#TheOriginals – Night has a thousand eyes

Episodio molto particolare, questo di The Originals.. I più hanno dato risalto – anche per una maggiore pubblicità, per così dire – al tanto atteso arrivo di Dahlia in città, ma in realtà il cosiddetto contorno ha lasciato un certo sapore dolce e amaro in bocca.

originals-2x18

Personalmente, attendevo un episodio come questo da molto prima che l’idea di The Originals prendesse forma nella mente degli autori: un episodio in cui Niklaus e il suo personalissimo vaso di Pandora combattevano fianco a fianco perseguendo un obiettivo comune. E’ avvenuto, finalmente, ma è stato un duro colpo.

Il rapporto tra Mikael e Klaus lo conosciamo tutti, da molto tempo: Klaus non è il figlio biologico di Mikael, e a causa dei poteri magici di Esther è sempre stato detestato e odiato da Mikael. Questo, come ben sappiamo, ha causato dei massicci scompensi nell’esistenza millenaria di Klaus: quell’amore paterno a lungo cercato e sempre negato l’hanno segnato nel profondo, dandogli un’idea alquanto distorta di ciò che comporta amare ed essere amati. Idea che, tuttavia, è andata evolvendosi quando Hope è venuta al mondo.. Sebbene questo non sia bastato a sanare le sue ferite più profonde.

Per tutto questo tempo, i nemici di Klaus sono stati ‘gli amici’ di Mikael, ma in questo caso le cose sono cambiate: il nemico è comune, e Mikael sa – a grandi linee – cosa sia in grado di fare questo nemico essendoci passato prima di Klaus. Tanto basta a porli fianco a fianco, ad ingaggiare una lotta senza quartiere contro una serie infinita di ‘adepti’ di Dahlia. E’ stato bello: bello vederli complici, bello vederli affiatati, bello vederli lottare fianco a fianco pur sapendo di combattere contro un nemico molto più forte di loro. C’era una complicità innata tra loro due, estremamente naturale, come se avessero avuto modo di forgiarla in tutti questi secoli.

L’epilogo è stato infelice, lo sappiamo, ma a me ha lasciato alcune domande che non troveranno mai risposta (sebbene io confidi nelle numerose risurrezioni a cui siamo stati abituati e mi auguri che Mikael torni un giorno): se Klaus non avesse dovuto uccidere Mikael, come sarebbe andata? Sarebbero riusciti ad instaurare un rapporto almeno civile che impedisse di cercare di uccidersi l’un l’altro? La cosa triste è che, forse, non lo sapremo mai.

Nel caso in cui non si fosse capito, mi è dispiaciuto molto vedere morire Mikael in questo frangente. Sostanzialmente, per la situazione che si era venuta a creare. Si è visto: a Klaus questa volta non ha fatto piacere uccidere Mikael, le lacrime che rigavano il suo volto ne erano le prove tangibile.. Per la prima volta Klaus non voleva uccidere Mikael ma ha dovuto. Ciò che mi ha stupita è stato il fatto che questa volta Klaus non fosse il solito ‘ragazzino irrequieto ed abbandonato’ delle volte precedenti, bensì un uomo, un padre consapevole di dover compiere una scelta difficile ma dalla quale non si poteva esimere per garantire una possibilità di salvezza alla propria figlia.

Questo epilogo mi ha scossa, e come vi dicevo prima mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca: entrambi i capostipite, Mikael ed Esther, sono stati riportati in vita come gli spauracchi dei fratelli Originali, come coloro che dovevano gettare benzina sulle loro fiamme perpetue, ma la loro fine è stata alquanto ordinaria, quasi banale. A dire il vero, la fine di chiunque sia tornato in vita è stata questa: Kol, Finn, Esther e Mikael. Con una sola eccezione: Finn è ancora al sicuro nel ciondolo di Freya.. E questo non mi piace.

E visto che siamo finiti nel tunnel del ‘non mi piace’, vi dirò che c’è un’altra cosa che non mi piace: Jackson e Hayley. Sono seriamente sconcertata dalla loro completa inutilità nello show e nel modo in cui ogni cosa, se posta nelle loro mani, finisca inevitabilmente in catastrofe. Io mi auguro sentitamente che almeno uno dei due sparisca a fine stagione (mi augurerei entrambi, ma rischierei di attivare la maledizione del mainagioia e trovarmeli entrambi sul groppone nella prossima season).. E forse ancor peggio di Jackson c’è Hayley: che schifo di madre sei se preferisci affidarti a uno che della famiglia non ne sa nulla piuttosto che a chi ha comunque una conoscenza della situazione e di eventuali cautele a cui fare ricorso? E’ pessima, in tutto e per tutto.

Ma veniamo a lei: Dahlia. Partiamo dal fatto che stimo chi ha fatto i casting e ha scelto Claudia Black per interpretarla (per chi non la conoscesse, ha interpretato l’ufficiale Aeryn Sun in Farscape).. E proseguiamo col dire che il debutto ufficiale è stato all’altezza dell’aspettativa creata: Dahlia è una strega molto antica e molto potente, e in questo episodio ha dato un piccolo assaggio di quello che è il suo grande potere. E ha mostrato chiaramente che non permetterà a nessuno di frapporsi tra lei e ciò che le spetta, ovvero la piccola Hope.. Ora c’è da chiedersi come la famiglia Mikaelson intenda affrontare la situazione. La spaccatura tra i fratelli Mikaelson è palese, e c’è da scommetterci che qualcuno non si lascerà sfuggire l’occasione per sfruttare questa spaccatura. I ritmi si fanno sempre più serrati, del resto mancano solo tre episodi al grande season finale che, sono pronta a scommetterci, sarà da cardiopalma.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...