#DoctorWho – The Girl Who Died (S09E05)

Il Dottore giunge in un villaggio vichingo i cui guerrieri vengono rapiti da una forza aliena. Riuscirà in poco tempo a trasformare pescatori e contadini in guerrieri per difendersi dalla minaccia?

Doctor Who

Dopo aver salvato Clara che fluttuava nello spazio alle prese con un Love Sprite che stava per ucciderla (troppo tempo nelle Spider Mines), il Dottore mette piede fuori dal TARDIS per pulirsi le scarpe e Clara lo segue per chiedergli spiegazioni: ad esempio non le ha mai spiegato le regole del viaggio nel tempo, delle conseguenze che comporta non seguirle. Insomma è sempre rimasto sul vago.

I due viaggiatori vengono dunque avvicinati da dei Vichinghi, con gran disappunto del Dottore che non è dell’umore giusto per incontrarli, che li invitano cortesemente a Doctor Who - S09E05 (2)seguirli. Dopo un cordiale rifiuto dato brandendo gli occhiali sonici come esempio di grande tecnologia che li sconfiggerà… accettano di andare con loro: gli occhiali infatti son stati presi e spezzati a metà.

Giunti in catene al villaggio, il Dottore dice a Clara che sa cosa fare e liberatori della catene usa uno yo-yo come esempio di magia e superiorità spacciandosi per Odino, per prendere il controllo della situazione. Appena finito di parlare, nel cielo si materializza un volto: quello di Odino, il quale annuncia agli abitati del piccolo villaggio che i loro guerrieri più forti avranno l’onore di raggiungerlo e banchettare nelle sale del Valhalla.

Si materializzano così dei guerrieri supercorazzati che tramite la tecnologia nei loro caschi selezionano i più forti: tra questi, Clara ed una ragazza del villaggio a cui è stata data metà degli occhi sonici. Tenendo in mano quel pezzo entrambe, diventano Doctor Who - S09E05 (3)una grande minaccia per gli invasori e vengono tutti teletrasportati a bordo di un’astronave: uno dei guerrieri avanza lungo il corridoio presente, mostrando che non c’è nulla da temere.

Pochi istanti dopo viene polverizzato.

La parete di fondo della stanza inizia a muoversi portando così i prigionieri verso un destino segnato: Clara e la ragazza però si salvano, si ritrovano al cospetto del finto Odino e del suo esercito.

Ovviamente Clara prende la parola e li mette davanti ai dati di fatto: non hanno ucciso loro perché hanno identificato una forma di tecnologia molto avanzata di una razza superiore, che li impaurisce nonostante le dichiarazioni di facciata. Inoltre indossa una tuta spaziale,  testimonianza che non di di quelle parti e ovviamente non può essere giunta lì da sola: il fatto che non le abbia uccise è perché avrebbe scatenato una guerra che non era venuto a combattere e non è sicuro di vincere.

“Odino”, durante il faccia a faccia beve da una fialetta quello che rivela essere un estratto dei guerrieri: adrenalina e testosterone, ecco a cosa puntano. Clara gli fa notare che può dire quello che vuole, ma alla fine è solo un ladro colto sul fatto e non Doctor Who - S09E05 (4)hanno intenzione di lottare. Insomma col potere della diplomazia evita il peggio.

Ma poi interviene la vichinga che riaccende il fuoco della guerra: ora il villaggio avrà 24 ore di tempo per preparare i guerrieri da schierare contro gli invasori.

Clara e la ragazza, il cui nome è Ashildr, vengono riportate al villaggio. Tra la gioia per il loro ritorno, il Dottore informa Clara su chi sia il nemico: un razza aliena, letali guerrieri nota come The Mire. La situazione è quindi pericolosa, ma è certo che Clara li abbia fatti desistere dall’attaccare: ci pensa Ashildr a dare la brutta notizia.

Il Dottore vede la situazione per quello che è: senza speranza. Se ne rendono conto anche i diretti interessati, ma sono comunque determinati a combattere, anche se il Dottore li invita a lasciare il villaggio e mettersi in salvo, sottolineando che anche i Doctor Who - S09E05 (5)bambini morirebbero, e per loro non esiste una morte onorevole come loro dicono.

E mentre lo sentiamo dire questo, sentiamo il pianto di un bambino in sottofondo, piante che il Dottore traduce per loro.

Mentre sta per lasciar il villaggio, Ashildr lo ferma e gli chiede aiuto dicendo che lui può aiutarli, di restare per prepararli alla battaglia: ma non vuole sentire ragione. Come dirà a Clara, che cerca di convincerlo, se lo aiutasse le conseguenze sarebbe molto pesanti: un piccolo villaggio che sconfigge una grande esercito alieno? La terra sarebbe in grave pericolo così. Insomma, meglio non rischiare: ma il sentire nuovamente il pianto di un bambino, che Clara gli chiede di tradurre, gli fa cambiare idea

L’addestramento è un disastro. Doctor Who - S09E05 (8)Tra chi si ferisce da solo, spingendo così all’uso di spade finte, e chi non regge alla vista del sangue…il villaggio viene quasi distrutto. Sì, è una situazione decisamente disperata ed il Dottore non sa che pesci prendere.

L’illuminazione arriva quando, dopo un mezzo cazziatone di Clara, il Dottore si imbatte in Ashildr vedendola esercitarsi a lottare contro un manichino. Lei le rivela che quando i guerrieri partono in battaglia lei inventa delle storie su quello che li attenderà, come per tenerli al sicuro. Ashildr gli dice anche il motivo per cui non vuole lasciare il villaggio: lei, che sa di esser strana, diversa dagli altri, lì si sente accettata e al sicuro.

Il Dottore sente di nuovo quel pianto e vede un uomo portare la bambina verso la rimessa: Ashildr gli spiega che in quel posto la bambina si tranquillizza. Ecco quello che serviva al Dottore per vincere: nella rimessa c’è “fuoco nell’acqua”, come diceva la bambina piangendo. Di cosa si tratta? Anguille elettriche.Doctor Who - S09E05 (6)

Con l’elettricità creata da loro il Dottore  mette a punto il piano che salverà il villaggio ed allontanerà per sempre The Mire.

Quando The Mire si presentano al villaggio, vengono accolti non da dei guerrieri come si aspetterebbero, ma trovano gli abitanti impegnati a banchettare e far festa, perché… beh, proprio perché non sono guerrieri.

Nel clima di festa, il piano del Dottore passa inosservato. Grazie al lavoro del fabbro, e all’elettricità delle anguille, sono state create delle maxicalamite che non solo disarmano gli invasori ma li privano del casco: uno di questi viene dato ad Ashildr che indossandolo proietta una storia da lei inventata.

Il risultato è che per loro quella storia è vera, vedono un grande serpente marino (in realtà una Drakkar) entrare nella sala e terrorizzati scappano: il tutto ripreso da un Doctor Who - S09E05 (9)cellulare. Un filmato che il Dottore usa come ricatto, dicendo che se non lasciano la terra, quel video potrebbe essere diffuso nell’universo, rovinando così la loro reputazione.

E così, arriva la grande vittoria, con il capo del gruppo che giura vendetta dicendo che si incontreranno ancora.

Una vittoria che presenta un costo però visto che Ashildr è ancora all’interno del casco: una volta rimosso, scoprono che è morta.

Deluso ed arrabbiato il Dottore si ritira nella rimessa e guardando il suo volto riflesso ricorda quello che  si domandava  nella prima avventura col nuovo viso: lo ha scelto come promemoria, si ricorda gli eventi di Pompei e che lui è il Dottore. E salva la gente.Doctor Who - S09E05 (7)

Corre così a prendere il casco alieno da cui recupera il kit medico che una volta riprogrammato per funzionare sugli umani viene usare sulla ragazza: pochi istanti dopo, Ashildr torna in vita.

Clara ed il Dottore lasciano così il villaggio, dopo aver dato un secondo kit alla ragazza, per tornare al Tardis. Prima di ripartire dice a Clara che quel kit la guarirà di continuo: le ha fatto perdere il dono della mortalità. Ed il secondo kit è per chi Ashildr deciderà esser degno.Doctor Who - S09E05

C’è però qualcosa che preoccupa il Dottore: aver creato un ibrido…

TRIVIA

ZZ Top: Ad uno dei vichinghi viene dato dal Dottore il nome del gruppo rock americano famoso per la folta barba.

100: Questa è la storia numero 100 sotto l’insegna BBC Wales.

Pompei: Il Dottore ricorda (e noi vediamo) gli eventi di Fires Of Pompei.

Diario: Il Dottore usa il diario di 2000 anni per ricordarsi alcuni eventi.

COMMENTO

Non è che volessi dirvelo ma… ve l’avevo detto che Donna c’entrava.

Iniziamo col sottolineare il grave errore di Moffat: in Scandinavia, non possono esserci anguille elettriche. Questo basterà agli suoi haters per metterlo al rogo. Noi invece mettiamo al rogo loro, perché degli autori ci interessiamo il giusto.

C’era molta attesa per questa (e la prossima) puntata. Aspettative alte, ben ripagate senza dubbio. Abbiamo avuto una riposta molto importante all’interno del mito della serie ovvero il volto. Spiegazione raffazzonata? No, assolutamente, è una spiegazione che all’interno delle regole del gioco ci sta tutta e regge benissimo.

C’è un tema ricorrente in queste prima puntate, o meglio un elemento: quello del serpente. Se per i cristiani è il simbolo del male, non è così per altre religioni. Pensiamo all’ Ouroboros, il serpente che si morde la coda, a rappresentare la ciclicità delle cose, l’immortalità, l’eterno ritorno, la perfezione… fate la vostra scelte, gente.

Interessante quanto il Dottore dice Ashildr, ovvero che lei lo rivedrà abbastanza quando capirà. Capirà cosa? Beh che è immortale, e quindi il Dottore ha capito chi è lei. Quanto a noi, beh non possiamo che attendere e fare congetture, considerando anche che ha un secondo kit per curarsi.

Ashildr è diventata così la seconda persona che il Dottore ha reso immortale: la prima? Su davvero non vi viene in mente? Jack Harkness, ovviamente: come lei doveva tornare in vita una sola volta, invece lo farà in eterno.

Non è la sola cosa interessante riguardo questa ragazza, perché anche il nome ci può dare qualche informazione. Pensate che sia un nome scelto a caso o inventato perché suonasse norreno? Probabilmente vi sbagliate, perché stando a quei furbacchioni di Radio Times… c’è qualcosa di nascosto: il nome è composto da due parole áss (Dio) e hildr (battaglia). Visti gli eventi della puntata, dire che è azzeccato.

C’è dell’altro però (e questo è verificato): Hildr è una delle Valchirie di Odino, la più famosa delle quali è Brunilde.

ADoctor Who - S09E05 (10) cosa servivano le valchirie? Dovevano scegliere i più eroici tra i morti in battaglia e accompagnarli nel Valhalla dove avrebbero formato l’esercito di Odino per il Ragnarok: evento che sembra accennato anche nell’incisione all’interno della sala. Guardate la foto qui accanto, per esempio.

A destra vediamo serpenti e draghi attorcigliati che rappresentano il Ragnarök sulla chiesa di Urnes, in Norvegia: decisamente molto similiti alle incisioni non trovate? E taccio sul mostro usato per camuffare il Drakkar, la tipica imbarcazione vichinga.

Quanto all’assembramento dell’esercito, beh… in un certo senso Ashildr l’ha fatto: è grazie a lei che il Dottore (che guarda caso si era spacciato per Odino) ha l’idea di come attaccare. E non è detto che non accada ancora: sappiamo che la vedremo nella prossima in un’altra veste.

Ed il secondo Kit che ha recuperato il Dottore? Sarà interessante vedere a chi sarà destinato? Vogliamo giocarci la carta Donna, che dite? Troppo da fan? Sì, effettivamente sì.

Il Dottore si pone dei problemi sull’aver creato un ibrido: eppure non è la prima volta che accade. Pensiamo al Dottore dato a Rose, ma anche per quel poco che lo abbiamo visto, il DoctorDonna. Ed ecco perché l’ipotesi di un suo ritorno non è tanto campata per aria.

Adesso la palla passa a voi ragazzi. Sotto con le teorie. Ad esempio, secondo voi tra quanto rivedremo The Mire?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...