#Arrow – Unchained (S04E12)

Una grossa minaccia sta per colpire la città, un nuovo rivale per la corsa a sindaco di Oliver ed alcuni ritorni eccellenti: manca qualcosa?

Arrow…e non dimenticate di visitare le nostre affiliate,  Arrow e The Flash Italia e Serie TV la nostra droga!

L’Isola. Oliver viene sottoposto ad un interrogatorio molto pesante da parte di Reitner, comprensivo di torture. Sfinito da questo, sviene ed immagina che sia a salvarlo da quella situazione sia arrivata Shado con arco e frecce.

Arrow - S04E12In questa sua visione Shado lo convince ad abbracciare la sua natura, di accettare il suo lato oscuro insomma: quello che l’ha portato ad uccidere, e di dire la verità a Tajana sulla morte del fratello.

Una volta che ha ripreso i sensi, Oliver lo fa e lei scoppia a piangere.

Nanda Parbat. Nel palazzo  della Lega Degli Assassini, una donna porta da mangiare a Nyssa, tenuta prigioniera in cella da Malcolm a scopo preventivo: all’interno del piatto è nascosto un piccolo coltello e Nyssa parte subito all’attacco della guardia uccidendola.

Assieme alla donna e ad altri pochi uomini, sfugge dal castello verso Kyushu (Giappone) dove è stato trovato il Loto, dopo una lunga ricerca. Giunta al tempio dove è conservato, si scontra con la guardiana: Tatsu.

Arrow - S04E12 (3)Le due donne dimostrano di essere alla pari quanto a tecniche di combattimento e così Nyssa le fa una proposta per ottenere l’oggetto della sua ricerca: ascoltarla perché è una cosa che riguarda Oliver anziché lottare fino a quando una delle due non crollerà a terra sfinita.

Thea.  Durante l’inseguimento di un ladro sui tetti, Thea lo raggiunge ma trovatasi sul cornicione del tetto, inizia a sentirsi male e perde i sensi: il provvidenziale intervento di Oliver evita il peggio, ma il ladro scappa.

Dopo averla portata a casa e messa a risposo, Oliver parla della cosa con Malcolm (e lo farà una volta ripresasi anche con Thea): il verdetto è chiaro, si tratta di un effetto Arrow - S04E12 (4)collaterale del pozzo di Lazzaro.

Se Thea non soddisfa la sete di sangue, sarà lei a perdere forza: Lei ovviamente si rifiuta di uccidere, ma rivela ad Oliver quanto successo con Dahrk e sarà quella la strada che decideranno di seguire.

L’Avversario. Improvvisamente la corsa elettorale di Oliver si fa più difficile per l’arrivo di un rivale: si tratta di Ruvè, la moglie di Dahrk. Lo staff di Oliver inizia a cercare disperatamente informazioni su di lei, ma non si Arrow - S04E12 (2)trova nulla che possa permettere di mettere in atto una compagnia vera e propria.

Reduce dall’incontro con Thea, Oliver decide di parlare con Dahrk, e per questo fa visita alla rivale che farà da tramite (e mostrerà arroganza come non mai): vuole fare un’offerta al nemico per salvare la sorella.

Un Ritorno Inaspettato. Il ladro che Thea ed Oliver inseguivano ben presto ha non solo un volto, ma anche un nome: Roy Harper. La cosa lascia basiti tutti, che non si capacitano di come sia possibile che sia diventato un ladro ora: prima un colpo alla Amertek, poi uno alla Cadmus ed in entrambi i casi si tratta di materiale informatico.

Felicity analizzando i due oggetti rubati all’inizio non trova un possibile utilizzo, ma poi capisce che potrebbe creare une Web Nuke, una sorta di bomba atomica informatica in grado di cancellare internet. Tuttavia manca un componente importante, ovvero una potente fonte di energia che la alimenti: e guarda un po’ il caso, la Palmer Tech sta lavorando ad una potentissima batteria.

Felicity ci ha visto giusto ed il terzo colpo avviene proprio al laboratorio della sua impresa, dove è in servizio Curtis il quale prova a reagire ai colpi di Rory prima che intervenga il Team Arrow (ma il furto va a buon fine anche grazie ad un drone): Oliver è prono a scoccar la freccia contro la sua ex spalla e lo fa quando Felicity (che assiste a tutto tramite le telecamere) lo informa che c’è qualcosa di strano nel suo sguardo, come un’altra telecamera.

Arrow - S04E12 (5)Oliver colpisce e fa così credere di averlo ucciso, mentre lo ha solo sedato pesantemente.

Portato alla base, Roy rivela di aver dovuto fare quelle cose perché ricattato da qualcuno che minaccia di rivelare la sua vera identità ed essendo controllato non poteva avvisarli.

La Sfida. Con le sue capacità informatiche, Felicity rintraccia il segnale della telecamera ed inizia così un lungo duello tra grandi mente informatiche. L’avversario di Felicity ha anche lui un nome in codice, The Calculator, e riesce a sua volta a raggiungere la nostra hacker tanto che i due si provocano e parlano durante lo “scontro”.

Il piano di Calculator non è però quello di annientare il web, ma qualcosa di molto più d’impatto: distruggere una città, dove la sola esplosione delle condutture del gas ucciderebbe 3000 persone.

Felicity riesce a localizzare il luogo dove la webnuke viene posizionata, ed invia il team Arrow sul posto: l’unico modo per disattivarla, una volta iniziato il countodown è far esplodere il tutto, una missione di cui, dopo che il Arrow - S04E12 (6)team ha avuto la meglio sui mercenari assoldati da Calculator, si occupa Roy pronto a mettere a repentaglio la propria vita.

Fuggirà in tempo dall’edificio dopo aver colpito il detonatore, pochi attimi dopo che Felicity ha impedito definitivamente al suo rivale di azionarla.

L’Inaspettato Ritorno.

TRIVIA

the calculatorThe Calculator: Noah Kuttler debutta sulla pagine di Detective Comics nel 1976 con un look e poteri basati su quello che era la moda del momento: le calcolatrici tascabili. Il costume raffigurava sul davanti una grande tastiere e poteva creare degli oggetti di luce solida (come Green Lantern col suo anello). Si tratta di un genio membro dei Fearsome Five e della Secret Society of Super Villains: tra i nemici, Teen Titans, Birds Of Prey e Batman.

Hub City: La città dove si è trasferito Roy è la città di Vic Sage, ovvero The Question.

COMMENTO

Partiamo dalla fine, o quasi. Che Calculator fosse il padre di Felicity lo si era capito molto presto, ma le conferme le abbiamo avute in tre frasi: Dandy, quella sui video dei gatti e quella sui Beatles. Tale padre, tale figlia come si suol dire: ed anche senza aver letto o intravisto gli spoiler on line lo si sarebbe capite. Ah, la butto lì: ha usato Roy per arrivare alla figlia.

Dove possa portare questo arco narrativo è ovviamente presto per dirlo, ma non escludiamo a priori un collegamento con l’opera di Dahrk, da cui lecito però aspettarsi un profilo più basso: ora che la moglie è scesa in campo, non può permettersi passi falsi e rischiare che venga svelata la connessione tra i due. Poi, siam tutti d’accordo che ci sia Dahrk dietro la cosa, anche se non è bene chiaro chi sia davvero la mente e chi il braccio: probabile che sia in realtà lei a comandare e lui sia un mero burattino? Difficile, ma non impossibile.

Questa è stata la puntata dei grandi ritorni, e Felicity ce lo aveva anticipato: Roy, Nyssa, Tatsu, Shado (sebbene come allucinazione), ed in piccola parte Malcolm che mancava da un po’ ma è un ruolo abbastanza ricorrente il suo.

Iniziamo con Shado, che praticamente citando Star Wars incoraggia Oliver a passare al lato oscuro: o meglio, ad usare l’oscurità in lui per uscire dalla situazione in cui si trova. Non so come possa reagire Taiana, però onestamente ‘sti flashback hanno un po’ rotto eh… troppo poco e troppo lenti: al tempo stesso capisco che devono spalmarli su tutta la stagione. Suggerimento: se non c’è molto da dire, lasciate perdere la prossima stagione oppure fate due storie in una stagione così da non perder tempo.

Il ritorno di Tatsu è stata una belle sorpresa, così come vederla combattere con Nyssa. Per un attimo ho pensato che avrebbero potuto ucciderla, per evitare casini con la Suicide Squad cinematografica dove il personaggio è parte del team (con ovviamente altro volto: vi faccio notare che la suicide squad televisiva è sparita con l’annuncio della produzione del film), ma da come si stan mettendo le cose forse ha ragione Kevin Smith quando dice che un crossover tra cinema e TV è possibile: tutto sta nella parola “Multiverso”.

Il ritorno di Roy è stata un po’ deludente: mi aspettato di più e che restasse a lungo. A questo punto l’ipotesi che ci sia lui nella tomba guadagna punti anche se l’indiziata principale per me resta Thea.

Buon ritorno per Curtis, che ha mostrato di poterle suonare discretamente. E qualcosa in più sulla sua identità fumettistica l’abbiamo vista quando ho lanciato l’ordigno verso Roy: ne vogliamo di più, rendete utile il personaggio orsù!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...