#TheLastKingdom – Episode 5, Episode 6

La stagione è già pronta a volgere al termine, e finalmente si va verso qualcosa di ben concreto. Anche se, almeno dal mio punto di vista, c’è ancora anche troppa instabilità.

960

Ad un certo punto, Uthred era chiamato dare uno strappo, e la serie intera ha dovuto spostare il fulcro della serie oltre la meditazione e l’analisi dei fattori in conflitto passando al livello successivo. Da mesi ormai Uthred mostra la sua fedeltà ad Alfred, ma al contempo è fedele alla sua educazione danese.. Viviamo questa situazione di stallo ormai da tempo, con la consapevolezza che Uthred sta nel mezzo: non è più considerato un sassone al 100%, non sarà mai considerato un danese al 100%; come lo sappiamo noi, lo sa benissimo lui.. Ed ecco la ragione del suo cercare di cadere comunque in piedi, di essere un valore aggiunto sia per Alfred che per i danesi.. Ma siamo al punto di svolta, quello nel quale Uthred capisce che tutti i suoi sforzi per ottenere qualcosa, per quanto apprezzabili, sono completamente inutili e che non avrà mai quello che desidera e per cui combatte.. E che dunque quella, probabilmente, non è la sua strada.

Altrettanto certo è che Uthred è un po’ duro di comprendonio, e che anche un evento tragico e trascendentale come la morte di Ragnar non gli ha poi insegnato molto. Il suo essere temerario è un fattore favorevole e avverso al tempo stesso, è qualcosa capace di toglierlo dai guai ed infilarlo in altri guai più seri.. Ha costantemente bisogno di sentirsi apprezzato, di sentirsi necessario, e questo lo rende poco orientato verso i ragionamenti a lungo termine, completamente incapace di lungimiranza. Esempio: lui rivuole la sua terra, questo lo sappiamo tutti.. Ma non è che si sofferma a pensare come avere la massima resa con il minimo impiego di forze e di sacrifici.. Quando, un paio di episodi fa, Alfred gli ha detto che il primo passo per divenire un assessore era trascorrere almeno un anno nell’esercito sassone, Uthred non ha esitato a gettarsi a capofitto in questo step del suo percorso e dunque ad arruolarsi.. Pur sapendo che questo l’avrebbe portato a separarsi da Brida.

Tali azioni possono portare alla consapevolezza che non tutto è sacrificabile, e che una strada non è solo lastricata di scelte immediate.. E che i colpi di testa non sono sempre la giusta risposta. In questo episodio abbiamo visto come alla fine Uthred sia costretto a prendere atto delle conseguenze della sua impulsività.

Nel primo episodio, il vecchio Ravn era stato molto esplicativo su un concetto: mai mettersi sulla strada di Ubba, e mai combattere contro di lui. Uthred, invece, ha fatto l’una e l’altra cosa. Scena ben gestita, quella della lotta tra Uthred e Ubba.. Con un Ubba che, in definitiva, si dimostra molto più temibile a parole che nei fatti.

Episode 6

La frustrazione repressa di Uthred è praticamente esplosa, ha rotto gli argini come un fiume in piena e ha travolto tutto ciò che si trovava nei paraggi. Come detto per l’episodio precedente, lo strappo a cui Uthred si sta avvicinando è necessario, poiché nel corso del tempo ha sempre sacrificato troppo, ha lasciato dietro tanto e tanti. Certo, la sua fedeltà ad Alfred gli ha dato una moglie, un figlio, delle terre.. Ma in confronto a ciò che ha perso, come gli viene fatto notare, è una ricompensa esigua.

L’episodio non tratta direttamente le conseguenze del gesto omicida con cui si è concluso il precedente episodio, ma pur essendo trascorso del tempo – ed avendoci questa serie abituati a repentini cambi delle caratteristiche caratteriali dei personaggi – ritroviamo lo stesso Uthred che abbiamo lasciato: diviso tra le sue origini sassoni e la sua educazione danese. C’è da dire però che in fin dei conti non c’è mai stato un vero e proprio conflitto interiore per Uthred: lui si sente sia sassone che danese, quindi per lui il problema non si pone più del necessario.. Semplicemente, a seconda della circostanza, ha fatto prevalere l’uno o l’altro senso di appartenenza.

Invece, in questo episodio, per la prima volta Uthred sembra essere diviso tra i due percorsi che il destino ha scelto per lui, pur non avendo dubbi sullo schieramento al quale appartenere. Ciononostante capisce ed ammette che, sebbene possieda un titolo e abbia più volte mostrato la sua lealtà, i sassoni non lo riconosceranno mai completamente come uno di loro, dunque non beneficerà mai del loro rispetto e non sarà mai considerato un loro pari. Nonostante questo, nonostante un processo avvelenato dalla menzogna e una razzia condotta con Leofric, non c’è uno sbilanciamento vero e proprio di Uthred verso il suo io danese.
Ho trovato un po’ stonato l’inserimento di Iseult.. Non era il tempo giusto per inserirla, forse.. E’ stato un po’ insensata come introduzione, a questo punto della narrazione.

E mentre il finale di stagione si avvicina, rimane ancora tutto in sospeso.. Ancora non si riesce a capire quale piega prenderanno gli eventi, da qui al finale di stagione.. Non resta che aspettare!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...