#AmericanHorrorStoryHotel – Room 33 (S05E06) #AHS #AHSHotel

Mi considero fortunata.. Per aver visto questo episodio sufficientemente lontano dai pasti! O avrei addirittura rivisto la torta dei miei 18 anni. Episodio altalenante, riassumibile in qualche parola: schifo, dispiacere, delusione, caos.

American-Horror-Story-Hotel-5x06-1-681x375

Okay, fissiamo un po’ di punti perché io non ci sto più capendo molto.. La serie sta diventando confusionaria, e l’unica cosa che rimane costante è la leggerezza con cui la morte viene trattata. Qualcuno, leggendo questa frase, si chiederà che cosa mi aspettassi da American Horror Story se non questo.. E vi confesso che mi piace l’idea di una stagione un po’ più truculenta che cerebrale, ma anche nell’atrocità ci deve essere un filo logico.

Siamo al sesto episodio, e come minimo ci si aspettava un passo in avanti con qualcuna delle tante storie che si accavallano di episodio in episodio.. Invece abbiamo fatto un terribile passo indietro che ci ha portati a delle consapevolezze superflue, che nulla danno e nulla tolgono alla storia. Ma si può considerare l’intero episodio come un epic fail? Secondo me, sì. Sapere che la Contessa ha un figlio deforme non ci dà e non ci toglie niente, se non l’ennesima immagine grottesca – e abbastanza orripilante – di cosa si alterna nella vita della Contessa. Non so, lo si può chiamare ‘figlio’, trattandosi tecnicamente di un aborto?

Sembra quasi di vedere una brutta copia di Murder House: bambini deformi, spiriti intrappolati che si divertono a tormentare i vivi, madri disperate e quant’altro.. Niente di nuovo, niente di rilevante, tutto fine a sé stesso: shot fini a loro stesse, violenza fine a sé stessa, morte fine a sé stessa, follia fine a sé stessa, sesso fine a sé stesso.. E dire che le premesse erano a dir poco esplosive! Ma secondo me c’è ancora qualcosa da salvare, e spero davvero che si riprendano un po’ le redini di questo show perché così non ci siamo.

Se devo dire la verità, non so esprimere un vero parere su questo episodio.. La sensazione è quella che si ha quando si vogliono fare tante cose insieme ma, in definitiva, non si riesce a farne nemmeno una.. Io ho percepito così questo episodio: come quando si gira per casa senza una meta, chiedendosi «Perché sono venuto qui? Cosa dovevo fare?», e non è una bella sensazione.

Ad esempio: okay che la contessa è una stronza patologica, capricciosa e recidiva, ma che senso aveva fare così male a Liz Taylor? Per una volta che era felice, gli ha portato via tutto.. Anche se mi chiedo da quando i vampiri possono morire così, come gli umani, la morte di Tristan non ha un vero e proprio senso.. Ma, del resto, che cosa ne ha? Non questo, e non la pazzia di John Lowe.. E men che meno l’esistenza di quella patetica stronza di sua moglie. Cioè, ditemi: quella perché campa? Per fare danni, okay.. Ma oltre a questo? Adesso è anche la beniamina della Contessa, quindi siamo bell’e fregati.

Annientamento totale anche per Ramona e Donovan, così come per Iris.. Trovare un filo logico in tutto ciò che accade nell’hotel Cortez diventa compito sempre più gravoso, e se finora ho difeso a spada tratta questo show, dopo questo episodio non posso nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi e far finta che sia tutto perfetto così: ci sono delle profonde pecche strutturali che hanno fatto sì che questo show passasse da essere American Horror Story ad American Splatter Story.. Sebbene Kill Bill ci insegni che anche lo splatter ha un suo nesso logico che, evidentemente, a Murphy e associati sfugge in modo macroscopico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...