#TheWalkingDead – East / Est (S6E15) #TWD #FoxTheWalkingDead #DEADicated #NeganIsComing

Siamo quasi giunti al capolinea, e per arrivarci le avventure dei nostri ci portano a est, dove la produzione decide di lasciarci in apnea per una settimana o giù di lì prima di darci delle risposte.. La situazione è apparentemente quasi calma, ma non è il momento opportuno per essere così separati.
Visitate la nostra affiliata The Walking Dead Italia.

the-walking-dead-episode-615-daryl-reedus-2-935

Il giorno in cui capirò che cosa passa per la testa di Carol è il giorno in cui mi porteranno a Borgo Loreto [che, per intenderci, nel mio paese è il borgo in cui si trova il cimitero].. Vada per lo stress post-traumatico, vada per una specie di crisi di mezza età o accenno di menopausa.. Ma insomma: non è il momento di rischiare la propria vita e quella degli altri in questo modo. Forse, dopo la sua cacciata nella quarta stagione, Carol ha avuto difficoltà a sentirsi ancora del tutto parte di quel gruppo-barra-famiglia allargata, anche se a vederla così non sembrava e anche se il gruppo ha fatto più di ciò che era nelle sue possibilità per farla di nuovo sentire parte di esso. Ma non credo che sia questa la spiegazione, secondo me è ‘solo’ spaventata.. Come dovrebbero esserlo un po’ tutti.

Resta comunque un comportamento privo di criterio alcuno, come quello di Maggie [il che avvalora la tesi di un forte stress per entrambe].. Tralasciando la scena alla 50 shades of Rhee sotto la doccia, la reazione di Maggie è sicuramente più pacata, almeno ad un primo sguardo.. Sebbene ogni creatura al mondo sappia che quando una donna intraprende un cammino di cambiamento parte sempre dai capelli. Sicuramente è anche lei molto provata, e sapere suo marito là fuori con la minaccia che incombe su di loro non la aiuta di sicuro. La differenza è che quando si tratta di Maggie bisogna raddoppiare tutto, visto che è incinta, e quindi le conseguenze possono essere nefaste.

Come accennato poco fa, la divisione del gruppo può essere fatale in questo caso: non si sa di preciso dove siano i Saviors, quanti siano, dove abbiano base e dove siano diretti.. E quindi non si sa dove potrebbero colpire, in quale modo. Anche se, allo stato attuale delle cose, o Negan ha tanti Saviors e li divide per quoziente intellettivo mandando avanti i più stupidi a farsi ammazzare, o sta largamente sottovalutando la comunità di Alexandria. Perché altrimenti non saprei come spiegarmi la moria di Saviors vista in queste settimane.. Dalla ripresa della stagione [quindi febbraio scorso] a oggi ne saranno saltati una quarantina tra il gruppo che Daryl ha fatto saltare, quelli alla base dove sono entrati con Jesus [un desaparecido ormai], quelli bruciati da Carol e quelli che sempre Carol ha fatto fuori in questo episodio! Saranno tipo gli orchi di Saruman, li produrranno in serie!

Devo dire la verità: il fatto che questa puntata portasse il numero 15 su 16 che ne sono mi ha illusa di poter vedere molto, molto di più di quello che si è visto in realtà.. Solitamente un finale di stagione viene gestito entro certi parametri, che però in questo episodio sono stati ampiamente aggirati e faranno sì che ci godremo tutto nei 60 minuti dell’ultimo episodio.. Ma il fatto che ancora ci siano un Rick e una Michonne ad animare un simil-porno intorno a una mela, Glenn e Maggie che hanno ancora il tempo di fare ciccipucci sotto la doccia, e che la stessa Maggie abbia ancora il tempo di farsi un nuovo taglio di capelli non fanno che far presagire la classica quiete che precede la tempesta..

Un fattore che non sono riuscita a digerire è, come sempre, Morgan. Il gruppo è praticamente sull’orlo del precipizio, e lui non fa che parlare di aria fritta e di cose inapplicabili in questi contesti. Ormai non mi auguro nemmeno più che muoia al più presto.. Mi basterebbe che, se non vuole amalgamarsi a ciò che fa il gruppo per affrontare la situazione nel modo opportuno, almeno stesse zitto un po’.. Il suo tentativo di proselitismo anti-violenza contro qualcuno che non sa ragionare in termini diversi dalla violenza è come andare a predicare il valore dell’essere illibati a chi sta per farsi rinchiudere in una casa di piacere! In ogni caso è stata una bella mossa quella di inserire nello stesso contesto uno dei più guerrafondai del gruppo e l’hippy pacifista.. Almeno ha dato luogo a qualche scambio interessante.

E’ ormai chiaro che alcuni singoli elementi del gruppo siano vicini al tracollo, e questo porta a veder crollare anche a chi sembra non essere biologicamente tarato a perdere il controllo. Sto parlando di Daryl: l’abbiamo visto farsi scivolare addosso più o meno ogni cosa, superare il tutto trovando alternative sensate.. Questa volta, invece, la morte di Denise e l’assalto dello squadrone capitanato da Dwight l’hanno portato talmente fuori rotta non solo da cacciarsi nei guai, ma da trascinare giù con sé anche Michonne, Glenn e Rosita. E questo ci ha portati al cliffhanger/twist che nessuno di noi si aspettava e che in pochi avrebbero voluto vedere: Dwight ha sparato a Daryl e non ci è stato dato di sapere come sia andata la questione.
Prima che i soliti benpensanti si indignino, Daryl non è mai stato dichiarato ufficialmente omosessuale quindi potete mantenere la calma.. Inoltre, analizzando bene l’inquadratura si vede che Dwigth mira alla zona spalla-braccio e dice che starà bene, quindi non ha sparato per ucciderlo, ma solo per ferirlo e rallentarlo. Al che mi sorge spontanea una domanda: perché? Dwight potrebbe avere tutte le ragioni per avere le paturnie verso Daryl, almeno dalla sua prospettiva.. Ma credo che, in qualche modo, si senta anche in debito nei suoi confronti. Se è ancora vivo è grazie a Daryl.

Dunque, this is it.. Il momento è arrivato: la prossima settimana avremo il season finale ed è ormai sicuro che vedremo – finalmente – Negan e Lucille [che per chi se lo fosse perso, è il nome di battesimo della mazza da baseball avvolta nel filo spinato]. Saranno 60 minuti pieni oltre ogni misura, data la piattezza di oggi, in cui non soltanto vedremo come si chiuderanno gli eventi di questa stagione ma avremo anche un assaggio di cosa ci attende nella settima. Fino ad allora vi auguro una buona abbuffata [è pur sempre Pasquetta oggi.. Mangiate, riposate e divertitevi!] e vi aspetto tutti qui lunedì prossimo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...