#Vikings – The Last Ship (S4E10) #HistoryVikings #MidseasonFinale

Tra madonne piangenti e corni suonanti, siamo giunti al midseason finale! Un finale controverso, non necessariamente gradito a tutti, ma con tanti punti rimasti in sospeso.
Anche durante lo hiatus, tenete sempre d’occhio la nostra affiliata Vikings – Italian fans su Facebook  e su Blog [dove troverete un giveaway ovviamente a tema Vikings!!].

Cattura

Nonostante come episodio sia stato visivamente molto bello, il plot twist con uno sbalzo temporale di otto-dieci anni in avanti mi mette definitivamente in crisi.. E se da un lato è stata una buona scelta, sono state tralasciate alcune cose abbastanza importanti come le sorti di alcuni personaggi. Per certi versi, è come se con questo episodio si fosse conclusa non soltanto un’intera stagione e a tale conclusione sia stato annesso un plot twist / cliffhanger per quella che, a conti fatti, non sarà soltanto paragonabile ad una nuova stagione ma in tutto e per tutto ad una nuova era.

Ma cominciamo dal principio: il tanto atteso scontro tra i due fratelli Lothbrok è giunto a compimento, e nonostante le minacce e le promesse, nessuno dei due ha ucciso l’altro se non nell’orgoglio. Rollo ne è uscito vincitore, anche se malconcio, mentre i nostri si sono ritirati con le pive nel sacco e una conta non indifferente di morti e feriti. Quello tra Ragnar e Rollo è stato visivamente molto ben gestito, anche se Ragnar ha mostrato fin dal principio la sua debolezza [come detto settimana scorsa: per Ragnar era un discorso emotivo, e non poteva finire bene] irridendo il fratello a parole, e per quanto sia vero che Rollo somigliasse a una puttanella, così facendo Ragnar ha scoperto il fianco e mostrato a Rollo la sua rabbia e il suo risentimento [come è normale che sia per un uomo che viene tradito dal proprio fratello.. Per la seconda volta]. Trovarsi davanti un Rollo che invoca il nome di Dio è abbastanza triste se si ripensa al Rollo vichingo, ma da un lato credo sia giusto che sia andata a finire in questo modo: Ragnar aveva bisogno di questo, di fallire contro il suo stesso sangue per favorire il ricambio generazionale.. Il guaio è che in molti ne hanno fatto le spese: Halfdan, Lagertha, Floki e Torvi, su tutti.
Insomma, Rollo sembra aver trovato la sua dimensione in quel di Parigi e sembra che la sua presenza abbia giovato alla famiglia imperiale.. A Gisla sicuramente, dal momento che lo raccomanda a una Madonna piangente chiamandolo «Beloved husband», ma anche all’imperatore sempre più consapevole di sé stesso, del suo ruolo e del suo entourage.. Al punto di privarsene totalmente con un pranzo finito nel sangue per Roland e Therese. La loro ambizione non è passata in secondo piano [e dopo quanto detto e visto la settimana scorsa, c’era da giurarci che Gisla sarebbe corsa ai ripari nei confronti della nuova fiducia di cui era stato insignito Roland] e alla fine hanno pagato con la vita.. Abbastanza giusto, ma questo inizia a puntare l’attenzione su quanto marcio ci sia in questi ambienti.. E la mia domanda al riguardo è la medesima della scorsa settimana: ce la farà Rollo a reggere in questo ambiente o avrà un tracollo?

Come anticipato in precedenza, questo episodio ha segnato una svolta non di poco conto nell’andamento della storia intera: la caduta dei normanni a Parigi ha affondato Ragnar, oltre a far urlare il Veggente.. Ma se Ragnar ha ‘smaltito’ la batosta semplicemente sparendo, il resto del mondo è andato avanti.

Lo sbalzo temporale ha fatto sì che ritrovassimo ormai degli uomini, al posto dei bambini che Ragnar ha a conti fatti abbandonato [cosa di cui, personalmente, voglio ringraziare coloro che hanno fatto i casting e hanno scelto Alexander Andersen per Ivar adulto].. E degli uomini molto arrabbiati, dopo quanto scoperto riguardo alla fine riservata all’insediamento nel Wessex e di cui Ragnar era a conoscenza. Nessuno dei cinque figli di Ragnar l’ha presa bene.. A parte forse Ivar, degno figlio di quella stronza di sua madre, che serpentino come pochi ha subito adocchiato la possibilità di una successione al trono secondo me, Bjorn continua in parte a giustificare Ragnar, mentre gli altri tre lo catalogano subito come traditore.
E quando il redivivo Ragnar [che è sempre moribondo, che appena sfodera la spada o sente odore di franchi inizia ad avere l’interno labbra insanguinato, ma stoicamente resiste e va avanti] si ripresenta in una Kattegat molto diversa da come l’ha lasciata, l’accoglienza non è di certo quella che ci si aspetta per un re.. Un re che, di fatto, ha tradito e abbandonato non soltanto la sua famiglia ma anche la sua gente. Men che meno lo accolgono con entusiasmo i suoi figli. Ragnar ripete un po’ il copione del finale della terza stagione, tirando fuori quel poco di orgoglio che gli è rimasto in fondo alle tasche dei pantaloni, e facendo una sceneggiata degna di un pazzo appena scappato dal manicomio.. Sceneggiata a cui nessuno sembra però abboccare: non quella che era la sua gente, non i suoi figli. Lo sguardo di Ivar sulla spada conficcata nel terreno, però, la dice lunga a mio avviso.

Saranno forse gli stessi figli di Ragnar a scavare la fossa e a riempirla di serpenti? Io non lo escluderei del tutto, sempre che Ragnar non ci abbia riservato qualche colpo di scena e in questi anni non si sia riorganizzato, magari con quella stessa Lagertha di cui non abbiamo notizie da quando la spada di un soldato francese si è conficcata nel suo petto. Personalmente, però, ritengo che sia tempo per Ragnar di tacere e di farsi da parte.. Anche perché, a meno che non sia un highlander e nessuno ce ne abbia messi a parte, Ragnar è ormai in là con gli anni e sempre più malconcio, fisicamente parlando.. E al di là delle sue inconfutabili doti da ‘leader spirituali’, che hanno comunque subito un consistente colpo al ribasso dopo la scoperta dello sterminio da lui nascosto, non ha più molto da offrire.. Men che meno l’affidabilità.

In sintesi, cosa dobbiamo aspettarci per la seconda parte della stagione? Difficile a dirsi, a quanto pare c’è una sola certezza: che si partirà verso il Mediterraneo, per volere di Bjorn.. E che, ovviamente, Floki farà parte della spedizione [non ci sarebbe avventura senza Floki, e su questo non si discute].. Nell’attesa, io vi ringrazio per avermi seguita in queste dieci settimane e vi auguro di passare una splendida estate.. Ci ritroveremo in autunno, se gli Déi vogliono!!

4 pensieri su “#Vikings – The Last Ship (S4E10) #HistoryVikings #MidseasonFinale

  1. Questo articolo è indegno, non comprende minimamente l’andamento dell’ultima serie. L’attore di Ivar è orribile come gli altri tre, un attore per ragazzine e stop. Morto Ragnar questa serie colerà a picco, si regge su questo magnifico personaggio, morto lui resta ben poco.

    Mi piace

    • Questo articolo è un punto di vista, esattamente come il tuo.. Non ha di sicuro la pretesa di essere verbo sacro. Detto ciò, accetto il tuo parere diverso senza ritenerlo indegno come tu hai fatto verso il mio. Saluti😉

      Mi piace

      • Chi scrive su un blog, e si arroga il diritto di recensire, non può avere opinioni di parte come in questo articolo (lo hanno capito tutti che non le piace Ragnar) se lo avesse fatto si sarebbe resa conto che in realtà per Rollo quella non è stata una vittoria, basta leggere la sua espressione quando la sua vecchia gente decide di salvare Ragnar nonostante lui volesse continuare a combattere. Dire poi che il discorso finale di Ragnar è solo un piccolo sussulto di orgoglio che non ha presa è mi passi il termine decisamente fantasioso. Visto che tolto Ivar i suoi altri tre figli è evidente che vengano colpiti da quell’atteggiamento, così come dal popolo stesso. Io mi sarei incentrato molto di più sul declino di questa serie, di queste 10 puntate, sull’inutilità di alcuni personaggi (Aslaug e Harbard su tutti). Ma sono scelte, ma cliccare leggendo recensione e ritrovarsi l’opinione di una fangirl di Rollo e dell’attore di Ivar non è il massimo.

        Mi piace

      • Non è necessario darmi del lei, ma lascia che ti spieghi. Io ho più volte sottolineato come Ragnar sia un leader carismatico ineguagliabile. Io ho guardato ai fatti: Ragnar è scomparso per un periodo che, a quanto è dato di capire, va tra gli otto e i dieci anni.. E quando è tornato non è di certo stato accolto a braccia aperte, questo è un dato di fatto. Le espressioni della gente di Kattegat, come quelle dei suoi figli, erano inequivocabili, ed è palese che la gente di Kattegat pur non rinnegando ciò che Ragnar ha rappresentato non nutre più nei suoi confronti la stessa fiducia e la sessa stima. Quella di Rollo, militarmente e strategicamente, è stata una vittoria che piaccia o no. Se vogliamo parlare di vittoria morale penso ci siano stati solo dei vinti, come in ogni ‘Caino vs. Abele’ visto in ogni contesto esistente.
        Detto questo, ciò su cui ti saresti incentrato tu sarà per me valido argomento di discussione nel momento in cui leggerò la tua firma al posto della mia negli articoli, quindi perdonami se allo stato attuale delle cose per me le chiacchiere stanno a zero: mio l’articolo, mio lo stile editoriale, mia la scelta dei contenuti. Mi sono incentrata dove dovevo incentrarmi quando dovevo incentrarmi, e ribadisco quanto detto prima: se mai sarai chiamato a scrivere una recensione a quattro mani con me o diventerai il boss del blog per cui scrivo accetterò anche di essere indirizzata su un aspetto piuttosto che su un altro. L’etichetta di fangirl, sono desolata, non la accetto poiché non corrisponde a verità dal momento che non ho mai celato la mia poca stima nei confronti di Rollo..
        In ultima analisi, nessuno mette in discussione l’importanza di Ragnar in questa serie.. Tuttavia è abbastanza ovvio che la storia stia per andare oltre a Ragnar (e con questo non dico che Ragnar non ne farà parte, non sono Hirst e non sono nemmeno una veggente.. Posso tuttalpiù ipotizzare, come fanno tutti), e questo è un fatto che va al di là della tua o della mia opinione.

        Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...