#Supernatural- Red Meat (S11E17) & Hell’s Angel (S11E18) #Spn

Doppio appuntamento con la sottoscritta e con Supernatural.
E se in passato qualcuno ha osato lamentarsi per gli episodi “filler” in questa stagione concedetemi di dire quanto questi episodi, siano strettamente legati alla storyline ed allo scorrere di essa.

maxresdefault
Prima di passare alla recensione vi ricordo di passare dalla nostra Pagina Facebook.

Red Meat

D’accordo siamo in attesa di trovare una soluzione al problema riguardante Amara.
D’accordo siamo in attesa di trovare una soluzione al problema riguardante Castiel.
D’accordo…abbiamo delle priorità ben maggiori della caccia al Licantropo, ma perché non sfruttare il periodo di stallo, per rimetterci in marcia e ritrovare quella parte di noi stessi che troppe volte abbiamo messo in secondo piano?
Devono avere pensato a questo gli autori, nello scrivere lo script di questo episodio.

L’episodio inizia con un flash forward.
Sam e Dean alle prese con due licantropi  e il nostro caro Sam ferito gravemente da uno di essi.
Quale sarebbe la novità?
La novità consiste nel fatto di avere ben poco a che fare con i licantropi sopra citati, ma di avere invece a che fare con una introspezione aggiuntiva del rapporto tra Dean e Sam.
Con Sam ferito e sanguinante e due sopravvissuti (marito e moglie) da portare in salvo, in un bosco pieno di licantropi, Dean cerca di sistemare le cose a suo modo: salvando per primo il fratello.
Il problema però è che Sam risulta essere conciato davvero molto male e Corbin ( il sopravvissuto) approfitta dell’assenza di Dean – andato alla ricerca di legna- per “uccidere” Sam e far credere al maggiore dei Winchester che il ragazzo sia morto a causa delle ferite riportate.
Come avrebbe reagito Dean credo fosse noto a tutti.
E qui mi permetto di aprire una piccola parentesi:
Dean ha sempre posto l’esistenza del fratello al di sopra di quella di chiunque altro. Per Dean il mondo potrebbe persino finire, ma suo fratello dovrà essere in salvo.
Per quanto possa essere deleterio, il suo rapporto con Sam non è da mettere in discussione. Probabilmente sarà la cosa che lo porterà alla morte, ma Dean non rinuncerà mai alla salvaguardia di Sam.
E la sua morte , anche in questo episodio, lo porta a prendere una decisione avventata.
Quale?
Quella di uccidersi e di parlare con Billie – la Reaper- per ottenere il ritorno di Sam e barattare ancora una volta la propria vita con quello del fratello.
Ma Billie non è disposta a compromessi -quanto la odio – ed avvisa Dean, che suo fratello non solo non è morto…ma lei mieterà la sua anima e la porterà nel Vuoto.
Sam si riprende e riesce persino ad uccidere i licantropi superstiti, tentando poi di raggiungere l’ospedale -dove Dean è finito insieme ai due sopravvissuti- per avvisarlo della trasformazione di Corbin.

Fortunatamente Dean riesce a ritornare in vita grazie ad un’iniezione di adrenalina e la cara Billie – ho già detto che la odio?- deve tornare sui suoi passi ed attendere un nuovo incontro con i due fratelli.
Ma sta stronza…chi l’ha chiamata? Chi ce l’ha mandata? Non aveva da fare una reunion con Pam Grier?!?

Corbin purtroppo completa la sua trasformazione in licantropo ed è sul punto di uccidere la propria moglie. Fortunatamente Dean riesce ad intervenire, ma si trova in difficoltà -complice l’esperienza di premorte- ed è solo l’intervento di Sam a salvargli la vita.
I due fratelli riprendono ancora una volta il cammino e alla domanda di Sam, su come Dean avesse reagito alla sua morte…Dean mente.
Ancora una volta.
Perché sa che le parole di Billie sono veritiere: a lui non importa della fine del mondo o della distruzione. A lui importa solo della vita di suo fratello e sarebbe disposto a tutto, pur di salvarla.
E francamente…possiamo davvero condannarlo?

Episodio non particolarmente brillante o movimentato, ma sufficiente a far appassionare lo spettatore.
Mi aspettavo qualcosa di più, ma trattandosi di un episodio filler…non potevo pretendere molto.

Hell’s Angel

Boom Boom Pow!
Finalmente eccoci tornati ad un episodio con i controca– avete capito.
Tanta carne al fuoco e tante cose da affrontare. E per quanto mi riguarda, questo episodio è stato un vero e proprio apripista per il rush finale.

Abbiamo il ritorno di Amara.
Devastata e indebolita dall’attacco degli angeli, la nostra Oscurità -quanto è gnocca!- si trova tra le mani di una amorevole e remissiva…ROWENA.
Ebbene si! La nostra amata/odiata strega, non è affatto morta. Un incantesimo le ha permesso di tornare in vita e sembra ben decisa a farla pagare a Lucifer per il suo “scherzetto”.
E quale modo migliore se non quello di allearsi con Amara?
Peccato che l’Oscurità non abbia intenzioni gradevoli per la Terra e che Rowena non sia propriamente disposta ad osservare la distruzione totale.
Quindi? Quale occasione migliore per fare il doppiogioco?

Crowley nel frattempo è riuscito a reperire una nuova Hands of God.
Ed il modo migliore per fare fruttare quella scoperta e salvarsi le chiappette demoniache, risulta essere quello di allearsi con Dean e Sam, per intrappolare Lucifer e uccidere Amara.
Ma Dean e Sam non sembrano essere molto contenti della proposta: Lucifer sa come uccidere l’Oscurità ed intrappolarlo significherebbe mandare a puttane i progressi fatti sino a quel momento.
Ed inoltre: come intrappolarlo senza una strega?
Poco male…Rowena fa percepire la propria presenza e si destreggia con il Triplo gioco.
La amo.
La amo tanto.

E Lucifer?
Lucifer ha approfittato della situazione per tornare in Paradiso e prenderne il comando.
Senza Dio e senza troppi oppositori, ed una insana passione per le Prius, l’arcangelo sembra avere ottenuto ogni consenso ed aver spodestato il Padre agli occhi degli altri angeli.
Se non che…non sembra aver tenuto poi molto conto della presenza dei Winchester.

Ed infatti i due ragazzi – e Rowena- riescono ad intrappolarlo ed a tentare una comunicazione con il povero Castiel.
Ovviamente le cose non vanno per il verso giusto e Crowley si trova costretto – suo malgrado – a farsi un viaggetto nella mente di Castiel – Season 8, ricordate? Quando scacciò Gadreel da Sam!-  e tentare invano di convincerlo a riprendere il controllo.
Peccato però che all’interno della mente di Castiel vi sia anche Lucifer e che lo scontro tra i due, non sembri giovare molto al King of Hell.
Castiel, d’altro canto, non sembra disposto a tornare indietro.

La situazione sembra volgere al peggio ma i Winchester riescono a salvare le chiappette di Crowley ed a ritrovarsi con un Lucifer parecchio incazzato.

La fine sembra essere nuovamente vicina, ma Amara sceglie di farsi vedere in quel preciso momento e di porre fine alle rappresaglie di Lucifer.
Scopriamo così che il caro Lucifer, non a piena potenza, non è in grado di utilizzare al meglio la Mano di Dio.
Amara lo trascina quindi via con se e scopriamo così che la donna, in passato, aveva riposto la propria incondizionata fiducia proprio in Lucifer.
E Lucifer insieme a Dio…scelse di pugnalarla alle spalle e di imprigionarla per l’eternità.
L’Oscurità sceglie così di utilizzare Lucifer come merce di scambio e di torturarlo, per provocare una reazione in Dio.
D’altronde Lucifer è sempre stato il figlio più amato, dunque…perché non usare quella piccola debolezza per farlo comparire e vendicarsi?

Di carne al fuoco ne abbiamo tanta.
Forse troppa.
Ma sono felice di constatare che in questa stagione, non tutto sia stato lasciato al caso e non sia stato affrontato con troppa fretta.
Abbiamo scoperto nuovi aneddoti relativi all’Oscurità ed al suo rapporto odio/amore con Dio.
Così come abbiamo scoperto quanto Rowena possa essere scaltra e meravigliosamente ingegnosa.
Sappiamo tutti che Castiel è ancora prigioniero di Lucifer, così come sappiamo che Dio probabilmente non si farà mai vedere.
Ora resta solo una domanda da porsi: come se la caveranno i nostri eroi?
Sanno di non poter in alcun modo contrastare Amara senza Lucifer, ma allo stesso tempo sanno di non potersi fidare di lui.
In che modo agiranno?
E quanto tempo potrà resistere Lucifer tra le mani di Amara?
In attesa delle risposte a questi quesiti, vi do’ appuntamento alla prossima settimana!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...