#TheWalkingDead – First Time Again (S6E01) #AMC #TWD #TWDSeasonPremiere #TWDseason6Premiere

L’attesa è finita, ragazzi.. TWD IS BACK! L’attesa è stata lunga, ma da quello che ho visto in questo episodio direi che è stata discretamente ripagata.. Voi cosa ne pensate, invece?
Ma non perdiamo tempo, partiamo subito con la recensione. Non prima, però, di avervi invitati a seguire la nostra PAGINA FACEBOOK e a seguire la nostra affiliata (che ringraziamo per la rinnovata fiducia) The Walking Dead Italia.

the-walking-dead-first-71252_big

Un episodio molto al di fuori di ciò a cui ci eravamo abituati ultimamente: piccoli gruppi, walkers solitari o quasi.. Il gruppo più grande, finora, è stato rappresentato da Rick e soci. Questo episodio, invece, ha stravolto ogni canone preesistente regalandoci una scena ‘di massa’.. E che massa, ragazzi miei!

Scene belle, ben congegnate, un’alternanza massiccia di presente e passato (su cui forse era più opportuno mettere un appunto tramite sottotitolo.. Ho trascorso un bel po’ di tempo a chiedermi per quale ragione stessi vedendo in bianco e nero).. E Rick che ha concretizzato il suo intento iniziale: costringere la comunità di Alexandria a genuflettersi ai suoi piedi.

disapprove
I disapprove

Sì, abbiamo un Rick sicuramente più determinato, un leader autoproclamato che si pone come unica alternativa ad una morte certa.. Sto studiando ‘questo Rick’ da una stagione e mezza, soppesandone pregi e difetti.. Eppure, non mi convince ancora. Rilevo ancora tante lacune in lui, lo vedo come un leader instabile, che non sa trovare un equilibrio tra cervello e palle. Il classico tipo che: «Io non ascolto nessuno, perché nessuno ha qualcosa da insegnarmi. Io so già tutto», e non la ritengo una mentalità vincente se si tratta non di un solo individuo, bensì di un individuo da cui dipende la sopravvivenza di tanti altri individui. La stessa Deanna, legittimandolo ad uccidere, ha ufficialmente abdicato in suo favore.. E trovo che questa sia una cosa preoccupante, ma non ho ancora ben chiaro fino a che punto. Nemmeno Morgan, che al fianco di Rick ha questo strano ruolo di grillo parlante, riesce a sortire alcun effetto sul fanatismo che anima lo sceriffo Grimes.. E anche il karma favorisce Rick, facendo di fatto azzannare da un walker il suo unico vero oppositore: Carter. Insomma, sembra che vi sia un grande disegno cosmico per Rick.. Vedremo come andrà a finire!

Questo episodio è stato, come si suol dire ‘tanta roba’.. Ma per come la vedo io, non è stata tutta ‘roba buona’. Il contrasto tra passato e presente, ad esempio: il bianco e nero per i flashback è poco efficace, se non viene debitamente segnalato.. Come ho spiegato sopra, ho avuto alcune difficoltà a capire che si trattava di un’alternanza tra ‘prima’ e ‘adesso’.. Per non parlare di come abbia banalizzato ciò che ha portato al grande – mancato – esodo dei walkers.
L’aver cercato di rendere tutto ad alto tasso di adrenalina ed accattivante ha portato ad un eccesso, pur essendo andato a buon fine, ma l’alternanza di interesse e piattezza tra presente e passato ha penalizzato un po’ questa premiere. Il tutto era facilmente facilmente risolvibile: una prima parte di episodio sul ‘prima’ e uno sul ‘adesso’, e forse saremmo stati tutti contenti. Capiamoci: non sono una di quei dissennati che se non sente il fischio delle pallottole ogni due per tre o non vede 12 sbudellamenti al minuto non si ritiene appagata, ma mi piacciono le cose fatte bene..

Insomma, abbiamo un The Walking Dead sempre più Rick-centrico, sta divenendo sempre più uno stand alone che una vera e propria serie articolata su una serie di personaggi: Glenn sorvola sull’essere quasi stato ucciso, Sasha ritrova improvvisamente la voglia di vivere per portare a termine il suo piano, Daryl passa da badass a pifferaio magico che si porta a spasso i walkers.. Ma davvero tutto e tutti sono sacrificabili per far risaltare Rick? Nutro profondi dubbi su questo!

Ma a noi, e soprattutto a Rick, è sicuramente sfuggito qualcosa.. Non lo abbiamo visto, ma l’abbiamo sentito, e ora la domanda è una sola: chi ha suonato la sirena ad Alexandria, mandando di fatto a monte il piano di Grimes?

Tirando le somme, un episodio validissimo e un inizio di stagione di alta qualità che ai detrattori lascia ben poco da dire, se non per costante rodimento di culo.. Per una cosa che poteva essere gestita meglio (a maggior ragione perché TWD è pur sempre un franchising e non una di quelle serie di nicchia con un budget ristrettissimo) c’è una miriade di altre cose che è comunque stata gestita egregiamente e ha portato la serie su un altro livello, dove oramai la minaccia non è più solo un’eventualità ma una realtà presente e tangibile!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...