#WarAndPeace – Episodio 2

war-and-peace

Siamo arrivati alla seconda puntata e le trame si infittiscono mentre i personaggi acquistano sempre più spessore.

wp6La drammaticità e la crudeltà della guerra vengono descritte in maniera sempre più realistica e sono un vero e proprio pugno allo stomaco certe battaglie, in particolare quella che coinvolge Andrei, che si salva per miracolo, fingendosi morto, quando Napoleone passa in mezzo ai cadaveri.

A proposito di Bonaparte, per ora lo abbiamo visto poco, bisogna però dire che il bravo Mathieu Kassovitz, irriconoscibile dai tempi di Amelie, ha il carisma e il talento giusto per impersonarlo. Inoltre debbo dare atto agli sceneggiatori inglesi di non averlo reso un crudele monarca: è pur vero che in larga parte è merito di Tolstoj, ma almeno hanno evitato di cambiare questi tratti, cosa non facile data l’antipatia feroce che i britannici nutrono per l’imperatore francese.

wp1Andiamo però con ordine. L’episodio si apre con il matrimonio tra la giovane Helen e Pierre, una cerimonia tradizionale russa, rappresentata in tutto il suo fascino. Il conte sembra essere conquistato dalla moglie e dalla sua bellezza, ma vediamo sin dal principio come questo sia una unione di interesse e non d’amore. La donna, infatti, continua a respingere le attenzioni del marito – anche se non oppone un netto rifiuto ma ricorre alla sua abilità nell’arte manipolatoria. Il giovane Bezukov dapprima si mostra confuso e germoglia in lui l’idea che quel matrimonio non sia stata una saggia decisione.
War-and-Peace-433981Parallelamente assistiamo anche ai maneggi del principe Vassily, il padre di Helen e Anatole, che fa il possibile per accasare quest’ultimo con la giovane ed introversa principessa Marya, affettuosa e devota sorella di Andrei e figlia del burbero principe Nikolai Bolkonsky (un sempre eccelso Jim Broadbent), poco incline a tollerare le ambizioni dell’amico.

Il principe Bolkonsky dimostra fin da subito di rispettare la figlia, la quale, a sua volta, prova di avere un gran carattere, dietro l’aria dimessa, avendo il coraggio di respingere il fascinoso cacciatore di dote.

La ragazza darà un’ulteriore prova della sua forza quando deciderà di non dire della presunta morte di Andrei alla fragile cognata Lise, ormai sul punto di partorire. Padre e figlia, nonostante la diversità, dimostrano in più di un’occasione di capirsi al volo.

Picture shows: Andrei (JAMES NORTON) **Strictly embargoed for publication**

A proposito del giovane principe Bolkonsky, la guerra lo segnerà profondamente, arrivando a fargli capire di essersi allontanato dalla famiglia solo per un misero ed effimero momento di gloria. La carneficina a cui assiste e a cui sopravvive, grazie all’astuzia, lo sconvolgono, tanto da buttare all’aria tutta la sua arroganza di ufficiale e la sua freddezza nei confronti della famiglia, in particolare verso la moglie. Tornato a casa in fretta e furia, proverà a rimediare stando vicino a Lise durante il parto, ma viene cacciato dalla stanza, come si usava fino a pochi anni fa del resto ed è probabile che il suo gesto di affetto sia stato scambiato dalla povera donna come un’allucinazione. Dal nostro punto di vista di donne moderne, ci wp3viene da fare la considerazione triste che forse, se l’avessero lasciato accanto a lei in quel momento così difficile, forse Lise ne avrebbe tratto forza e sarebbe sopravvissuta. Purtroppo questo nell’economia della storia non potremo saperlo mai. Ci auguriamo però che il fatto che Andrei prenda in braccio il suo figlioletto neonato, pur fissando con sgomento e dolore il corpo della consorte morta, possa essere un segnale positivo.

wp4Ci sentiamo di spendere due parole sul coraggio di mostrare questa scena anche e soprattutto alla luce delle stupide polemiche nate intorno ad essa. Più andiamo avanti, più crediamo sia urgente fare educazione sessuale in tutte le scuole del mondo altrimenti si torna al medioevo!

La puntata si chiude con Pierre che, dopo mille riflessioni e anche una rivelazione scottante, tira fuori finalmente un po’ di carattere verso un presunto amico, eroe di guerra, che lui aveva ospitato a casa e questi, come “ringraziamento”, era andato a letto con Helen. Sappiamo dal libro che Pierre è solo all’inizio della sua crescita personale e umana. Diventato conte e sposo suo malgrado, sta prendendo coscienza di ciò che conta davvero nella vita, anche perché ha visto andare all’aria i wp2suoi ideali sulla rivoluzione francese. Il nuovo incontro con Natasha gli ha ulteriormente aperto gli occhi. Si è lasciato sedurre dalla bellezza di Helen, non badando al legame solido che stava nascendo con l’amica di sempre. Tuttavia è ancora in tempo per rimediare e questo suo risveglio ne è la prova.

Paul Dano è molto bravo a dare corpo ai mille sentimenti del giovane conte e alla sua crescita.
wp5Se dobbiamo fare una critica allo sceneggiato è forse il poco spazio dato a Natasha e alla sua pur brava interprete Lily James: in questo episodio l’abbiamo vista veramente poco. Speriamo non sia ridotta ad appendino anche perché nel libro di Tolstoj è la vera protagonista della vicenda e la sua evoluzione è pari a quella di Andrei e Pierre.

Simona Ingrassia e Silvia Azzaroli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...