#Vikings – The Wanderer

Credo che ogni singola parola che possa essere impiegata per tessere le lodi di questa meravigliosa serie sia ormai superflua, rasenterebbe la stucchevolezza..
Quindi, senza perdere tempo, passiamo al commento all’episodio! Non prima di avervi invitati a seguirci sulla nostra PAGINA FACEBOOK e di avervi indirizzati verso la pagina Facebook e il Sito della nostra affiliata Vikings – Italian fans.

vikings_logo_detail

In altri frangenti questo sarebbe stato definibile come un episodio di stallo tra una battaglia e l’altra.. Ma non parliamo di una serie qualsiasi, bensì di una serie in cui anche il riposo dopo una battaglia e la preparazione alla successiva sono in grado di fornire validi spunti e dinamiche molto interessanti.

Io vorrei partire da Athelstan, che è stato sicuramente uno dei personaggi più ‘esposti’ in questo episodio ed è stato protagonista di uno dei fatti più importanti di questa puntata. Arrivando subito al dunque, senza girarci troppo intorno, le sue stigmate hanno preso a sanguinare. La domanda che più imperversa (e su cui stiamo sviluppando svariate ipotesi nell’evento creato su facebook dalla nostra affiliata, a cui potete aderire cliccando QUI) è: perché? Le ipotesi sono svariate: dalla concomitanza con la presa di coscienza del nostro priest con le pulsioni carnali alla sua ammissione di amare sia Odino che Gesù Cristo, dall’arrivo di questo vagabondo (che, secondo la mitologia, è una delle forme terrene dello stesso Odino) a Kattegat. Ma di lui ne parleremo in seguito.. Athelstan lo vediamo in bilico tra paganesimo e cristianesimo da ormai lungo tempo, forse fin dall’inizio: l’ammissione di amare sia Odino che Gesù Cristo è solo stata una presa di coscienza condivisa. Anche le pulsioni carnali non sono una novità per lui.. Un esempio su tutti: Upsalla, quando ha avuto un attimo di ‘confusione ormonale’ indotta dagli immancabili funghetti allucinogeni di Rollo.. Quindi, oltre al resto, questo episodio ha aperto molti interrogativi su queste due figure.

E’ dunque giunta a Kattegat la figura tanto attesa del vagabondo. Il suo arrivo è stato largamente annunciato sa sogni premonitori.. Chi è costui, oltre a un personaggio interpretato da uno degli attori che meno sopporto e che più mi ritrovo ovunque? Si dice che un viandante con la testa nascosta da un cappello a tesa larga e il possente torace coperto da un mantello blu impuntato di stelle, vagasse di villaggio in villaggio per testare l’ospitalità delle persone che incontrava. Il nome di quel viandante altri non era che Odino. Ora, fatto questo appunto mitologico: non sappiamo se questo vagabondo con le mani sanguinanti (presumibilmente le ferite sanguinanti sono simili alle stigmate di Athelstan) sia effettivamente questa ‘incarnazione’ di Odino o sia qualcun altro.. Tuttavia, quest’ipotesi non rimane da scartare. Anche perché, durante l’episodio, Rollo e gli altri hanno narrato proprio la leggenda di questo viandante. Non sarebbe la prima volta e neanche l’ultima che in Vikings si rischia di perdere il filo e di non capire dove finisca la mitologia e dove inizi la fantasia degli autori.

A far pensare a qualcosa di strano rimane anche il fatto che, appunto, questo viandante sia apparso nei sogni di Aslaug, di Helga e di Siggy. La cosa più inquietante e traumatica? Il sogno che tutte e tre hanno fatto riguardo al Veggente. Il fatto che Aslaug non abbia voluto mettere a parte Siggy e Helga di cosa le suggerisse il suo istinto da veggente è abbastanza preoccupante.

L’episodio di oggi ha un po’ distolto l’attenzione da Ragnar, questo senza però far calare il livello qualitativo dell’episodio: tutti i fronti esplorati – da Mercia a Kattegat, dalle terre di Lagertha al Wessex – hanno comunque garantito la scorrevolezza della puntata, rendendola più calma ma senz’altro non noiosa. Anzi ci ha addirittura regalato uno spunto a metà tra lo splatter e l’esilarante quando Rollo, in preda alle spore dei suoi funghetti allucinogeni, ha fatto a pezzi un soldato solo perché non gli piaceva la posizione della sua gamba.. Ma non sono mancati nemmeno i risvolti drammatici, che siano le rivelazioni sugli abusi che Kwenthrith ha subito sin da bambina o che siano nella necessità di amputare il braccio al povero Torstein. Sul finale non l’ho visto bene.. Speriamo di non dover già sfoderare il Sacro Kleenex.

In tutto questo caos, è un po’ passata in sordina la proposta di matrimonio di Bjorn a Porunn.. Il giovane Lothbrok ha avuto lo stesso romanticismo di un mazzo di ortiche frizionato sulle parti intime (cit.), ma ça va sans dire insomma. Anche se, devo essere onesta, non so perché ma ho idea che Bjorn e Porunn non si sposeranno mai (forse a causa di una previsione fatta dal Veggente).
Cosa aspettarci, dunque, dal prossimo episodio “Warrior’s Fate”? Qualche risposta sul ramingo, naturalmente.. O almeno ce lo auguriamo. Poi ovviamente l’orda sferrerà il suo attacco al fratello di Kwenthrith.. Sarà una lunga settimana di attesa!!

Annunci

2 pensieri su “#Vikings – The Wanderer

  1. Chi mi rammenta la previsione fatta dal Veggente a Bjorn?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...