#Shadowhunters – Sangue Cattivo, Nuovi Poteri, Mondo Capovolto (S1E08, 09, 10)

Triplo appuntamento (scusate l’assenza) con Shadowhunters, tre episodi mediamente significativi che ci portano un po’ fuori rotta ma che conducono in ogni caso al fine ultimo di questa stagione, che ancora non abbiamo capito neanche a grandi linee quale sarà.. Solo una cosa sappiamo per certo: avremo una seconda stagione!

MATTHEW DADDARIO, STEPHANIE BENNETT

Nel primo dei tre episodi in analisi, ci siamo trovati ad affrontare due, anzi tre, clamorose emergenze.. Emergenze fini a loro stesse? Neanche per idea: tre emergenze di quelle semi-apocalittiche. La prima: l’Istituto è stato praticamente commissariato da un’arpia col sorriso angelico e i capelli biondi, Lydia Branwell.. Una specie di Kim Jong in gonnella che sta scatenando un disastro dopo l’altro. In ogni caso.. I Lightwood non vengono più considerati idonei dal Clave per vigilare sull’Istituto e sui giovani Shadowhunters che in esso vengono forgiati, così vengono rimpiazzati da Lydia: una che ha sempre sognato di guidare un Istituto insieme al suo fidanzato.. Cosa che, guarda a volte il fato, collima con l’esigenza di Alec di sposarsi per materializzare una pezza utile a cancellare un po’ di fango dal nome dei Lightwood e ci porta al disastro numero due.
Sì, la cosa mi urta moltissimo.. Non solo perché lei sia simpatica come il postino che ti suona il campanello per farti scendere a ritirare una multa [scusa Sabrina, niente di personale].. Quanto per il fatto che Alec sta dando il peggio di sé: come fratello, come amico e come parabatai.

Sull’altro fronte, e arriviamo all’emergenza numero tre, c’è Simon. Un Simon insopportabile, petulante come pochi altri esseri al mondo e totalmente privo di un minimo di dignità. So che è odioso leggere sempre «Ma nel libro non era così», ma è la verità: tanto l’ho adorato nei libri, tanto lo sto detestando nella serie e mi dispiace che tra i tanti cambiamenti introdotti non abbiano deciso di farlo morire e basta.
Nelle ultime settimane abbiamo visto Simon sempre più vicino al mondo dei vampiri, con strane visioni, etc.. Raphael (che è uno dei personaggi che mi piacciono di più) ha cercato in tutti i modi di farlo desistere dal ripresentarsi al Dumort (memore anche di cosa accadrebbe se succedesse qualcosa a Simon: gli Accordi andrebbero a farsi benedire, e i danni che questo causerebbe ai vampiri), ma non c’è stato verso e ora Simon è un vampiro. Non mi è però del tutto chiaro cosa ne sia stato di Camille: l’hanno imprigionata? Uccisa? E’ scappata? E’ andata a mungere le mucche in Svizzera? In altre circostanze lo saprei, in questa no.

Un episodio che, paradossalmente, poco dà e poco toglie alla storia in sé dal momento che non si focalizza verso il vero problema comune: Valentine. Fasi transitorie che, se decontestualizzate, possono anche risultare carine.. Ma se ci si proietta verso il fine ultimo, lasciano il tempo che trovano.

JADE HASSOUNE, STEPHANIE BENNETT, MATTHEW DADDARIO

Nel secondo episodio trattato, l’asticella della tensione sale: Alec, sempre più fuori di sé e più desideroso di dimostrare di essere il buono della situazione oltre a quello che sa prendere le decisioni e rispettare le regole, dà manforte alla sua fidanzata [b*tch please! Fate qualcosa! Salvatelo!] in qualunque decisione lei prenda.. E la decisione di arrestare Meliorn si rivela una delle più infelici che possa prendere: le fate non possono mentire, e di conseguenza Meliorn può aggirare la verità ma non alterarla, e una volta messo alle strette rivela che Clary ha la Coppa Mortale [anche se mi sono persa come ci sia arrivata la notizia alle sue orecchie a punta, ma okay].

Ma la situazione precipita nel momento in cui Jace, Clary e Izzy guidano una delegazione di Nascosti per liberare Meliorn prima che venga condotto dai Fratelli Silenti per forzarlo a dire tutto ciò che, secondo Lydia, Izzy ha lui rivelato riguardo agli Shadowhunters e su con chi sia alleato il Mondo Fatato: se col Clave o con Valentine, dal momento che quest’ultimo ha creato dei Dimenticati servendosi anche del sangue di fata. Izzy viene dunque accusata di alto tradimento e arrestata, ma il vero momento critico è quello tra Alec e Jace, che a dispetto del loro forte legame fraterno oltre che del legame parabatai finiscono per azzuffarsi.. E la distanza tra loro è sempre maggiore.

Shadowhunters-1x10

Nel terzo ed ultimo episodio di cui ci occupiamo, quello più recente, ci si trova proiettati in una realtà parallela dove alcune cose sono più attendibili di come sono nella realtà.. Ma andiamo per ordine: il salvataggio di Meliorn è andato a buon fine, e Jace e Clary si fanno carico di riaccompagnarlo alla Corte Seelie. Meliorn si sente in debito con Clary, quindi le offre la possibilità di scovare suo padre, Valentine. Problema: per raggiungerlo deve arrivare ad un portale [di cui fa parte il ciondolo che porta al collo] che si trova in una dimensione parallela in cui gli Shadowhunters sono svaniti da oltre un secolo perché i loro servigi non sono più richiesti, trattandosi di un mondo pacifico dove tutto va bene e i demoni non sono più presenti. E’ quasi piacevole vedere come starebbero le cose ‘only if’.. Sì, insomma: se Valentine non fosse Valentine, tanto per dirne una..
Mi è piaciuta molto la dinamica tra Clary e Magnus, il modo in cui lei lo ha aiutato ad impossessarsi della magia che gli appartiene nel mondo ‘normale’, e anche il modo in cui sono stati inseriti alcuni elementi presenti nella storia originale: Luke che gestisce una libreria, Magnus che vive con Chairman Meow.. E Church, che originariamente appartiene ad un contesto diverso.

Tutto procede nel migliore dei modi, fino a quando Clary non rischia di ‘perdersi’ nella vita dell’altra Clary e il vero Jace non viene steso dal dolore causato dall’esperimento di Alec di sfruttare il legame Parabatai per trovarlo. E mentre Jace è steso, un demone riesce ad intrufolarsi nel mondo perfetto e a materializzarsi davanti all’altro Jace, lasciandolo impaurito e tremante. Dura poco, prima che Jace venga posseduto da Jace.. Ma nonostante questo, non può fare a meno di venir ferito gravemente dal demone. Ciononostante, aiutato da Clary, raggiunge il portale aperto da Magnus per permettere loro di raggiungere Valentine.. E qui si ha il vero trauma, qualcosa a cui non ero personalmente preparata: tutto subito non trovano Valentine, ma chiuso in una specie di cella trovano il padre di Jace.

E questo è un gran bel mistero: non dico nulla per evitare spoiler a chi non ha letto i libri, ma la storia del padre di Jace è completamente diversa.. Quindi non so dove si andrà a parare con questa storia.. Non so neanche se quello è realmente il padre di Jace o è soltanto un’illusione creata da Valentine che li ha sentiti arrivare e ha creato questo diversivo.. Non lo so, ma spero di avere qualche risposta la prossima settimana!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...