#Grimm – Dyin’ On A Prayer (S04E04)

Il caso della settimana riguarda…autosfissia tramite argilla. Un caso normale a Portland a quanto pare è fuori questione…

 vlcsnap-2013-10-26-22h38m16s72

 Oh, remember that you fashioned me out of clay! Will you then bring me down to dust? (Oh, ricorda che tu mi ha modellato dalla creta! Mi vuoi forse ridurre in polvere?)

Dopo aver respinto, non senza fatica, l’ex compagno che cercava di entrare in casa (nonostante un’ordinanza restrittitiva), una donna ed il figlio finiscono ricoverati in ospedale per le botte subite nellacollutazione, durante la quale si è pure trasformato. Qui, viene raggiunta dal fratello il quale prova  tanquillarla.

Poco dopo, lo vediamo in sinagoga impegnato a pregare tenendo stretta in mano dell’argilla e chiedendo protezione per loro, in particolare per il nipotino.

Quella notte, l’ex compagno della donna esce (ubriaco marcio) in giardino e viene avvolto da una creatura di argilla che lo soffoca.

Grimm - S04E04 (1)

Il corpo viene rinvenuto l’indomani da Wu (a seguito della segnalazione giunta alla polizia per quanto accaduto) ed ovviamente sul posto arrivano Nick ed Hank. Poco dopo arriva anche il fratello della vittima il quale non esita ad accusare la donna quando scopre la sorte del fratello.

Se qualcuno pensa che la violenza non si di famiglia, questo esemplare ci dimostra il contrario: Hank fatica non poco a tenerlo a bada e fuori dalla scena del crimine.

Capendo che la cosa potrebbe coinvolgere almeno un Wesen, decidono di portarsi appresso Trubel durante la visita in ospedale alla donna, pensando che possa esserlo.

Mentre Hank e Nick riferiscono gli ultimi eventi alla donna ed al fratello, Trubel parla con il figlio fuori dalla stanza. La ragazza ci sa fare, capisc e quanta paura abbia il bambino nel raccontare quanto visto, facendo capire che ha visto un mostro.

Trubel allora gli racconta che anche lei vedeva i mostri e non solo li ha affrontati, ma li ha uccisi. Come? Credendo di poterlo fare.

Grimm - S04E04 (2)

Mentre cerca sui libri quale Wesen può essere responsabile dell’aggressione, il Team Grimm riceve una telefonata con cui il fratello della donna si accusa dell’omicidio. Una volta raggiuntolo alla sinagoga, ai detective viene raccontata la storia del Golem, la creatura che difese gli ebrei a Praga. Ovviamente non possono accettare una confessioen del genere, ma il rabbino insiste per essere incriminato.

Il numero delle vittime sale a due quando anche il fratello della prima vittima viene ucciso nello stesso modo. L’uomo si era fatto trovare in casa della dona alla ricevrca di risposte, accusandola dell’omicidio. Anche il bambino rischia di subire la furia dell’uomo, ma si rifugia sotto un tavolo dove vede l’aggressore trasformarsi.

Nel raccontare la storia del Golem, il rabbino aveva sottolinato come fosse incontrollabile e riferisce che c’è solo un modo per fermalo: inserirgli in bocca un biglietto sui era scritta una preghiera.

Il fatto che l’entità di manifesti solo quando il bambino è in pericolo complica di parecchio le cose: il Team Grimm decide allora di giocarsi una carta tanto spiacevole quanto rischiosa, decidono di far sentire minacciato il bambino.

Grimm - S04E04 (4)

Guardiamo ora le storie collaterali a questa:

  • Trubel è intenzioanta a lasciare la casa di Nick, per non metterlo in pericolo. Quando gli racconto dell’incontro con la Chavez, lui le dice che la cosa migliroe per non destare sospetti e mettere i pericolo la gente è di restare. Truble se ne convince;
  • Ricordate i misteriosi uomini mascherati fuori dal negozio di Rosalee? Beh si sono fatti notare lanciando un mattone contro il negozio, un atto contro i matrimoni misti tra Wesen;
  • La ricerca per far tornar i poteri a Nick procede bene, manca solo un ingrediente perchè sia completo;
  • Sean è tornato al lavoro e poco dopo il suo arrivo, Wu gli sottopone il caso di Trubel, dicendo che non vuole sospettre di nessuno ma ha bisogno di vederci chiaro. Renard gli dice che vedrò di scopreire qualcosa.
  • Adalind è intenta a scappare dal castello e sta salendo la scalinata di una torre assieme ad Hoffman quando dalle parei iniziano ad appartre dei volti che le dicono di sapere dove sia la bambina. Quando iniziano a piangere, tutto si allaga, e di Hoffman non vi è traccia.

Grimm - S04E04 (3)

Dopo che il rabbino ha scritto la preghiera per fermare il Golem, assieme a Nick ed Hank di reca dalla sorella. Hank resta con lei mentre il bambino, accopagnato da Trubel, esce per parlare con lo zio.

Qui Nick lo accusa di mentire, di essere lui il colpevole delle morti: le urla del bambina attirano l’attenzione della madre la quale assiste all’apparizione del Golem che aggredisce Nick. Il rabbino tenta di inserire la preghiera in bocca alla creatura, ma il tentativo fallisce miseramente (pur liberando Nick).

A finire nella morsa del Golem è così Trubel, ma il bambino lo attacca dicendogli di lasciarla andare ed uccidendolo, superando così la paura per i mostri.

Grimm - S04E04 (5)

Quella sera a casa di Nick, arrivano anche Rosalee, Monroe e la madre di Sean per riferire dei progressi fatti con l’incantesimo. Gli dicono tutto anche che manca un ingrediente e forse non gli piacerà: l’ingrediente è infatti… JULIETTE!

Grimm - S04E04

TRIVIA

Incipit: La frase è tratta dal libro di Giobbe, antico testamento.

Titolo: Il riferimento a Livin’ On A Prayer è fin troppo evidente, no?

Golem: Il Golem è una figura antropomorfa immaginaria della mitologia ebraica e del folklore medievale. Il termine deriva dalla parola ebraica gelem che significa “materia grezza”, o “embrione”, per indicare la “massa ancora priva di forma”, che gli Ebrei accomunano ad Adamo prima che gli fosse infusa l’anima. In ebraico moderno golem significa anche robot.

Si narra che nel XVI secolo un sapiente europeo, il rabbino Jehuda Löw ben Bezalel di Praga, cominciò a creare golem per sfruttarli come suoi servi, plasmandoli nell’argilla e risvegliandoli scrivendo sulla loro fronte la parola “verità”. C’era però un inconveniente: i golem così creati diventavano sempre più grandi, finché era impossibile servirsene: il mago decideva di tanto in tanto di disfarsi dei golem più grandi, trasformando la parola sulla loro fronte in “morte”ma un giorno perse il controllo di un gigante, che cominciò a distruggere tutto ciò che incontrava. Il Golem, non come deità ma come una sorta di angelo, la cui natura nella Qabbalah è segreta, però creato dal maestro in grado di unirne il potere spirituale alla Volontà di Dio, si racconta operasse anche per la difesa di alcune comunità ebraiche dell’Europa orientale. Ripreso il controllo della situazione, il mago decise di smettere di servirsi dei golem che nascose nella soffitta della Sinagoga Vecchia-Nuova, nel cuore del vecchio quartiere ebraico, dove, secondo la leggenda, si troverebbero ancora oggi. (Credits: Wikipedia)

COMMENTO

Non una bella puntati, anzi. L’unica cosa degna di nota è stato l’avanzamento delle ricerca per un antidoto all’incantesimo di Adalind, ma per il resto… Beh il nulla.

La scena con Adalind? Insipida, senza senso o comunque qualcosa che poteva anche essere rinviato: oppure dare più spazio al tentativo di fuga, o ancora meglio dirci qualcosa su Hoffman, che probabilmente sarà un’illusione della mentre di Adalind.

Non mi son mai sentito a disagio guardando una serie TV ma vedere un poliziotto minaciare un bambino…ok è finzione, tutto quello che volete. Non è una questione de “Il fine giustifica i mezzi”, è semplicemente sbagliato.

A dirla tutta, che il clima della puntata è stato in generale bruttino: tensione interraziale (il mattone contro Rosalee e Monroe), la polizia che abusa del potere, violenza contro le donne (tema visto di sfuggita anche ieri in Elementary sul filnale, tra l’altro). Sono temi molto delicati che devono essere trattati in maniera adeguata. Qui è statao fatto un miscuglio improduttivo, peccato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...