#FearTheWalkingDead – Cobalt (S1E05) #FTWD

Penultimo appuntamento con questa serie su cui, se devo essere onesta, ho poche idee ben definite.. Due, per la precisione: 1) non guarderò la seconda stagione se non per autolesionismo; 2) a guardare la serie con gli occhi di chi sa leggere tra le righe, inizio anch’io a convincermi che sia una serie abbastanza ‘fascio-repubblicana’.

fearthewalkingdead-canalplus

Ebbene.. Che dire? Da questo episodio emerge in modo sempre più netto che il pericolo non è solamente costituito dal virus, ma anche da quei poco simpatici ometti in divisa che hanno trasformato il quartiere in un vero e proprio ghetto.

La situazione, sintetizzando, è questa: l’esercito ha il compito di salvare i ricchi e i potenti, portandoli al sicuro e lasciando tutti i poracci a fare i conti con la sorte avversa di un virus che, come sappiamo, non lascia scampo alcuno. Il virus, ovviamente, non è a diffusione immediata e collettiva, colpisce poco a poco.. E questo garantisce molta noia: non soltanto a noi che seguiamo la serie, ma anche ad alcuni protagonisti della serie.

Diciamoci le cose come stanno: la serie, in sé e per sé, potrebbe anche funzionare volendo.. La grande pecca, se così possiamo chiamarla, sta nei nostri occhi. Se non avessimo già visto cinque stagioni di The Walking Dead [vi ricordo che tra poco TWD ritorna, e come sempre lo recensirò quindi non abbandonatemi!] come serie potrebbe anche piacere e risultare accattivante.. Invece, decidendo di trasmetter un prequel con personaggi totalmente sconosciuti agli occhi degli spettatori, c’è ben poco di accattivante o capace di inchiodare lo spettatore allo schermo. Se invece di questi personaggi sconosciuti avessimo avuto, che so.. La vita di Rick Grimes prima del diffondersi del virus, o quella dei fratelli Dixon, sarebbe stata tutta un’altra storia e noi stessi ci approcceremmo alla serie in modo diverso. Per quanto visto e rivisto, un volto famigliare cambia completamente le carte in tavola.

In tutto questo episodio ho trovato un solo particolare che mi ha fatto drizzare le antenne.. Particolare di poco conto, inoltre [quindi vi lascio immaginare quanto io sia felice del fatto che il prossimo episodio rappresenti il season finale]: una dei protagonisti si chiama Griselda.. Nome che, se ricordate, Lizzie aveva dato alla sua ‘amichetta’ walker poco prima di schiattare. Non vi sembra un brutto, bruttissimo segnale di infinita noia? A me, sì.

Fear-the-Walking-Dead-Cobalt-645x370

In tutto ciò, Los Angeles è sempre più spaccata: il quartiere nel quale sono stati ghettizzati i cittadini sani, l’ospedale – per convenzione chiamiamolo così – in cui i malati vengono curati, e una sorta di mattatoio in cui vengono tenuti i walkers. L’immagine secondo me più triste è stata quella che vedeva Travis insieme ai membri dell’esercito che, per sconfiggere la noia, è stato armato di tutto punto per tirare ai walkers. Triste nella sua verità: l’uomo americano medio, quando è annoiato, imbraccia il fucile e spara [una piccola polemica sulle ‘armi facili’? Sì].. E’ stata triste perché secondo me è stata l’unico e vero sentore di ciò che avverrà in futuro, quando anche l’uomo più mansueto non potrà dire «Non me la sento», perché ne andrà della sua sopravvivenza.

Per il resto spero non me ne vogliate se ho molto, molto, molto poco da dire.. Ho già abbondantemente detto quello che penso, e ogni scena che viene proposta mi porta sempre di più a vedere la noia che, a questo punto, non ha più ragione di essere. Dunque, è mio auspicio che non me ne vogliate se vi dico che, con mio enorme sollievo, ci sentiamo la settimana prossima per il season finale.. E poi, finalmente, si torna a fare sul serio con The Walking Dead!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...