Speciale #StarWars: Jedi E Sith

Terzo appuntamento con l’Universo (e mai termine è più adatto) di Star Wars. Dopo aver parlato dei pianeti, è il momento di chi ci lotta, iniziamo con i Jedi.

Star Wars Special

Non c’è emozione; c’è pace.
Non c’è ignoranza; c’è conoscenza.
Non c’è inquietudine; c’è serenità.
Non c’è morte; c’è la Forza.
(Codice Jedi)

Jedi

Un’organizzazione monastica e spirituale in difesa della pace e della giustizia della Repubblica Galattica. Per le loro eroiche imprese, i Cavalieri Jedi sono conosciuti e rispettati in tutta la galassia, ma sono noti anche come scienziati, maghi, guerrieri e filosofi.

La Gerarchia

Youngling (Iniziato Jedi): è un titolo non ufficiale che si riferisce a bambini sensibili alla Forza che affrontano i passi iniziali dell’addestramento Jedi: vengono prelevati dalle famiglie da giovani e assegnati a un Cavaliere Jedi. Se uno non viene scelto da un Cavaliere Jedi come Padawan entro 13 anni di età, viene assegnato ad un altro ruolo dei servizi Jedi che può essere agricolturale, medico o informativo.

Yoda Kids

Padawan Jedi:  è il titolo di base dell’apprendista che inizia ad addestrarsi specificatamente sotto la tutela di un Cavaliere o di un Maestro. Generalmente, il ragazzo deve portare una treccia di capelli che ricade sulla spalla destra, che simboleggia il suo grado, e che viene tagliata durante la cerimonia di promozione di grado, indicando che l’allievo ha imparato tutto ciò che serve sulla Forza, e che può infine addestrare un Padawan a sua volta. Il Padawan ha il compito di costruire la propria spada laser, basandosi sul modello di quella del suo insegnante, in segno di fiducia e di rispetto.

Per diventare cavaliere, un padawan deve superare una serie di prove: una prova di destrezza, una prova della carne, una prova di coraggio e una prova dello spirito.

Quest’ultima è la prova più difficile, chiamata anche “guardarsi allo specchio”, perché consiste nel guardare dentro di sé, e spesso comporta affrontare il Lato Oscuro della Forza. Molti jedi superano queste prove sul campo, come Obi-Wan Kenobi, Anakin Skywalker o Luke Skywalker, e vengono quindi promossi cavalieri senza ulteriori prove.

luke skywalker

Cavaliere Jedi: è un titolo dell’ordine che è compreso tra Padawan e Maestro Jedi. Siccome Cavaliere Jedi è il rango maggiormente presente nell’ordine, ogni Jedi viene chiamato Cavaliere. Dopo che un Padawan ha passato abbastanza tempo imparando dal suo Maestro, icomincia la prova per passare al grado di Cavaliere e durante la cerimonia di passaggio di grado viene tagliata la coda di capelli con una spada laser. Solo il Consiglio Jedi può decidere se convalidare il passaggio di grado, anche se in rari casi il Maestro insegnante può promuovere senza l’approvazione del Consiglio.

Al momento di diventare cavaliere, il Jedi viene fatto entrare dal proprio maestro in una sala completamente buia. All’interno sono presenti i membri del consiglio Jedi, che accendono le loro spade laser, che costituiscono l’unica fonte di illuminazione della sala. Il gran maestro ordina al padawan di farsi avanti, questi gli si avvicina e si inginocchia, tutti i membri del consiglio e il maestro del padawan puntano la propria spada verso di lui. A questo punto il gran maestro avvicina la propria lama prima ad una e poi all’altra spalla del ragazzo, pronunciando la formula:

Per diritto del consiglio, per volere della forza, io ti nomino Cavaliere Jedi della Repubblica

Detto questo taglia con la propria spada la treccia di capelli del Jedi.

Mace Windu

Maestro Jedi: il maggior rango che un Jedi può ottenere e generalmente (ma non sempre) un requisito per entrare a far parte del Consiglio Jedi, che è l’interfaccia di scambio tra Jedi e Repubblica. Il titolo è riservato a coloro che mostrano devozione, abilità e comprensione della Forza ed è generalmente acquisito da Cavalieri che promuovono con successo uno o più Padawan a Cavaliere, ma può essere assegnato anche per meriti straordinari o per servizi eccelsi.

Le Specializzazioni

Come detto, l’organizzazione dei Jedi copre tutte le aree della vita di una comunità, dal militare alla cultura.

Esercito

Comandante Jedi: un Padawan acquisiva il titolo di Comandante nel Grand’Esercito della Repubblica; il Comandante Jedi restava al servizio di un Generale Jedi fino a che non diventava Cavaliere venend così chiamato Generale.

Generale Jedi: un Cavaliere Jedi che era al comando di parte dell’esercito della Repubblica. Era un Generale a tutti gli effetti.

Obi Wan Kenobi

Generale Anziano Jedi: un Maestro Jedi non fecente parte del Consiglio acquisiva il titolo di Generale Maggiore nelle Guerre dei Cloni. Il Generale Maggiore aveva notevole esperienza sia pratica che tattica.

Alto Generale Jedi: un membro dell’Alto Consiglio Jedi acquisiva il titolo di Alto Generale durante le Guerre dei Cloni. L’Alto Generale non solo comandava un’unità da combatimento, ma supervisionava l’operato degli altri ufficiali Jedi.

Signore Jedi: un Jedi che era un Comandante dell’Esercito della Luce durante le Nuove Guerre Sith. Questo grado venne abolito dopo la guerra.

Inoltre vi erano numerosi ranghi basati sulla specializzazione individuale nelle aree militari e di combattimento.

Guerriero della Forza: un Jedi specializzato nei combattimento disarmato, usando le arti marziali e la Forza.

Asso Jedi: un Jedi specializzato nel combattimento sui caccia stellari, che combinava abilità da pilota e uso della Forza.

Maestro della Porta Jedi: un Jedi di guardia all’ingresso principale del Tempio. Solitamente, oltre a quello normale, queste persone seguivano un addestramento specializzato.

Guardiano Jedi: un Maestro Jedi particolarmente abile nella battaglia. I Guardiani si concentravano soprattutto sulle arti marziali e sul combattimento in generale, senza perdere la connessione con la diplomazia e la filosofia della Forza.

Console Jedi: un Maestro particolarmente abile nell’uso della Forza. I Consoli si concentravano, similmente ai Guerrieri della Forza, principalmente alla diplomazia e alla filosofia della Forza.

Sentinella Jedi: la via di mezzo tra il Guardiano e il Console, le Sentinelle bilanciavano le abilità in combattimento con l’uso della Forza.

Maestro d’Armi Jedi: un Maestro focalizzato sulla battaglia. Il Maestro d’Armi erano i migliori combattenti corpo a corpo e nell’uso delle armi dell’Ordine.

Osservatore Jedi: equivalente alla Sentinella Jedi, l’Osservatore investigava sui misteri della galassia e combatteva le ingiustizie in particolari zone (pianeti o sistemi) a lui assegnate.

Cecchino Jedi: i Cecchini Jedi difendevano il Tempio ed erano specializzati negli attcchi a distanza.

Bruto Jedi: i Bruti Jedi difendevano il Tempio usando una spada laser a doppia lama.

Cura

Guaritore Jedi: alcuni Jedi potevano focalizzare i loro sforzi sugli aspetti più umanitari della Forza, vale a dire sull’aura di altri esseri. Oltre alla conoscenza degli altri poteri della Forza, i Guaritori avevano una grande esperienza in medicina e nelle tecnologie ad essa connesse. I Guaritori Jedi stavano la maggior parte del tempo nell’Infermeria del Corpo Medico Jedi, ma intervenivano anche sul campo durante le battaglie.

Cultura

Alcuni Jedi si specializzavano nella sapienza, nella conoscenza, come la storia della Galassia, della Forza o dell’Ordine, producendo e conservando quantità invalutabili di scienze e nozioni.

Archeologo Jedi: un Jedi specializzato nel raccogliere testimonianze storiche tramite ricerche archeologiche. Gli Archeologi facevano parte del Corpo d’Esplorazione Jedi e venivano inviati in missioni di vario genere.

Storico Jedi: un Jedi specializzato nella cronologia e nella storia della Galassia e dell’Ordine Jedi. Gli Storici, virtualmente, conoscevano ogni particolare sul passato dell’Ordine.

Jocasta Nu

Archivista Jedi: un Jedi specializzato nell’amministrazione del vastissimo database degli Archivi (come gli antichi Grandi Archivi Jedi, gli archivi dell’Enclave Jedi di Dantooine o gli Archivi Jedi su Coruscant).

Geologo Jedi: un Jedi specializzato in geologia.

Relazioni e diplomazia

Buoni rapporti con i Wookiee io ho. (Yoda)

I Jedi venivano spesso chiamati come diplomatici imparziali, probabilmente per la tradizione di distacco da ogni parte politica dell’Ordine. Fungevano da moderatori e negoziatori nelle dispute, e il loro giudizio era da tutti riconosciuto come giusto. Quando agivano in questo modo, i Jedi si impegnavano ad essere imparziali ed equi. Questo luogo comune fu sfatato ufficialmente durante la Grande Purga Jedi, quando Palpatine li accusò di corruzione.

Esistevano tre categorie principali di Jedi dediti alla diplomazia (prima della Grande Purga):

Sentinella Jedi: un Jedi che costituiva una via di mezzo tra i Guardiani e i Consoli Jedi. Questi Jedi indagavano, portando alla luce inganni e ingiustizie. Venivano generalmente impiegati per missioni d’esplorazione ed erano esperti in sicurezza, tecnologia, furtività, medicina e diplomazia. Il titolo risaliva alla Guerra Civile Jedi (quindi era molto antico quando vide la sua definitiva eliminazione nella Grande Purga).

Osservatore Jedi: gli Osservatori erano incaricati di vigilare su un particlare sistema o settore, dove servivano come tramite fra l’amministrazione locale e la Repubblica o il Consiglio Jedi. Gli Osservatori erano sempre molto esperti riguardo alla cultura e alle tradizioni del luogo loro assegnato; spesso, gli Osservatori erano addirittura originari di tale luogo.

Consulente Jedi: i Consulenti erano aiutanti dei Senatori della Repubblica.

Lotta al crimine e investigazione

Vi dichiaro in arresto, mio signore. (Mace Windu)

L’Ordine fu sempre in prima linea nella lotta contro il crimine per fer fede al loro ruolo di guardiani della pace nella Galassia e nella Repubblica. Non erano una vera e propria polizia, ma vi furono gruppi di Jedi specializzati in indagini, investigazione e prevenzione dal crimine.

Investigatore Jedi:  un Jedi nominato dal Consiglio per indagare su organizzazioni criminali, corruzione, cospirazioni. Gli Investigatori lavorvano da soli e sotto copertura, per infiltrarsi negli ambienti criminali e per investigare liberamente.

Sentinella Jedi: questo tipo di Jedi, come gli Investigatori e le Ombre, investigava e ostacolava la criminalità e il lato oscuro. Inoltre, essi avevano conoscenze riguardanti altri campi.
Ombra Jedi: un Jedi specializzato nelle indagini e nella lotta contro il lato oscuro. Essi si infiltravano tra gli adepti del lato oscuro, ostacolando e consegnando alla giustizia interi gruppi o sette oscure.

Istruzione

Oltre al normale addestramento del proprio Padawan, alcuni Jedi si specializzavano negli aspetti didattici della Forza, e nell’insegnare le abilità e le caratteristiche di combattimento Jedi.

Istruttore Jedi: un Jedi responsabile dell’addestramento generale di Iniziati, Padawan e, talvolta, Jedi ancor più vecchi. A volte i membri del Consiglio, che si trovavano spesso al Tempio, dove iniziava l’addestramento di tutti i Jedi, avevano anche un ruolo da Istruttore. Comunque, si trovavano Istruttori anche nei Praxeum Jedi o nelle Accademie.

Maestro di Battaglia Jedi: un Jedi molto abile nel combattimento con la spada laser. Il Maestro di Battaglia era il responsabile dell’addestramento nel combattimento con la spada dei Praxeum Jedi, del Tempio o di un’Accademia.

Allenatore Jedi: uno studente o un Cavaliere che insegnava ed allenava i Padawan su alcuni aspetti della Forza.

La profezia del Prescelto

Il Prescelto

… arriverà un Jedi che distruggerà i Sith e porterà equilibrio nella Forza.
(Il Grande Holocron)

La profezia del Prescelto era un’antica leggenda Jedi che prediceva la venuta di un essere che avrebbe portato “equilibio nella Forza”. La profezia, come venne interpretata da Qui-Gon Jinn e altri Jedi, si riferiva a colui che avebbe distrutto i Sith. Qui-Gon credeva che il giovane Anakin Skywalker fosse quella persona, vista l’eccezionale presenza di midi-chlorian nel sangue del ragazzo e dalla sua nascita probabilmnte causata dalla Forza.

Tu eri il Prescelto! Era scritto che distruggessi i Sith, non che ti unissi a loro! Dovevi portare equilibrio nella Forza, non lasciarla nelle tenebre! (Obi-Wan Kenobi)

Sembrava, però, che Anakin non fosse l’eletto, in quanto cadde al Lato oscuro e, ormai divenuto Darth Vader, fu il principale responsabile della distruzione dell’Ordine. Tuttavia, nel 4 ABY, si sacrificò contro l’Imperatore Palpatine per salvare suo figlio Luke, provando la veridicità della teoria di Qui-Gon.

qui gon jinn

Nel fandom di Star Wars ci sono state varie interpretazioni sulla profezia, tuttavia è fuor di dubbio secondo il creatore della saga, George Lucas, che Anakin sia il prescelto.

Tra i contenuti speciali del dvd “La vendetta dei sith” vi è infatti il documentario “The Chosen One” che parla proprio di lui.

In un momento di disperazione la Forza manderà un salvatore.
E sarà chiamato il Figlio dei due Soli.
(Cronache dei Whil)

Dopo aver illustrato in cosa consiste l’ordine Jedi è tempo di parlare della fazione opposto, il lato oscuro.

Ecco a voi, i Sith.

La pace è una menzogna, vi è solo passione.
Attraverso la passione, acquisto forza.
Attraverso la forza, guadagno potere.
Attraverso il potere, guadagno la vittoria.
Attraverso la vittoria, spezzo le mie catene.
La Forza mi libererà.
(Codice Sith)

Sith

L’Ordine era un’organizzazione religiosa ed i suoi gran maestri erano anche i dominatori dell’Impero Sith.

I Sith credevano che il conflitto fosse l’unico strumento possibile di verifica delle abilità personali e, pertanto, ne sottolineavano l’importanza: le battaglie, individuali o su larga scala, rinforzavano non solo i singoli, ma anche intere civiltà, portandole infine ad un’evoluzione che eliminava qualsiasi possibilità di declino o stagnazione.

I forti erano quindi investiti della facoltà di dominare i deboli senza alcun freno morale: i principi dell’etica comune erano considerati alla stregua di pericolose minacce, ostacoli al cammino verso il raggiungimento del potere assoluto.

Nelle Accademie Sith, gli studenti erano incoraggiati a continue sfide per ottenere prestigio: durante la Guerra Civile Jedi, gli apprendisti di Korriban erano sottoposti ad una serie di prove per poter essere inseriti nei ranghi dell’Impero Sith di Darth Malak. La rivalità estrema tra studenti era quindi il motore fondamentale dell’insegnamento e della progressione della abilità Sith.

Se cerchi di soccorrere ogni individuo che soffre nella galassia, non farai altro che indebolire te stessa…e indebolire loro a sua volta. E’ la lotta interna alla sopravvivenza… Coloro che combattono e vincono contando unicamente sulle loro forze, avranno le ricompense maggiori… Se vuoi prenderti cura degli altri, allora fallo con pietà e sacrificio e riconosci l’importanza di fargli combattere da soli le loro battaglie. (Darth Traya)

L’Ordine aveva un’accademia su Korriban non lontana dall’ingresso alla necropoli dei Signori Oscuri ed era frequente che apprendisti e maestri si addentrassero tra le tombe alla ricerca di nozioni, armi e manufatti che accrescessero il loro potere personale e li aiutassero a raggiungere le posizioni di maggior prestigio all’interno dell’Ordine stesso. Korriban venne usato come fonte di conoscenza e le sue tombe esplorate e depredate fino ai tempi di Darth Sidious.

Nell’ordine, oltre all’adepto ed apprendista, i massimi gradi raggiungibili furono il Signore dei Sith ed il Signore Oscuro dei Sith, corrispondenti al grado di Maestro e Gran Maestro presso i Jedi.

La Gerarchia

Sith hanno una precisa distinzione in classi, esattamente come i Jedi ed in base alle attitudini si possono distinguere tre diverse classi di prestigio.

Predatore Sith: si specializza nel combattimento con spada laser e generalmente trae soddisfazione dal dolore che infligge.
Assassino Sith: si specializza in abilità quali la furtività, per colpire di nascosto anche con armi diverse dalla spada laser ed impara col tempo a sviluppare la fame della forza, una pratica che impone di cibarsi della forza spogliandola dalla vita stessa.
Signore dei Sith: si specializza nella conoscenza della Forza, per manipolarla e corrompere gli animi di chi gli sta intorno. Generalmente non usa molto le armi, ma preferisce circondarsi di servitori e sovente è un capo dell’ordine Sith.

Vi sono diversi gradi nella gerarchia Sith:

Seguace: titolo più basso riservato a coloro che percepiscono la Forza
Accolito: titolo dato a chi ha iniziato a percorrere la via oscura della Forza
Guerriero: titolo riferito ai combattenti e agli esecutori di operazioni di vario tipo
Signore Sith: titolo riferito ai comandanti dell’ordine Sith spesso riuniti in un consiglio
Signore Oscuro dei Sith: il massimo grado che spetta al Sith più potente nella Forza e che detiene la massima conoscenza delle arti oscure. Un tempo era previsto che vi fossero due Signori Oscuri in carica, una situazione che facilitava le lotte intestine all’Ordine.

Questa è la Regola dei Due: un maestro e un apprendista. Quando sarai pronta a reclamare il mantello di Signore Oscuro per te, dovrai farlo eliminandomi.” (Darth Bane a Darth Zannah)

La Regola dei Due fu creata da Darth Bane, il quale era convinto che i Sith si fossero indeboliti a causa di un’eccessiva presenza di nuovi accoliti all’interno dei loro ranghi e che, di conseguenza, la vera natura del lato oscuro li avesse infine abbandonati. Dopo aver studiato l’holocron di Darth Revan, Bane decise che la distruzione della Confraternita e la ricostituzione dei Sith come ordine segreto fatto di due singoli individui, un maestro e il suo apprendista. Bane credeva che questa filosofia avrebbe risolto i conflitti interni che da tempo laceravano l’Ordine Sith.

L’accesso al lato oscuro veniva così ristretto a due sole persone, anzichè a legioni di soldati: una volta che l’apprendista avesse acquisito abbastanza conoscenza da aspirare al mantello di Signore Oscuro, avrebbe ucciso il suo Maestro e preso a sua volta un altro allievo, in modo da assicurare una ferma e totale continuità nella trasmissione della forza e del culto. La Regola dei Due, quindi, abbracciava l’idea della legge del più forte.

Ancora una volta i Sith saranno i padroni della Galassia, e sarà sempre pace. (Darth Sidious)

Quando Palpatine si proclamò Imperatore, i Sith si trovarono a controllare la galassia per la prima volta, secondo un punto di vista politico: grazie alla enorme autorità raggiunta, il nuovo governo necessitò di funzionari e seguaci anche non specificatamente devoti al lato oscuro.

Anche se non erano Sith nel senso stretto del termine, questi individui vennero soprannominati Adepti del Lato Oscuro: molti personaggi sensibili alla Forza servirono l’Imperatore e il suo regno in qualità di agenti, spie, ufficiali militari

Darth Sidious operò uno ‘strappo’ alla Regola dei Due per tutto il tempo del suo regno: dopo avere addestrato Darth Maul, infatti, addestrò anche Darth Tyranus il quale, a sua volta, istruì nelle vie del lato oscuro un piccolo gruppo di Jedi Oscuri da impiegare nelle Guerre dei Cloni. Dopo la morte di Tyranus, Sidious prese come apprendista Darth Vader ed entrambi, durante il periodo aureo dell’Impero Galattico, addestrarono una miriade di Jedi Oscuri.

I JediI Principali Jedi

Qui-Gon Jinn: saggio e potente Maestro Jedi, mentore di Obi-Wan Kenobi. Diversamente altri Jedi più conservatori, è dell’idea che che vivere il momento sia il modo migliore per abbracciare la Forza. Molto rispettato da alcuni Jedi e guardato con preplessità se non sconcerto per le sue credenze non ortodosse da altri, non fa parte del Consiglio dei Jedi, pur essendo tra i Jedi più potenti. Crede fermamente che ci sia del buono in tutte le persone e che nulla accada senza una ragione.

Obi-Wan Kenobi: Padawan di Qui-Gon Jinn, divenne il maestro dei due Jedi probabilmente più significativi nella storia dell’Ordine: Anakin Skywalker (durante l’ultimo periodo di vita della Vecchia Repubblica) e il figlio di quest’ultimo Luke Skywalker (durante l’era dell’Impero e durante la Guerra Civile Galattica). Fu il primo Jedi dell’Ordine di Yoda a sconfiggere un Sith, Darth Maul, quando era ancora un apprendista Padawan, e uno dei pochi membri del Consiglio Jedi a sopravvivere alla Grande Purga Jedi ordinata da Darth Sidious.

Obi-Wan Kenobi è l’unico Jedi (oltre al maestro Yoda) il cui corpo fisico scompare nel nulla in punto di morte. Obi-Wan Kenobi usava un secondo nome (Ben Kenobi, oppure soltanto Ben) quando affrontava missioni sotto copertura durante le Guerre dei Cloni: lo fece per la prima volta quando finse di morire e prese le sembianze del suo stesso assassino, Rako Hardeen, per ingannare i cacciatori di taglie Moralo Eval e Cad Bane, per usarlo successivamente subito dopo la Grande Purga Jedi, quando si nascose stabilendosi su Tatooine.

Anakin Skywalker: leggendario Cavaliere Jedi, servì la Repubblica Galattica nei suoi ultimi anni, ed infine divenne il Signore dei Sith Darth Vader. Passò i suoi primi anni di vita su Tatooine come schiavo assieme a sua madre. Nel 32 BBY, Skywalker incontrò il Maestro Jedi Qui-Gon Jinn il quale Dopo aver ottenuto la sua libertà, lo portò via dal pianeta natio. Anakin combatté nelle Guerre dei Cloni al fianco del suo Maestro e divenne un Cavaliere Jedi nel 20 BBY, prendendo poco dopo Ahsoka Tano come sua apprendista e corso del conflitto, Skywalker divenne un’icona, conosciuto come “L’Eroe senza paura”.

Nonostante questo, portava con sé un grande senso di perdita ed una collera sempre crescente. La sua incapacità di controllare questi aspetti del suo carattere lo portò inevitabilmente alla caduta quando passò al lato oscuro divenendo apprendista di Darth Sidious, meglio noto come il suo amico Cancelliere Palpatine, fu rinominato Darth Vader.

Luke Skywalker: Da semplice ed umile coltivatore, diventò il più grande eroe che la galassia avesse mai conosciuto. Leggendario combattente e Maestro Jedi, Luke ricoprì un ruolo fondamentale nella sconfitta dell’Impero Galattico e nella fondazione della Nuova Repubblica e del Nuovo Ordine Jedi. Figlio di Anakin Skywalker e della Regina di Naboo Padmé Amidala, crebbe sul pianeta Tatooine ma la sua esistenza fu nascosta all’Imperatore Palpatine e a suo padre, diventato ormai Signore Oscuro dei Sith con il nome di Darth Vader.

Nel 0 BBY la vita di Luke cambiò per sempre con l’acquisto di due droidi, R2-D2 e C-3PO, che lo portò verso il compimento del suo destino: incontrò Han Solo, la Principessa Leia Organa e ricevette i primi insegnamenti Jedi da parte di Obi-Wan Kenobi. Più tardi distrusse la Morte Nera e si unì all’Alleanza Ribelle e nel giro di pochi anni, Luke partecipò ad alcune delle più importanti battaglie della Guerra Civile Galattica. Nel 3 ABY, venne istruito nelle vie della Forza da Yoda e apprese la vera identità di suo padre ed un anno più tardi, prese parte alla Battaglia di Endor, riportando Darth Vader sul sentiero della luce. Nel 11 ABY fondò il Nuovo Ordine Jedi.

Mace Windu: Originario del pianeta Haruun Kal, fu uno dei primi membri del Consiglio dei Jedi a cadere vittima della Grande Purga Jedi. La sua abilità e saggezza erano leggendarie, così come il peso delle sue parole. Ampiamente considerato uno dei più grandi Jedi di tutti i tempi, creò il Vaapad, la settima forma di combattimento con spada laser che solo lui padroneggiò senza cedere al Lato Oscuro.

Servì l’Ordine Jedi per tutta la vita, insegnando a numerosi Jedi fra cui Depa Billaba e Echuu Shen-Jon. Uomo di vasta cultura come le sue conoscenze in filosofia Jedi e in storia dimostrano, era a conoscenza della profezia riguardante il Prescelto (che si rivelerà infine essere Anakin Skywalker), ovvero colui che avrebbe portato equilibrio nella Forza.

Nel momento in cui il Maestro Jedi Qui-Gon Jinn mostra all’Alto Consiglio Jedi il piccolo Anakin Skywalker, Windu si comporta in maniera particolarmente restia: alla fine accetta che il bambino si sottoponga ai test, ma nei dieci anni che seguono monitora attentamente i suoi progressi affinché dimostrino che fosse veramente lui il Prescelto.

Yoda: Addestrato nell’uso della Forza dal maestro N’Kata Del Gormo, Yoda divenne col tempo il Gran Maestro del Consiglio Jedi e probabilmente il più potente Cavaliere dell’Ordine insieme a Mace Windu, fino all’arrivo di Anakin. Grazie alla sua profonda saggezza ed enorme conoscenza della Forza, aveva in più di 800 anni di storia dell’Ordine addestrato tutti i giovani Iniziati Jedi del Tempio prima che essi venissero affidati ad un Cavaliere o a un Maestro. L’unico Jedi che non seguì questo percorso sotto la sua tutela è stato Anakin Skywalker (che è stato direttamente preso come padawan da Obi-Wan Kenobi) e questo può essere stato un punto decisivo sul passaggio al Lato Oscuro del ragazzo.

Il più importante allievo di Yoda fu molto probabilmente Luke Skywalker, figlio di Anakin, che fece da collegamento tra il vecchio e il nuovo Ordine dei Jedi. Altri allievi importanti di Yoda (presi sotto diretta tutela come Padawan) erano stati il conte Dooku e Mace Windu.

I SIthI Principali Sith

Darth Plagueis: Ossessionato dalla vita eterna, Plagueis sperimentò diverse vie per ingannare la morte e creare la vita grazie ai midi-chlorian. Assunse un ruolo fondamentale negli eventi galattici, iniziando Palpatine alle vie dei Sith e del lato oscuro della Forza per prendere il controllo della galassia e creare un’era dei Sith.

Le lezioni di Plagueis avevano come scopo far affrontare le proprie paure all’apprendista, farlo distaccare dalle cose amate e la negazione di qualunque piacere ed insegnò all’allievo che emozioni quali odio e invidia, necessarie per controllare il Lato Oscuro, erano solamente una via alternativa all’etica comune per raggiungere un obiettivo superiore. Plagueis addestrò Sidious a dare un significato preciso all’incremento del proprio potere: il controllo della galassia.

Darth Sidious: senatore di Naboo, in seguito alla sfiducia data al Cancelliere Finis Valorum, viene eletto Cancelliere Supremo della Repubblica e tale rimane fino alle Guerre dei Cloni, quando, dopo una serie di astute mosse che portano all’annientamento dell’Ordine dei Jedi, proclama la nascita dell’Impero, ponendosi a capo di esso come Imperatore Galattico. Per poter ottenere il controllo della Galassia prende tre allievi: Darth Maul, il conte Dooku (Darth Tyranus) e Anakin Skywalker (Darth Fener).

Considerato da molti come un salvatore di civiltà e da molti altri come un mostro responsabile dei peggiori crimini contro la civiltà stessa per questa ragione, è difficile (se non impossibile) immaginare quando Palpatine possa essere stato giovane o innocente; tali misteri fecero nascere una leggenda che ha fatto sorgere molte controversie.

Si sa che Darth Plagueis, sotto falso nome, arrivò su Naboo, spinto da alcune visioni, e conobbe durante alcuni affari un giovane ragazzo, dai capelli corvini e dal naso aquilino: Sheev Palpatine. Riconoscendo in lui un grande potenziale nella Forza, Plagueis parlò a lungo con il ragazzo, fino ad instaurare un certo legame di amicizia; Sheev trovò in Plaugeis quella fiducia e affinità che mancava con il padre, il quale, venuto a conoscenza dell’amicizia del figlio, e non fidandosi di lui, pur ignorandone come tutti la reale identità, decise di allontanarlo dal pianeta, per farlo studiare in qualche scuola prestigiosa su Coruscant.

Durante una lite, Palpatine uccise dapprima suo padre, inconsciamente soffocandolo con la Forza, per poi poco dopo, uccidere anche la madre e i fratelli, accorsi alle grida del padre. Subito dopo gli omicidi, Palpatine contattò Plaugeis, raccontandogli tutto che mascherando una certa felicità, si propose di fargli continuare i suoi studi sul Lato Oscuro. Anni dopo, il resto dei familiari “scomparvero misteriosamente” quando venne eletto senatore, probabilmente per nascondere la sua identità di Signore Oscuro dei Sith. Alcune teorie cospiratorie, negli anni successivi alla sua elezione come Imperatore, lo videro come mandante degli omicidi di tutti i suoi parenti, ma rimasero perlopiù voci sussurrate, dettate dalla paura che Palpatine recava con sé.

Darth Maul: Signore dei Sith che visse all’epoca della crisi di Naboo, nato su Iridonia col nome di Hego Damask da una Sorella della Notte umana e uno Zabrak ignoto morto come schiavo delle altre Sorelle. Originariamente noto semplicemente come Maul, quando Darth Sidious scoprì la sua affinità col Lato Oscuro lo affidò alle Sorelle della Notte di Dathomir col compito di addestrarlo e di potenziare le sue capacità da Sith.

Venne anche addestrato segretamente su Mustafar da Darth Sidious in persona e dopo alcuni anni divenne un Signore dei Sith, contraddicendo però la “Regola dei Due” secondo la quale potevano esistere allo stesso tempo solo due Signori dei Sith. Infatti Sidious era segretamente apprendista di Darth Plagueis e così in realtà Maul era un Assassino Sith.

Negli anni immediatamente precedenti l’Invasione, il suo maestro Lord Sidious lo incaricò di compiere un omicido politico ai danni dell’organizzazione criminale del Sole Nero, eliminandone il leader. Nel 32 BBY fu incaricato di uccidere il Maestro Jedi Qui-Gon Jinn e il suo Padawan Obi-Wan Kenobi; dopo l’inseguimento su Tatooine e su Naboo, Maul sfidò entrambi gli Jedi in un duello durante la Seconda Battaglia di Theed.

Maul uccise Jinn, ma commise il fatale errore di sottovalutare Obi-Wan Kenobi: dopo una breve ma furiosa battaglia infatti, Kenobi lo uccise tagliandolo in due. Nello 0 BBY, Darth Vader incontrò e sconfisse un clone o un Doppelgänger di Maul creato dai Profeti del Lato Oscuro, si presume per ordine di Palpatine stesso.

Dark Vader / Darth Fener: Darth Vader è forse il sith più famoso di Star Wars. Quando entra in scena la prima volta incute timore nello spettatore che non può certo immaginare quale groviglio di emozioni si nasconda dietro quella maschera.

C’è chi la definisce diabolica, chi triste. Di sicuro non lascia indifferenti.

Come è ormai noto da tempo il nome vero di Vader è Anakin Skywalker, il jedi rinnegato, che tradì l’ordine e si unì al lato oscuro nel tentativo, vano, di salvare l’amata Padmé da morte certa. La sete di potere del sith cancellò in fretta (quasi) tutto il bene presente in Anakin, soprattutto quando questi si credette responsabile della morte della stessa senatrice.

Votatosi al male e unitosi a Sidious, ne divenne il secondo, ma fu costretto a portare l’armatura dopo il duello con l’ex amico e maestro Obi-Wan Kenobi, che lo lasciò bruciare tra le fiamme.

Vader per venti anni diede la caccia ai jedi, deciso a distruggerne anche solo il ricordo, divenendo sempre più potente nel lato oscuro e allevando in segreto diversi allievi.

La scoperta che il figlio Luke è sopravvissuto riscuote la sua coscienza e lo spinge a cercarlo, fino a diventare la sua ossessione.

Nelle puntate precedenti…

  1. Speciale #StarWars: I Film
  2. Speciale #StarWars: La Galassia

3 pensieri su “Speciale #StarWars: Jedi E Sith

  1. Pingback: Speciale #StarWars: Imperiali, Repubblicani e… | TV And Comics

  2. Pingback: Speciale #StarWars: I Fans | TV And Comics

  3. Pingback: Coming Soon: #StarWars: Il Risveglio Della Forza #TheForceAwakens | TV And Comics

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...