#HeroesReborn – June 13th Part One (S01E07)

Il tempo di scoprire cosa è successo davvero ad Odessa il giorno dell’incidente è arrivato: ma sapete com’è, viaggiare nel tempo non è proprio una passeggiata…

Heroes Reborn

L’arrivo nel passato di Noah e Hiro ci permette di iniziare a fare un po’ di chiarezza su alcune cose, grazie anche all’entrata in scena di un paio di personaggi storici: ma andiamo con ordine.

Incontriamo finalmente Mohinder Suresh. Poco fuori Odessa viene avvicinato da Angela Petrelli che lo vuole mettere in guardia sulle attività della Renautas e di ciò che ha in mente Erika.

Suresh non è propenso a darle retta, neppure quando lei gli rivela che Primatech e Reanutas sono la stessa cosa, che sa del suo lavoro di ricerca e dell’evento di distruzione che sta per abbattersi sul pianeta.Heroes Reborn - S01E06 (3)

Gli dice anche che non parlerà al convegno come previsto, Erika gli dirà che ci son stati dei cambiamenti di programma: ma niente da fare, Mohinder non vuole crederci.

Mentre lui si allontana dalla macchina, Angela riceve una telefonata proveniente da Claire, o meglio dal suo cellulare.

In Giappone, il “padre” di Miko si incontra con Hiro (che dovrebbe essere ad Odessa) per cercare di convincerlo ad appoggiare il piano di Erika (di cui Hiro è un socio) circa l’uso dei poteri, ma senza successo poiché è da tanto che non usa il suo potere. Si vede così costretto ad usare le maniere forti e lo trasporta all’interno di Evernow, creato appositamente per questa evenienza, con un semplice tocco.

Alla periferia di Odessa, Erika si reca da Phoebe e la esorta a creare sempre più oscurità. Dovrà crearne tanta e diventerà l’eroina che sa di poter essere. Sulle prime è sofferente ma più ne crea più di dimostra resistente. Il piano di Erika sta per essere attuato, e procede liscio, o almeno così pare.

Alla sede della Primatech invece, arrivano Hiro e Noah dal futuro e il nipponico mette subito in chiaro le cose: non si possono stravolgere gli eventi, quindi non possono allertare la gente, L’unica cosa che possono fare è quella di provocare meno danni possibili.

Un’impresa tutt’altro che semplice, perché Erika ha davvero calcolato tutto:

  • Noah viene rimosso dal suo ufficio e portato nei sotterranei mentre la sua versione futura segue gli eventi da una stanza nascosta;
  • Mohinder, come dettogli da Angela, non parlerà al convegno e non annuncerà l’esito della propria ricerca che ha consegnato a Molly, venendo portato nel parcheggio e reso incapace ad usare i poteri da Harris;
  • Phoebe impedisce con la sua oscurità l’uso dei poteri da parte degli altri EVO;

Mentre il NOAH del futuro viene intercettato da Angela Petrelli con la notizia che Claire è in ospedale, Hiro si reca nei parcheggi per liberare Mohinder, ma lo scontro con Harris li mette alla prova: come può sconfiggerne due (un terzo è con Suresh dopo Heroes Reborn - S01E06 (4)che è stato liberato) senza causare danni? Semplice, non può.

L’esplosione è inevitabile, e Noah deve esistere alla scena dall’ospedale, mentre quello del presente viene liberato da Caspar grazie ai propri poteri.

Ma cosa è successo all’ospedale? Come sappiamo, Claire è morta ma Noah non vuole crederci dice loro di come si sia rigenerata più volte, etc… ma niente da fare: l’ex cheerleader è morta pera arresto cardiaco, ma l’infermiere informa lui ed Angela che hanno salvato i bambini. Claire ha dato alla luce due gemelli, e l’infermiera che li presenta loro è… la mamma di Tommy.

Il Noah del presente resta coinvolto nell’esplosione e viene portato da Capsar all’ospedale, dove la sua versione futura (grazie ad Angela) ha capito quale era stato il suo piano, e perché si era fatto cancellare dei ricordi: i figli di Claire saranno coloro che salveranno il mondo, ed anche Erika lo sa.

In vista dell’evento di estinzione, lei cercherà sicuramente tra i bambini di un anno Heroes Reborn - S01E06coloro che potrebbero impedire il suo piano (lei seleziona chi vive e chi muore): Noah ha così l’idea, con l’aiuto di Hiro, di portarli indietro nel tempo di 15 anni, in modo che quando ci sarà l’evento, saranno in grado di usare i poteri per impedirlo.

Hiro non è d’accordo ma alla fine accetta, portando nel passato anche Angela dopo che ai bambini è stata dato un nome: lui è Nathan (come il figlio perduto di Anglela), la bambina Malina, come la madre di Noah.

Nel caos che si è creato, la madre di Tommy dopo l’attentato torna a casa brevemente per una doccia, informandolo che gli eventi stanno iniziando e lui la informa che è pronto ad affrontare gli eventi…e lei gli augura buon compleanno chiamandolo Nathan.

Heroes Reborn - S01E06 (2)Così mentre Hiro è nel 1999, Noah decide di fermare a modo suo Erika, seguendola nell’ospedale dove ha dato giù qualche dichiarazione di condanna degli eventi, dicendo che dovrà esser fatta giustizia: il Noah del presente però lo vede e lo segue a sua volta intervenendo quando sta per far fuori sulla dirigente della Renautas…

COMMENTO

Sembrava che il pericolo di incasinamento per i viaggi nel tempo fosse scampato ed invece, pare che non sia così: resto però ottimista, dopotutto il paradosso temporale ci è andato bene in Doctor Who due settimane fa…

Confermata la mia ipotesi, scontata a dirla tutta, che Malina e Tommy fossero fratelli e che potessero essere dei Petrelli. Quello che non avevo pensato è che fossero 1) figli di Claire 2) provenienti dal futuro (un po’ come Cable negli X Men, solo che lui vien portato nel futuro): ora resta da scoprire chi sia il padre. Potrebbe essere West?

Il fatto che Angela sia tornata nel 1999 ci porta delle domande: dove e come ha vissuto quegli anni, soprattutto quelli degli eventi delle serie madre? Come sono finiti in posti separati i gemelli? La madre adottiva di Tommy/Nathan sa di averlo visto nascere? Questi eventi hanno influenza quelli della serie originale? Se sì, come e quanto?

Una domanda che trova risposta abbastanza facilmente è quella di come mai Tommy non sappia di essere Nathan: è intervenuto Caspar cancellando i ricordi, proprio per tenerlo al sicuro (e quindi la madre adottiva sa tutto anche le sue origini).

Abbiamo visto come mai Luke e Joanna fossero ad Odessa: erano alla ricerca di una cura per il figlio, la cui pelle è molto sensibile alla luce solare. Malattia o potere? Bella domanda, io propenderei per la seconda, visto che Luke può generare/plasmare il calore. Vediamo come andranno avanti su questa strada, soprattutto vediamo come entra nel mix Carlos, l’unico rimasto escluso questa settimana (e fin’ora il più inutile).

Gli ascolti magari non la premieranno questa miniserie, ma con l’irruzione di alcuni volti storici (la prossima settimana abbiamo Parkman come visto nei trailer) potrebbero alzarsi un pochino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...