#AgentCarter – SNAFU (S01E07)

Peggy è sottoposta all’interrogatorio da parte dei suoi colleghi e non si accorgono che il vero nemico è più vicino di quanto pensino.

Agent Carter

E la prossima settimana di chiudono i giochi.

Per Peggy la situazione non è affatto buona. Chiusa in sala interrogatori si vede accusata di aver orchestrato tutto, di essere in combutta con Stark e di essere una traditrice della patria.

A nulla volgono l spiegazioni che lei fornisce dicendo che in realtà stava investigando in privato perchè poco considerata al lavoro e non viene neppure creduta circa il fatto che ci sia un nemico interno al paese, indicando Dottie e chiedendo che venga cercata e ed arrestata anche se ormai avrà cambiato identità.

Agent Carter - S01E07

Intanto Ivchenko continua il suo lavoro di condizionamento spicologocio su Dooley, un doto che vediamo aver affinato mentre era nell’esercito aiutando, con questo processo a risparmiare sugli anestetici nell’ospedale da campo.

Un comportamento quello del russo, che sta spesso alla finestra che non passa inosservato soprattuto per il comunicare in codice Morse con qualcuno dall’altra parte della strada.  A farlo notare ai colleghi ed al capo è proprio Peggy, liberata dalla slaa interrogatori dall’arrivo i Jarvis il quale dice di avere uan confessione firmata da Stark che scagiona la donna.

Quanto però Peggy capisce che la confessione è un falso e che Stark non arriverà decide di agire diversamente e confessa tutto, ammettendo anche di avere qualcosa che all’SSR sicuramentr interessa: il sangue di Steve. Tutto questo per convinceere l’agenzia a controllare l’edficio di fronte.

I colleghi sono un po’ dubbiosi ma sapendo l’importanza di Rogers per lei le credono ed iniziano la perlustrazione, mentre Dooley fa allontare il russo dalal finestra: purtroppo però vede gli agenti entrare nel palazzo di fronte e cambia il suo piano.

Agent Carter - S01E07 (1)

Se dall’altra parte della strada Dottie viene trovata, riuscendo però a scappare in maniera decisamente insuale (dopo aver comunque lottato con gli agenti) Ivchenko ha talmente condizionato Dooley che questi ha:

  • Prelevato Jarvis e Peggy chiudendoli in sala interrogatori, ammanettati al tavolo;
  • Fatto irruzione in laboratorio facendo uscire i tecnici accusandoli più o meno velatamente di tradimento;
  • Rimasto con il russo nel laboratorio lo aiuta a recuperare un oggetto in particolare, l’oggetto 17;

Consegnato al nemico l’oggetto, Dooley torna nel suo ufficio immagina di esser tornato a casa dalla moglie a cui confessa il casino che ha fatto lasciando fugire Ivchenko. In realtà ha addosso una veste ideata da Stark che, progettata per resistere al freddo, è di fatto una bomba impossibile da disinnescare.

Dooley capisce che è spacciato nonostante tutti si stiano ingegnando su come impedire l’esplosione, che può avvenire anche con dei moviemnti bruschi. Per questo chiede a Peggy in particolare (ma anche al resto del team) di catturare ed uccidere il russo: ottenuta la promessa, spara al vetro della finestra e si lancia fuori esplodendo in aria.

Agent Carter - S01E07 (2)

Ivchenko e Dottie hanno messo in atto il loro piano con l’utilizzo dell’oggetto 17. Si tratta di un gas, e la bombola in cui è contenuto viene nascosta dalla ragazza in un carrozzina con cui si reca al cinema. Rilasciato il gas, abbandona la sala ed Ivchenko spranga la porta di ingresso mentre all’interno las gente inizia ad aggredirsi a vicenda.

Quando una coppia giunta in ritardo alla proiezione con l’aiuto della maschera del cinema vi entra, sono tutti morti.

  Agent Carter - S01E07 (3)

TRIVIA

Oggetto 17:  Loggetto a cui Ivchenko è interessato sembrerebbe essere la Bomba di Follia.

Ivchenko: La vera identità di Ivchenko è quella del Dr. Faust, il cui ruolo nella morte di Cap (al termine del crossover Civil War) è fondamentale avendo condizionato Sharon Carter (nipote di Peggy) nell’agire. La scena ambientata durante la guerra lo mostra leggere “The Tragical History of the Life and Death of Doctor Faustus” di Marlowe.

COMMENTO

Episodio perfetto per lanciare il finale di stagione/serie e ccon poco da commentere.

La cosa più interessante è che Leviathan non è alla ricerca del sangue di Steve, come ci si sarebbe aspettati ma qualcos’altro, ovvero quello che come detto sembrerebbe essere la MadBomb, o Bomba di Follia, un’arma che spinge la gente all’aggressività.

Interessante anche come il sacrificio di Dooley per una causa superiore abbia degli echi di altre azioni suicide: basta vedere i fatti degli ultimi tempi e le similitutdine non mancano e  credo che questo eveneto sia ciò che è davvero alla base della nascita dello S.H.I.E.L.D. come lo abbiamo conosciuto.

Ora dobbiamo “solo” aspettare una settimana per vedere Leviathan in tutta la sua forza (come dice il preview della puntata) e non credo che mancheranno le sorprese.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...