al netto ovviamente del rinnovo dei contratti di McAvoy, Hoult, Lawrence e Fassbender che comunque sono interessati a continuare.

Non è un ordina causale quello in cui li ho messi perchè vorrei farvi notare come siano i rapporti dei loro personaggi: la visione di Xavier e quella di Magneto sono opposte, lo sappiamo e ci si può scrivere un trattato sul loro rapporto di amicizia e rivalità, così come lo sono quelle di Bestia e Mistica pur essendo più moderati visto che uno è un insegnante e l’altra più d’azione (non per nulla si occupa lei dell’addestramento dei nuovi arrivati alla scuola.

XMenApocalypse (5)Perchè se è vero che vediamo per la prima volta Jean, Ciclope e Nightcrawler, di Pietro (lo chiameranno o no Quicksilver?) avevamo già fatto la conoscienza, seppure per poco: qui ha avuto più spazio e non ha fatto nulla di nuovo, rubando la scena con alcuni dei momenti più divertenti. A loro si aggiunge anche Tempesta, unica tra i cavalieri di Apocalisse a redimersi e lo fa perchè vede la sua eroina, Mistica, combattere contro di lui.

Sì d’accordo: anche Magneto tradisce Apocalisse. La differenza sta però nel fatto che a differenza di Tempesta, lui non resta con Xavier. Quindi no, Magneto non è redento. Ravveduto forse, ma redento non direi proprio.

Degli altri due cavalieri che possiamo dire? Beh Angelo fa una figura barbina e ci lascia le penne nello scontro finale. Non un personaggio per cui sprecherei lacrime: come nella terzo capitolo della prima trilogia ha un ruolo davvero marginale ed un impatto molto ridotto.

Psylocke invece… Ok, la Munn è gnocca, questo non è minimamente in discussione. Non c’è dubbio che la rivedremo al fianco del prossimo villain (ci arrivo, abbiate pazienza): la trasposizione dalla carta allo schermo è riuscita più che bene secondo me, però anche per lei poco spazio ma a ragione veduta per quanto detto.

Altri volti nuovi sono quelli di Calibano e Jubilee, lasciati decisamente ai margini. Il primo gestisce uan rete sotterranea per portare in salvo i mutanti (missione di cui si occupa Mistica lavorando in proprio), e sa dove trovarli; la seconda è alla scuola, fa parte del gruppetto ma non la vediamo usare i poteri (ma le scene son state girate). Magari lap rossima volta almeno uno dei due avrà più fortuna.

Ci sono anche due ritorni: quello di Moira, a cui alla fine Xavier ridà i ricordi sottratti è sicuramente quello più emotivamente di impatto. Quello invece che fa partire la ola che neanche a Germania 2006 è il ritorno di Wolverine, che per l’occasione mostra il suo lato peggiore compiendo un massacro all’interno di Alkali Lake: se è un indizio di cosa vedremo nel prossimo film di Wolverine… andrà rivista la definizione di lago di sangue.

Proprio a Wolverine è legata la gustosa scena post titoli dove RichardEGrant-MisterSinistervediamo dei apramilitari entrare nella struttura, ripulire il massacro fatto e portare via una fiala con il sangue di Logan: la valigetta che usano per portarla via è della Essex Corp. Cosa vuol dire? Beh, vuol dire che il villain del prossimo film di Wolverine e non solo probabilmente sarà… Nathaniel Essex ovvero Sinistro, eccellente scienziato (e mutante) responsabile dello sterminio per mano dei Marauders dei Morlock, mutanti da lui considerati un vicolo cieco dell’evoluzione. Il ruole dovrebbe essere interpretato da Richard E. Grant.

Con i Marauders, entra in scena anche Gambit che vedremo sullo schermo con il volto di Channing Tatum. Insomma c’è qualcosa di molto interessante che bolle in pentola.

Concludendo, X Men Apocalisse (7.5/8) è un film che si rivela essere buono (pur con qualche errore veniale) e che non si prende troppo sul serio senza sconfinare nell’eccesso, da una parte o dall’altra. L’unica scena che non mi è piaciuta è stata la distruzione del campo di Auschwitz: quello è un bel NO per quanto mi riguarda. Capisco che è finzione, ma non è una scelta che avrei approvato.

BONUS

XMenApocalypse (2)Tra le scene tagliate una in cui viene fatto riferimento a Dazzler mostrando un vinile: per il ruolo della mutante della disco music si era parlato di un possibile ingaggio di Taylor Swift. La scena si svolgeva durante il giro al centro commerciale, parte completamente eliminata dal montaggio finale, in cui vediamo solamente la citata uscita dal cinema.

Moira dice di aver avuto un figlio. Nel fumetto è madre di Proteus, un mutante dai poteri immensi (possessione fisica, alterazione della realtà, manipolazione energetica) che lei rinchiuse pe evitare che arrecasse danni. Singer ha già manifestato interesse ne portarlo al cinema.

Tra i riferimenti alla prima trilogia, c’è l’incontro nella gabbia: qui è Angelo contro Blob e poi contro Nightcrawler, nel primo X Men era Wolverine. Sempre a proposito di trilogie, che film son andati a vedere i ragazzini? Il Ritorno dello Jedi. E se ne escono con un “il terzo è sempre il peggiore”: chissà perchè ho la sensazione che in realtà si riferissero a X Men Conflitto Finale…

La scena di tre minuti circa di Pietro che salva tutti alla X Mansion, in pratica una versione estesa di quella del capitoloXMenApocalypse (6) precedente, ha richiesto qualcosa come 3 mesi di lavorazione.

Esce di scena Havoc: lo fa da eroe… ma il fatto che l’attore sarà il nuovo MacGyver mi provoca vorticosi testicolare… Eddai cazzo, non potete averlo fatto per questo e darci poi Ciclope (che va ricordato: è un coglione. Cit: Doc Manhattan). Un Ciclope che si è fatto guidare nello sparare (per una volta, non vaccate) da Jean in una scena anch’essa tagliata e di cui ci è rimasta questa immagine.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...