#Arrow – Canaries (S03E13)

Laurel si mette in grossi guai quando nelle strade ritorna Vertigo. Come se non bastasse, cresce la tensione all’interno del Team Arrow.

…e non dimenticate di visitare le nostra affiliate,  Flash e Arrow Italia e Serie TV la nostra droga!

vlcsnap-2013-10-10-21h49m19s233

E come se non bastasse, due segreti verranno svelati: ma con quali conseguenze?

Zytle, il secondo Conte Vertigo, viene portato fuori dal tribunale ma qualcosa non va propriamente liscio. Un reporter infatti inietta del Vertigo alla guardia che lo sta scortado davanti ai giornalisti. In preda ad allucinazioni (zombie) inizia a sparare sui presenti permettendo così la fuga del criminale: perchè smetta di fare fuoco, deve intervenire Laurel con un bel destro.

Arrow - S03E13

Dopo esserrsi fatta conseganre le note di carico di di alcune navi cargo, Laurel rintraccia Zytle e lo affronta, Ovviamente contro il parere di Oliver che già 48 ore prime le aveva detto di non mettersi a fare l’eroina perchè pericoloso per lei.

Risultato? Il criminale le inietta del Vertigo e lei inizia ad avere le allucinazioni. Nel suo caso, vede (e lotta contro) Sara sentendosi riproverare per averne indossato i panni senza esserne in grado. Soccorsa da Oliver e Roy (che la trovano grazie ad un trasmettitore GPS), viene portata alla base e curata.

Arrow - S03E13 (1)

Oliver intatno a dovuto compiere un scelta molto importante: dire a Thea la verità su di lui. Il motivo è semplice ed è fornito da Malcolm. Per sconfiggere Ra’s bisogna lavorare assieme ed anche Thea fa parte dell’equazione.

La ragazza la prende bene, alla faccia della paura di Oliver (ed anche di Diggle) di poterla perdere definitivamente per tutte le bugie che ha raccontato in questi anni. Thea invece è contenta, orgogliosa del fratello e lo piglia pure in giro per le scuse assurde che si inventava.

Quando scopre che tutti lo sapevano, inclusa Moira e Malcolm si incavola con il padre biologico dicendo che non vuole ave a che fare con lui, sentendosi manipolata e prsa in giro per il tentativo di allontanarla dal fratello.

Presa dall’insonnia, Thea fa visita al covo e scopre così che anche Laurel è una dei combattenti mascherati: qui Ollie le dice di andarsene che è tutto sottocontrolo e così lei, rimastaci male un po’, obbedisce e torna a casa dol fascinoso DJ spione, sotto lo sguardo di Roy.

Arrow - S03E13 (2)

Questa è anco l’occasione per un confronto duro (ed aperto) sulle nuove dinamiche all’interno del gruppo. Oliver non sembra accettare che mentre lui era (ritenuto) morto il Team abbia fatto delle scelte e sia andato avanti senza di lui con una nuova guida, quella di Roy il quale è il primo ad affrontare Ollie a viso duro circa Thea.

A farlo ragione ci pensa ovviamente Diggle speigandogli che mentre lui era via, erano sul punto di abbadondare tutto, a qualoca è scattato in loro, in tutti loro per continuar questa lotta.

Il punto è semplice: Oliver è pronto ad ammettere e convinvere con l’aver creato qualcosa che è più grande di lui e che soprattuto gli sopravviverà?

Arrow - S03E13 (3)

Thea ha fatto fare il tour del suo appartamento al DJ e son finti accidentalmente a ballare la Rumba tra le lenzuola, dopo la quale lui le offre del buon vino rosso. Al momento di berlo, Thea ricorda una lezione datale dal padre vover che il vino rosso era usato dai nobili per avvelenare i nemici poichè l’aroma commuffava bene l’odore del cianuro.

Thea parte quindi all’attacco ma viene sopraffatta torvandosi con un coltello puntata alla gola. Il provvidenziale intervento di Roy la salva, ma è troppo anche per lui. Tocca così a Malcom intervenire e salvare entrambi, lasciando che l’emissario della Lega Degli Assassini si suicidi davanti a loro.

Arrow - S03E13 (4)

Zytle viene rintracciato nuovamente dal Team Arrow che non potendo contare su Roy, si vede “costretto” ad arruolare Laurel.

Il criminale ha fatto irruzione in un laboratorio e sequestrato chi vi lavora per fargli produrre la Vertigo: se Oliver si preoccupa di liberare e portare in salvo la gente, Laurel punta al criminale lo raggiunge, rivendo nuovamente una dosa di Vertigo: questa volta oltre alla sorella vede anche il padre che la accusa di avergli nascosto la morte di Sara.

Laurel però reagisce a queste allucinazioni e nel momento in cui decide che no vuole “impersonare” Sara, per il Conte è finita ed arriv au n scarica di pugni che lo mandano ko.

Terminato questo scontro, Oliver viene avvisato degli eventi a casa di Thea.

Arrow - S03E13 (5)

Raggiunta la sorella, ancora in compagnia di Roy, viene aggiornato su quanto accaduto e Thea ammette che non solo non è pronta come credeva per lottare ma che purtroppo per lei, Malcolm ha ragione e devono lavorare insieme, precisando però che no gli perdona quanto ha fatto e non dimentica che persona sia.

Malcolm dice loro che per preparasi a dovere c’è solo un posto in cui allenarsi a dovere ed è per questo che Ollie e Thea lasciano la città per qualche giorno, con Oliver che ora è convinto di lasciare la città in buone mani, mentre Laurel prende la decisione più sofferta che potesse prendere: dire al padre (che comunque ha capito che la bbionda mascherata vista era lei) di Sara

Ah, la destinazione di Thea ed Ollie? L’isola del naufragio.

Arrow - S03E13 (6)

Dopo d ilo passato di Oliver? Beh non c’è stato nulal di particolare. Ha solo provto a scappare assieme a Maseo, avvisare la famiglia che era vivo per poi essere catturato dalla Waller (ed il messaggio in segreteria cancellato prima che potesse essere ascoltato).

Torturato, e vista minacciata l’incolumità di Thea, Oliver rivela dove era scappato Maseo, tuttavia non è per questo che lui viene catturato: avea mentito sulla destinazione ed è tornato per salvare l’amico.

Dopo essere stati messi Ko dagli uomini dell’A.R.G.U.S. Maseo ed Ollie si trovano in una limousine diretti verso la città dove è stata rintracciata China White: Starling City.

      Arrow - S03E13 (7)

COMMENTO

dopo questa puntata restano in due o tre persone a non sapere chi sia Arrow: Lance (ma non ci giurerei), PierPalmer e forse Sin. Questa era una puntata molto attesa perchè si sarebbe rivista Sara, ed anche se non è davvero lei quella che abbiamo visto (dopotutto non è resuscitata) è riuscita a lasciare il segno.

Laurel ha fatto, grazie alle allucinazioni ma non solo, il salto salto che le mancava. Non tanto perchè ha trovato il coraggio di dire al padre la verità su Sara quanto perchè, con l’aiuto di una Felicity che ha fatto da interprete, ha capito che non può essere Canary come lo era la sorella. Certo la missione è la stessa, e lei lo fa per onorne la memoria ma non poteva essere tutto lì. Sara era mossa da qualcosa di diverso Felicity la chiama oscurità io dire forse più voglia di redimersi: ma laurel non ha intrapreso il suo stesso cammino quindi non ha quella determinazione e deve trovarla in altre cose. Felicity glielo fa capire ed è lì che scocca la scintilla.

Ma non è solamente questo il colo confronto  a cui abbiamo assistito, c’è stato anche quello all’interno del Team Arrow, un confronto che era dovuto. Capisco il punto di vista di Ollie, ma chiaramente la ragione non sta dalla sua parte.  Le parole di Diggle sono quanto di più chiaro e celano un altro messaggio per Arrow: “Hai un team rodato che ha tenuto botta nonostante tutto durante la tua assenza: dagli fiducia”. Insomma, un uomo può morire, ma non le sue idee.

Mi ha fatto uno strano effetto vedere Thea ed Ollie sull’isola, soprattuto per un particolare: Oliver sembrava quasi felice di essere lì, su di un isola chiamata Purgatorio che lui considera una casa. Indubbiamente Oliver ha parecchio da farsi perdonare, ed il purgatorio “serve” a questo. O forse era solo contento di non avere più un gran segreto da tener nascosto alla sorella? Non crede che fosse solo quello.

Vedere schiattare il DJ così mi è dispiaciuto un po’ per vari motivi: intanto perchè speravo avesse un ruolo più forte, e poi perchè volevo vederlo pestato a dovere. Peccato.

Ora inizia l’allenamento di Thea, peossibile che arrivi anche per lei una identità mascherata? Beh, non lo escludo (ed ho già una mezza idea su quale potrebbe essere). Piuttosto son curioso di come reagirà ora Quentin e di quanto gli verrà detto effettivamente.

Ed altrettanto curioso sarà vedere come si giocheranno la carta di Starling City nei flashback. mossa rischosa a meno che non si tratti di una toccata e fuga…o che Oliver agisca semplicemente “dalla regia” senza andare sul campo. io credo però che nei suoi anni di assenza qualcuino in città sapesse di Oliver ma che non abbia parlato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...