#DareDevil – Rabbit In A Snow Storm (S01E03)

A Foggy e Matt viene offerto un caso da seguire da un un misterioso cliente; Karen riceve un’offerta “che non può rifiutare” e facciamo la conoscenza di Ben Urich…

DareDevil

Tempi duri per il giornalismo, e lo sa benissimo Ben Urich, giornalista del New York Bulletin. NOnostante lo scoop sulla Union Allied, le vendire del giornale non sono cambiate minimimante. Per questo motivo dall’alto arrivano pressione affinchè si occupi di questioni più semplici per la popolazione,come ad esempio il colore che deve essere assegnato alla nuova linea della metro che arriverà ad Hell’s Kitchen.

Come molti, Ben deve affrontare dei problemi personali, come se non bastasse. Nel suo caso  si tratta della moglie, ricorverata in ospedale da tempo, ricovero per cui l’assicurazione non sembra particolarmente propensa a pagare o seguire: Ben si trova così costretto a distircarsi da moduli, scartoffie e richieste di favori al personale della struttura per prolungare la situazione.

Il fuoco della passione del giornalista, nonostante tutto, brucia ancora e quando una sera alla sua porta in redazione bussa Karen offrendogli altre informazionei sulla Union Allied, non ci pensa due volte ad ascoltarla ed a preparare un pezzo.

DareDevil - S01E03 (2)

Ma perchè Karen si è rivolta a Ben? Beh, il motivo è semplice.

I suoi ex datori di lavoro l’hannoconvocata in sede per un discorsetto riguardo quanto accaduto. Ammettono che effetivamente c’era qualcosa di poco chiaro in certi affari e che i recenti eventi hanno permesso all’azienda di fare luce e ripulirsi, tuttavia c’è un problema dal punto di vista legale perchè quando era stata assunta aveva firmato un accordo con cui si impegnava a non rivelare indformazioni sull’azienda in caso di licenziamento.

Ovviamente Karen nega di esser stata lei a fare la soffiata, anche se ammette di aver avuto quei dati. Il rapprensentate della Dditta la trqnauillizza dicendole che c’è un’offerta per lei ial riguardo: non deve dire una parola in più ed avrà un bel po’ di soldi come risarcimento per lo stress subito.

L’offerta tenta la ragazza che però non ne parla con Foggy e Matt: Non vorrebeb accettare ma decide di prendere tempo, e incontra la moglie di Danny, l’uomo che era stato ucciso nel suo appartamento scoprendo che la medesima offerta è stata fatta a lei, che sapeva che c’era qualcosa di poco chiaro in atto ed aveva spito il marito a denunciare la cosa.

A differenza di Karen però ha accettato e firmato l’accordo perchè ha comunque due figli a cui pensare e loro vengono prima di tutto.

DareDevil - S01E03 (3)

Un uomo entra in una sala bowling e chiede di poter fare un paio di tiri, ma la cassiere gli dice che non è possibile, ostanno chiudendo e che l’uomo che dal giocando ha accordo con il titolare. Chiedere però non costa nulla e così domanda se può fare un paio di tiri, ricevendo un secco no…e vendendo minacciato dalle bodyguard dell’uomo.

La situazione degenera prima in rissa e poi in omicidio grazie all’utilizzo di una palla da bowling: la poliza ariva sul posto chiamata dalla cassiere, unica testimone e l’uomo non pone resistenza, chiedendo solamente di avere un avvocato.

DareDevil - S01E03 (4)

A difendelo ci penseranno, dopo esser statio ingaggiati da un misterioso emissario, Nelson e Murdock, con quest’ultimo che ha capito che c’è qualcosa sotto anche se fa finta di nulla.

Ovviamente non mancano le differenze di vedute tra i due avvocati, i quali come se non bastasse, hanno un’idea diversa su come procedere rispetto a quella del loro cliente (che non è privo di predcedenti).

Si arriva dunque a preocesso e Matt percepisce che c’è qualcosa che non funziona in giuria, percependo il battito acccelerato di una giurate: quando quella sera tornando a casa verrà avvicinta da un losco indidivuduo, Matt decide di intervenire (mascherato) per evitare che il giudizio della giuria possa essere moanipolato. L’indomani la donna viene sostitua per motivi personali come suggerito al delinquente al termine della scazzottata.

Fatta la sua arringa, con l’emissario che segue attentamente gli sviluppi del processo, si arriva al verdetto, che vede l’imputato scagionato di fatto dall’accusa di omicidio avendo agito per difesa dopo esser stato minacciato, almeno stando ai fatti esposti.

Quella notte, l’imputato è pronta ad andarsene ma il vigilante lo femra ed inizia una rissa con cui il macherato vuole avere il nome di colui che lo ha assoldato ed ingaggiato i due avvocati. L’uomo non vuole parlale ma alla fine cede (tra ossa rotte e perdire di sangue) e gli dice che  stato Wilson Fisk: terrorizzato da quello che potrà fargli ora visto che il suo nome non deve esser fatto, l’uomo si uccide con una testata su di uno spuntone di ferro.

DareDevil - S01E03

Altrove in città, ad una mostra d’arte vediamo Fisk ammmirare dei dipinti assieme ad un’artista…

DareDevil - S01E03 (1)

Battaglia di New York: Nell’ufficio di Urich è visibile la prima pagina relativa alla battaglia di New York, quando vi fu l’invasione dei Chitauri.

Ben Urich: Apparso per la prima volta nel 1978, Ben Urich è un giornalista di cronaca nera che lavorava per il Daily Bugle, a volte assieme a Peter Parker, correndo in mille pericoli nel tentativo di fare scoop eccezionali. Ben scrisse la Dinastia del male un libro che aveva scritto in base alle sue prove e deduzioni, esatte, sul fatto che Norman Osborn era Goblin, ma nessuno gli credette.

Arrivò a scoprire, in base alle storie dei loro passati e a delle deduzioni, le identità segrete di Devil e di Spider-Man. Quando Osborn uccise una reporter del suo giornale, Ben assieme a Jessica Jones e Katherine Farrell dimostrò che Osborn era Goblin. Quando una squadra sWAT della polizia andò ad arrestare Osborn, per poco non fu ucciso e si salvò solo grazie all’Uomo Ragno.

Non fu quella la prima volta che Ben rischiò la propria vita per far trapelare la verità: anni prima, quando Kingpin incastrò Matt Murdock con la falsa accusa di corruzione (facendolo radiare dall’albo), Ben cercò di smascherare il complotto, nel tentativo di salvare la reputazione all’amico, ma Fisk lo fece aggredire da un suo sicario, la forzuta infermiera Loris, che prima gli spezzò le dita, e poi tentò di uccidere sia lui che sua moglie. Ben però non si fece intimorire, e contribuì alla “rinascita” di Murdock.

Kingpin si vendicò anni dopo, facendo in modo, tramite ingegnosi raggiri, che Ben entrasse in possesso di alcuni documenti che testimoniavano della doppia identità di Devil, e costrinse Urich a consegnarli all’F.B.I., pena l’arresto per occultamento di prove e favoreggiamento. Ben fu indirettamente responsabile dell’arresto di Matt Murdock e della sua reclusione a Riker’s Island.

Il personaggio è già apparso nel film di Daredevil interpetato da Joe Pantoliano, dove lavorava per il New York Post.

Ben Urich
(Credits: Wikipedia)

COMMENTO

Continua la lenta introduzione dei personaggi e finalmente abbia un assaggio di Fisk ed al tempo stesso di quanto potere detenga il criminale. Unica nota negativa della puntata il continuo disaccordo tra i due avvocati: spero che il chiarimato avuto in ufficio ponga fine ad una situazione che stava già diventanto ripetitiva ed inutile.

Ora possiamo solo attendere il vero ingresso sulla scena di Fisk: vederlo nel suo ambiente, dare ordini, gestire gli affari. Soprattuto scoprire quali siano i suoi interessi reali ad Hell’s Kitchen.

Come sappiamo la serie è stata rinnovata per una seconda stagione (che dovrebbe vedere la luce già nel 2016). Buona notizia senza dubbio, segno che è stato fatto un buon lavoro: spero però che il successo di questa serie non sia negativo per le prossime (AKA Jessica Jones, Luke Cage e Iron Fist) alzando troppo l’asticella.

Una puntata caratterizzata da una certa tensione narravita, una sensazione del tipo “Adesso succede un casino” che si avvertiva soprattutto nelle parti del processo ed in parte nel l’incontro di Karen con i suoi ex datori di lavori. Per non parlare poi di come, pur apperendo per pochi istanti e solo alal fine, Kingpin abbia fatto sentire fortemente la sua presenza…compliemtni davvero agli autori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...