#DoctorWho – Before The Flood (S09E04)

Il Dottore è morto, lunga vita al Dottore. Oppure riuscirà il nostro eroe ad ingannare nuovamente Madame Morte?

Doctor Who

Scappati all’allagamento della base, il Dottore assieme a O’Donnell e Bennett si materializza col TARDIS nel 1980 trovandosi, a quanto pare, in Russia al cospetto dell’astronave che tanti problemi ha causato loro. O’Donnell è al settimo cielo per aver viaggiato nel TARDIS.

Saliti a bordo della stessa, scoprono che non è un mezzo di trasporto bensì un carro funebre, il corpo del defunto è a bordo, le batterie sono in funzione ma soprattutto non ci sono le scritte sulla parete. Poco dopo vengono raggiunti da Prentiss, dal pianeta Tivoli, il quale spiega loro dove si trovano e chi sia il morto.Doctor Who - S09E04 (2)

Si tratta del Re Pescatore, penultimo dominatore di Tivoli prima che gli Arcateenians sconfiggessero lui ed il suo esercito prendendo così il controllo del pianeta: come da loro tradizione, lo sconfitto deve esser sepolto in un posto selvaggio remoto e quindi ecco perché la presenza dell’astronave funebre.

I tre nel passato tornano al TARDIS per parlare con Clara, che sta cercando di non demoralizzare Lunn e Cass, così il Dottore scopre che è diventato un fantasma: Lei lo implora di cambiare gli eventi e di non morire, ma il Dottore sembra poco possibilista poi se lei sta vendendo il fantasma, vuol dire che già successo anche se le lascia un barlume di speranza.

Raccolte le informazioni su come sia il suo fantasma (che pronuncia parole differenti: una lista di nomi, quelli che i fantasmi uccideranno, tra cui Clara), ordina ai tre nella base di mettersi al riparo all’interno della gabbia di Faraday, mentre lui cercherà di fare chiarezza nel passato. Unico dettaglio che rende le cose difficili, il telefono non prenderebbe all’interno della gabbia: Clara dovrà quindi lasciarlo fuori e tenerlo d’occhio, pronta a scattare per rispondere in casa di nuovo contatto.

Prentiss scopre che il corpo del Re Pescatore non è più nel carro, anzi si è svegliato ed Doctor Who - S09E04 (3)ha lasciato sulla parete le famose scritte: poco dopo è morto per mano dell’ex dittatore di Tivoli. Quando i nostri viaggiatori lo scoprono si dirigono verso la chiesa dove è sanno essere la bara e si trovano a scappare dall’alieno: purtroppo O’Donnel  viene uccisa e diventa un fantasma nel futuro.

Bennett e il Dottore tornano al TARDIS per tornare alla base ma il tentativo di tornare nel futuro fallisce: si spostano di 30 minuti nel passato e così il trio si trova incastrato nel tempo. Bennett vorrebbe cambiare gli eventi avvisando Prentiss, ma soprattutto salvare O’Donnell: il Dottore però glielo impedisce categoricamente. Riusciamo a rivedere però alcuni eventi recenti da un’altra angolazione: insomma le cose vanno come dovrebbero andare?

A quanto pare, sì. Se nel futuro il fantasma di O’Donnell ruba il telefono portando alla decisione di “usare” Lunn per recuperarlo, essendo l’unico che non è stato attaccato dai fantasmi poiché non ha letto le scritte sul muro. Cass non è d’accordo, temendo per l’incolumità del collega, ma alla fine acconsente.

Doctor Who - S09E04 (4)Lunn nella sua caccia al cellulare arriva in sala mensa quando nell’officina la bara sta per aprirsi: ora sembrano condannati, lui resta chiuso nella stanza e verrà liberato solo in seguito da Cass e Clara, decisesi a trovarlo essendo in apprensione per lui (in particolare Cass).

Nel passato il Dottore (Bennett resta nel TARDIS con cui tornerà nel futuro) si scontra con il Re Pescatore, un faccia a faccia duro in cui questi lo riconosce come signore del tempo, e rivela il suo piano di conquistare la terra grazie ad un esercito di fantasmi che sta creando e che fungeranno da trasmittente per la sua gente. Purtroppo per lui, il Dottore ha alterato tutto: ha cambiato le scritte, fornendo così coordinate sbagliate e vanificando tutto.

Il Re Pescatore corre all’astronave scoprendo che il Dottore ha mentito: le scritte sono ancora lì, anche se manca un’altra cosa, ovvero una batteria che il dottore ha attivato e usa come bomba per far crollare la diga del villaggio.

Nel futuro, Clara, Lunn e Cass raggiungono la bara proprio mentre sta per aprirsi… e Doctor Who - S09E04 (5)da lì emerge il Dottore, mentre i fantasmi abbandonano l’equipaggio seguendo il richiamo del Re Pescatore venendo intrappolati nella gabbia di Faraday, dove si scopre che il fantasma del Dottore (da cui proveniva l’urlo) in realtà è un ologramma. Insomma, per la seconda volte vengono fregati dallo stesso trucco.

Dopo aver rimosso il ricordo di quelle parole dalla mente dei superstiti con l’aiuto degli occhiali sonici, il Dottore comunica che ha avvisato la U.N.I.T. la quale provvederà a rimuovere la gabbia di Faraday e così facendo i fantasmi, in realtà emissioni elettromagnetiche, svaniranno nel nulla.Doctor Who - S09E04 (6)

Bennett è affranto guardando il fantasma di O’Donnell e Clara lo conforta: lui si rivolge quindi a Lunn invitando a riferire a Cass che la ama (Lunn, non Bennett) e che, Bennett, vorrebbe che qualcuno avesse dato a lui il consiglio di dire le cose alla persona che si amano prima che sia tardi.

Lunn riferisce e Cass è per un attimo spiazzata, ma poi…

Tornati a bordo del TARDIS per tornare al loro solito viaggio, il Dottore spiega a Clara che aveva messo il suo nome nell’elenco dei “morti” che il suo Doctor Who - S09E04fantasma pronuncia per motivarsi a trovare una soluzione. E come faceva a sapere che avrebbe dovuto fare così? Beh, semplice: l’ha appena scoperto.

Insomma, un paradosso…

TRIVIA

La Sigla: La versione alternativa della sigla, con ampio uso della chitarra elettrica è stata suonata dallo stesso Capaldi (così come la 5° di Beethoven). L’attore da ragazzo era in un gruppo punk, il cui batterista era Craig Ferguson.

Magpies: L’amplificatore della chitarra è di marca Magpie, come il titolare del negozio in The Idiot’s Lantern

Passato: O’Donnell cita gli eventi di Saxon (Utopia/Sound Of Drums/Last Of The Time Lords) e dell’esplosione della luna (Kill The Moon). La ragazza dimostra di sapere anche di Amy, Martha e Rose.

Prentiss: A lui dobbiamo il riferimento a Star Wars della settimana. La frase sul suo biglietto da visita recita “May the remorse be with you.”

Bootstrap Paradox: Nel discorso introduttivo, il Dottore ci invita a cercare su Google questo termine, che è poi l’espediente narrativo usato nella doppia puntata. Terminata la puntata, c’è stato effettivamente un picco nelle ricerche al riguardo.

Arcateenians: Questa razza aliena è stata citata in Torchwood (Greeks Bearing Gifts) e in Sarah Janes Adventures (Invasion of the Bane).

Due Voci: Il Re Pescatore ha due doppiatori. Nei dialoghi è doppiato da Peter Serafinowicz (doppiatore anche di Darth Maul in Star Wars: Episode One e di Denarian Saal in Guardiani Della Galassia), mentre nella urla è doppiato da Corey Taylor, cantante degli Slipknot.

Il Re Pescatore: Si tratta di un personaggio del ciclo arturiano dove è l’ultimo discendente della stirpe dei Re del Graal, custodi della preziosa reliquia. Viene caratterizzato in modi anche molto diversi da diversi autori; in ogni caso, ha una menomazione alle gambe o ai genitali, e ha difficoltà a muoversi. La sua menomazione si ripercuote sul suo regno, che si è trasformato in un luogo deserto e devastato, “La terra desolata”

COMMENTO

Non è stata una buona puntata. L’ho trovata una brutta chiusura a quanto fatto la scorsa settimana, un po’ troppo ingarbugliata e l’uso del paradosso è sembrato quasi un salvataggio in corner.

Tuttavia, ci sono comunque aspetti positivi ed interessanti, come l’uso del personaggio di Cass. Poi dal punto di vista narrativo… beh ci sono alcune cose che fanno pensare.

Ad esempio come mai la città è usata come sito militare (perché non può essere altrimenti) prima dell’allagamento? La risposta forse ce l’ha data O’Donnell parlando del Ministro della Guerra? Possibile ma stando al suo discorso, questa figura arriverà dopo il 2049, l’anno in cui è ambientata Kill The Moon.

Prendiamo poi il Re Pescatore. Come è possibile che lo credessero morto? Possibile che abbiano preso una cantonata? O forse è stata una mossa compiuta deliberatamente per conquistare la Terra con l’inganno? Piccolo particolare/incongruenza: il Dottore dice che il Re Pescatore è morto da 150 anni: 1980 più 150 fa 2030, ma gli eventi del futuro sono nel 2119.

Risulta quindi ovvio che il Dottore, come al solito, mente. Su cosa menta, beh… la mia idea è che menta sull’uso della città come posto di addestramento dei militari (siamo dopotutto durante la Guerra Fredda). Da qui si può aprire qualunque scenario, anche che i manichini che vediamo in realtà siano Autons, come mi fa credere qualche inquadratura.

Curiosamente (o forse no?), il luogo è un’area desolata, abbandonata e selvaggia: esattamente come il regno della figura del ciclo arturiano.

Le prossime due puntata son quelle che hanno attirato più l’attenzione, vuoi per la presenza di Maisie Williams vuoi per i titolo: The Girl Who Died e The Woman Who Lived.

Chiudo con una considerazione su Moffat. Vediamo di finirla con l’odio verso di lui. guardate quanti riferimenti ha fatto alle storie passate in questa puntata solamente, riallacciandosi soprattutto al periodo di Davies: non esiste un autore, un produttore o un attore. Esiste il Dottore. Deal With It.doctor_who_glasses copy

Ah, a proposito degli occhiali, che tanto stan facendo discutere. Io sono per il mantenimento, ma forse è solo perché i Rayban sono un prodotto italiano, fatto in Italia, nella mia provincia (è un marchio Luxottica per chi non lo sapesse). Magari un giorno vedremo questo anche…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...