#TheLastKingdom – Episode 7, Episode 8 ( #seasonfinale)

Ultimi due episodi – ragion per cui mi scuso per l’immane ritardo – di questa prima stagione di The Last Kingdom. Sappiamo già che avrà luogo anche la seconda, ma intanto noi ci occupiamo del finale della prima stagione!

Episode 7

960

Più di una volta mi sono fermata sul modo in cui, in questa serie, al centro di tutto ci sia l’esplorazione. Sono tempi duri, quelli presi in analisi.. Tempi transitori, di antiche credenze che lasciano il posto ad una nuova affermazione. Sacro e profano si fondono in più di un’occasione, dando spazio sia agli avvenimenti, sia al modo in cui i personaggi medesimi si approcciano a questi cambiamenti. Più che mai in questo episodio emerge questo forte senso di cambiamento, ed il modo migliore per osservare questo cambiamento è guardare al posto occupato dalla religione, ed al modo in cui vengono quotidianamente vissuti e perpetrati i valori ad essa connessi. E The Last Kingdom ha proprio questa ‘grande bellezza’: ha una vasta gamma di personaggi, ognuno con il suo personale bagaglio di cultura, tradizioni e rituali, ed è particolarmente affascinante carpire ciò che ogni personaggio ha da dire o da far capire.

La scorsa settimana ho accennato a come io abbia trovato inappropriato – a livello di tempistiche – l’inserimento di Iseult: un po’ tardivo, per i miei gusti.. In questo episodio, tuttavia, mi hanno portata a rivedere un attimo il suo inserimento postumo. In questo frangente, infatti, ha svolto egregiamente la funzione di catalizzatore – o almeno di uno dei due – per sollevare maggiormente l’asticella della tensione tra le due compagini religiose. Il resto, ed il ruolo di secondo catalizzatore, spetta invece ai danesi impegnati nelle razzie nel Wessex.

I parallelismi tra le due religioni sono al centro di questo episodio, con le preghiere da un lato e i rituali dall’altro, e al centro di essi la salute di Edward. Questo è sicuramente stato uno degli aspetti più belli non soltanto dell’episodio, ma di tutto il panorama ‘storico’ per come è stato trattato finora: storicamente sappiamo che il cristianesimo ha spazzato via il paganesimo e tutte le usanze ad esso legate, ma questo particolare sequenza non solo ha aperto un confronto paritario tra i due credo, ha anche indotto l’autoproclamata sovranità cristiana, incarnata in questo caso dai sassoni, ad alzare le mani ed arrendersi all’evidenza dell’efficacia non solo di una religione, ma della tradizione di un intero popolo. La parte più interessante, ad onor del vero, sta nel fatto che questa è stata una sorta di licenza poetica, dal momento che il rituale di Iseult non figura nei libri a cui questa serie si ispira.. Politicamente scorretto? Neanche un po’. Lasciatemi dare sfogo per una volta alla mia vena polemica: il paganesimo, nel corso dei secoli, è stato messo al bando, ridicolizzato e demonizzato.. Ma tutto ciò non è stato fatto solo e soltanto verso un culto: il paganesimo, inteso ad ampio spettro, era un vero e proprio stile di vita. Essere un pagano, ai tempi, non significava essere continuamente a sgozzare capre e galline in onore degli Aesir.. Era il rispetto per la terra, per la natura, per tutto ciò che essa era in grado di donare.. E il saper rendere grazie ad una ‘forza superiore’, spesso identificato nella natura stessa. L’avvento del cristianesimo ha poi finito con lo spazzare via ogni traccia di questo stile di vita e di ogni sua testimonianza, mettendoli al bando e inducendo, ancora oggi, la gente a pensare che chi è/era pagano sia/fosse un senza dio o un adoratore del maligno. Molto presto ed in altri lidi avrò modo di approfondire il discorso, al momento questo è quanto. Resta solo il fatto che si è segnato un precedente molto, molto interessante e per certi versi giusto.

Episode 8 – Season Finale

960 (1)

Se c’è una cosa che, tra una – presunta – incoerenza e l’altra, abbiamo capito ed apprezzato di Uhtred quella è lo stoicismo. Da che la sua famiglia adottiva è stata sterminata, lui ha sempre portato avanti il suo proposito di vendetta.. E poco gli importava se ciò includesse il dover fare ritorno a Bebbanburg, o rinunciare a dei compagni di viaggio e di vita per stringere nuove e scomode alleanze: la vendetta per quella famiglia sterminata e per il suo essere stato depredato è il suo fine ultimo, il resto sono tutti incidenti di percorso.

Dunque, sacrificio e perdita sono gli elementi che permeano l’episodio. Certo, entrambi i temi sono stati ampiamente rilevanti per la serie, finora.. Ma nessun episodio, prima di questo season finale, li ha così profondamente intrecciati nell’azione come nella trama. A tutti gli effetti, questo episodio è l’episodio della battaglia, della resa dei conti, del culmine della violenza che è cresciuta di episodio in episodio così come l’attesa per questo compimento. The Last Kingdom, nel quale è stato fatto ampio sfoggio di una certa abilità nel creare a regola d’arte scene di lotta convincenti e molto suggestive, avrebbe potuto lasciare che la calata del sipario su questa prima stagione fosse determinata da una sanguinosa apoteosi di violenza, avrebbe in ogni caso avuto senso e sarebbe stata comunque soddisfacente.. Invece si è voluti andare oltre, si è voluto dare un senso al tutto facendo sì che questa violenza fosse comunque pregna di significato e portasse avanti le tematiche che sono state ampiamente prese in analisi durante tutta la stagione.

L’episodio stabilisce immediatamente quanto la posta in gioco sia alta per tutti gli interessati, e nel farlo getta anche solide basi per l’avvenire della serie. Ciò che serpeggia comunque fin dalle prime battute è un senso di risoluzione, di qualcosa che sta per accadere, di chiusure che daranno atto ad altre aperture come una vera e propria energia che rende vivo e vibrante l’episodio come mai prima d’ora. Questa sensazione viene in parte esternata nella morte del giovane Odda, tacciato di tradimento e ‘giustiziato’ per mano del suo stesso padre dopo aver negato il suo appoggio ad un sempre più acclamato Alfred.

Questo senso crescente di attesa ha fatto sì che lo scontro finale tra sassoni e danesi fosse percepito come qualcosa che va oltre al semplice scontro ideologico, culturale, religioso od economico; più come un qualcosa di strettamente personale per chi ne fosse coinvolto: per Leofric, che è profondamente fedele al suo re e lo seguirebbe ovunque, incontro a qualsiasi sorte.. Per Uthred, per il quale non è solo la possibilità di mostrare il proprio valore di guerriero ad Alfred, ma per dimostrare a sé stesso quanto tutto ciò che è stato da lui sacrificato fino ad ora non è stato sacrificato invano: dall’amore/amicizia con Brida alla morte di suo figlio, passando per la separazione da Mildrith,  tutto trova il suo senso in questo epico scontro tra lui e Skorpa.

Per questo la battaglia medesima [a tratti talmente ravvicinata da risultare claustrofobica] va oltre ad un banale scontro alla ‘ne resterà soltanto uno’, con ideologie personali e valori ben più elevati in gioco. E l’epilogo conclusivo non può che essere la vittoria di Uthred, grazie anche ad un incisivo aiuto di Beocca, dal quale scaturisce [oltre alla salvezza del Wessex] una scena che ha profondamente segnato il percorso di Uthred: le sue lacrime a seguito dell’abbraccio dello stesso Beocca.. Lacrime liberatorie, lacrime di chi trova un senso a tutto ciò che ha lasciato sul suo cammino.

In questo episodio che ha rasentato la perfezione, tuttavia, ho trovato un paio di pecche.. La prima è rappresentata proprio da questa ‘perfezione’, dal modo in cui la battaglia è stata rappresentata in modo ordinato e preciso, tutt’altro che convulso come ci si aspetta che debba essere una battaglia. La seconda, invece, riguarda alcuni personaggi: alcuni cambi di personalità, ad esempio per quanto concerne Alfred e Beocca, sono stati troppo repentini.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...