The Flash – Power Outage (S01E07) #TheFlash

Si sapeva fin dall’inizio che questo episodio sarebbe arrivato: non può esistere show su un supereroe senza il fatidico momento in cui il suddetto perde i poteri e si trova ad affrontare il suo nuovo io, privato di una cosa che fino a poco tempo prima nemmeno esisteva. C’è però chi lo fa bene, chi lo fa male… e chi lo fa alla Flash! Prima di procedere al recap e alla recensione, diamo il benvenuto alle nostre nuove affiliate Arrow e The Flash Italia, e Serie TV la nostra droga… che aspettate? Su, correte a visitarle!

Power Outage comincia 10 mesi nel passato, quando un gruppo di amici si è ritrovato su una collinetta per assistere dall’alto all’avvio dell’acceleratore di particelle. Uno dei tre si è arrampicato su una torre che serve per far passare elettricità, e senza troppe sorprese, viene colpito dal raggio d’energia elettrica scaturito dall’acceleratore. Quel che sorprende, però, è che il ragazzo sembra essere morto…

Tornando poi nel presente, vediamo Wells entrare nella sua stanza segreta ed inserire un log sui “progressi” di Barry, e successivamente i due si confrontano quando il dottore rimprovera il ragazzo di approfittare dei poteri di Flash solo per se stesso e non sfruttandoli a pieno, cosa che potrebbe permettere grandi passi avanti per lo sviluppo di cure a malattie attualmente incurabili. La discussione viene interrotta quando Barry viene chiamato sul luogo di un omicidio, dove viene rinvenuto il corpo di un uomo totalmente bruciato ed irriconoscibile. Almeno per le tecnologie della polizia, ma grazie a Cisco, Barry riesce a risalire all’identità della vittima.

Pochi secondi dopo, Cisco rivela un segnale da una centrale elettrica compatibile con quello che ha bruciato il ragazzo appena identificato, e Barry si precipita sul luogo per incastrare l’omicida. Qui, però, si trova di fronte a Farooq (il ragazzo visto nel flashback iniziale) che si sta alimentando con l’energia della centrale. Quando percepisce l’incredibile energia propagata da Barry, Farooq gliela prosciuga fino all’ultima goccia, lasciandolo senza poteri.

Dopo un breve colloquio con i suoi amici/colleghi allo S.T.A.R Lab, che lo rassicurano che le sue cellule non possono aver cambiato struttura per un semplice confronto fisico, ed uno con Joe alla polizia a cui Barry confida i suoi dubbi, il ragazzo si imbatte in William Tockman, cioè il “Clock King”, il re degli orologi… e sì, avrà tutto un senso più tardi.

Farooq, intanto, si è portato fuori dallo S.T.A.R. Lab per poter affrontare Wells, che lui incolpa per la morte dei suoi amici e per il suo incidente. Quando, ovviamente, le porte non gli vengono aperte, comincia a distruggere tutti i pannelli elettrici e ad assorbire tutta l’energia presente nel laboratorio. A questo punto Barry, spiazzato dalla perdita dei poteri e sentendosi abbastanza inutile, convince i colleghi a lasciargli fare un tentativo, e cioè quello di parlare a Farooq, cercando di fargli capire che loro due sono simili e che non è necessario continuare sulla linea di distruzione intrapresa. Anche se mi sarebbe piaciuto vedere Barry avere successo, ciò non accade, e viene allontanato (non con gentilezza) da Farooq.

Wells passa quindi all’azione per proteggere Barry, e mentre dice di ragazzi di tentare di “riavviare” Barry con una nuova scarica elettrica, decide di liberare Tony Woodward per una situazione che non si può che definire “win-win”: se Girder avrà successo, la minaccia di Farooq sarà risolta; se invece fallirà, in ogni caso avranno guadagnato tempo per poter ridare i poteri a Barry.

Tony ci mette tutto l’impegno possibile ma nulla può contro i poteri troppo forti di Farooq, e muore poco dopo. Nel frattempo, dall’altra parte della città il Clock King sta approfittando del black out che sta colpendo l’intera città e mette in subbuglio l’intera stazione di polizia, facendo anche alcuni ostaggi tra cui Joe e Iris, che senza successo continua a sperare nell’arrivo di Flash.

Al laboratorio, Barry e Wells hanno un confronto acceso quando il ragazzo accusa il dottore di fregarsene di tutto e tutti e di pensare solo ai suo interessi, non curandosi affatto della vita di Tony, ma anzi, sacrificandola per raggiungere i suoi scopi. Ancora una volta, però, vengono interrotti da Farooq che fa irruzione nella stanza, e Wells riesce a convincerlo di lasciar stare Caitlin, Cisco e Barry, e di uccidere lui, se lui è il suo vero obiettivo. Nel vedere il proprio mentore a terra in procinto di essere colpito a morte, Barry supera il blocco psicologico che gli impediva di riprendere possesso dei suoi poteri, e a tutta velocità lo toglie dalla linea di fuoco, per poi mettere a terra Farooq in uno scontro “all’ultima scossa”. Si affretta poi alla centrale di polizia, per scoprire però che Iris ha fatto un buon lavoro anche da sola, dato che la situazione si è risolta senza troppi danni, se non consideriamo la ferita di Eddie che non sembra comunque seria.

Per concludere, Barry va a fare visita ad Eddie in ospedale, e ne approfitta anche per fare una capatina da Iris (che nel frattempo è alle macchinette del caffè) nelle vesti di Flash, dicendole che per lei vale la pena arrivare in tempo. La ragazza dimentica pure il caffè e se ne torna in stanza a mani vuote…

Il Dottor Wells, invece, recupera il corpo ormai senza vita di Farooq e sembra prelevargli un po’ del suo sangue, per “capire come abbia fatto a prendere i poteri di Flash”…

FINE

Bella puntata dunque, come avrete capito dalla recensione, ma non al livello delle precedenti secondo me… il perché è subito spiegato: il cliché dei poteri bloccati dalla testa. Okay, era probabilmente l’unico modo per non finire subito la crisi, ma mi sarebbe piaciuto che Barry avesse in qualche modo avuto successo nel tentativo di parlare a Farooq invece che affrontarlo in un confronto fisico… avrebbe dimostrato che Barry è un eroe anche senza i poteri, che amplificano soltanto il suo coraggio. Non so, è un discorso un po’ generale il mio, un po’ come il “è l’armatura che fa l’uomo o l’uomo che fa l’armatura” di Iron Man… vorrei sempre che fosse l’uomo a fare l’armatura e invece spesso ci viene mostrato il contrario. Anche se considerato quanto all’inizio siamo in questo show, sono sicura, anzi, strasicura che la persona di Barry riuscirà a mettersi alla pari con il supereroe. Altro appunto… nella scena con Iris e The Flash ho avuto il dubbio di essermi messa a guardare Superman invece di Flash! :p  A parte queste due cose, c’è ben poco altro da dire sullo show, che ha ingranato fin da subito e continua a spingere forte sulle sue punte di diamante: Barry innanzitutto, che alla fine è davvero un ragazzo normale che si è ritrovato tra le mani un potere più forte di lui e cerca di gestirlo al meglio. La coppia Caitlin e Cisco che è tra i migliori sidekick che io ricordi… sarà perché insieme formano un trio di nerd perfetti? La storyline invece più misteriosa e importante è quella che riguarda Wells… vogliono farci credere che stia tramando qualcosa mentre invece è soltanto un buono che cerca di salvaguardare Barry oppure sta davvero covando qualcosa? Insomma, quanto ci si può fidare di uno che finge di aver bisogno di una sedia a rotelle??? Capite il punto.

TRIVIA:

– I nomi che il Dr. Wells ha elencato nel dire a Farooq che conosce i nomi di tutte le vittime causate dal malfunzionamento dell’acceleratore sono tutti nomi di supereroi DC: Ralph Dibny (Elongated Man), Al Rothstein (Atom Smasher), Grant Emerson (Damage), Will Everett (Amazing Man), Bea de Costa (Fire).

– Questo è stato l’episodio prima del crossover con Arrow (un doppio episodio che andrà in onda settimana prossima, la prima parte in Flash e ovviamente la seconda in Arrow) e i toni della puntata sembra si siano adeguati e quindi scuriti rispetto al normale.

– Il Clock King è apparso (interpretato da Walter Slezak) in due episodi di Batman nel 1966. Dopo Arrow e The Flash, lo vedremo anche in Gotham?

Cisco’s shirt of the week:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...